Forum di Salute Naturale

Benvenuti nel forum di incontro per appassionati di salute naturale: Integratori alimentari, argento colloidale, tecniche di benessere e buona salute. Iscriviti per interagire con il forum
 
IndicePortaleFAQCercaRegistratiAccedi

SCONTO
SU ACQUISTI

Per tutti i lettori del forum facendo un ordine di prodotti naturali per la salute su


inserendo il codice sconto
LEONISINASCE2017

Condividi | 
 

 I Pionieri della medicina Ortomolecolare

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Lion
Admin
Admin
avatar

Maschio Messaggi : 3724
Punti : 10017
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 49
Località : Civitanova Marche

MessaggioTitolo: I Pionieri della medicina Ortomolecolare   Mer 3 Mar 2010 - 22:54

Già Ippocrate riconosceva al cibo un'importanza fondamentale nel processo di guarigione, tuttavia lo studio scientifico della dieta ha inizio solamente nel diciottesimo secolo con l'opera di Rene de Reaumur, cui vengono attribuite le prime ricerche sulla chimica della digestione. Più tardi Antonie Laurent Lavoisier, prima di essere ghigliottinato durante la Rivoluzione Francese, pose le basi scientifiche dello studio sulla trasformazione del cibo in energia da parte del corpo umano. Il primo medico ad osservare un collegamento diretto tra uno stato di malattia ed una carenza nutritiva è lo scozzese James Lint, il quale scopre come il consumo di agrumi possa debellare lo scorbuto che affligge i marinai. Lint pubblica il Trattato sullo scorbuto nel 1754, ma le sue teorie saranno applicate dalla Marina britannica solo dopo quarant'anni e innumerevoli morti facilmente evitabili.

A Christiaan Eijkman (1858-1930), olandese, si deve la scoperta della vitamina B1, la cui carenza, tipica delle diete a base di riso raffinato, provoca il beriberi. Nel 1929 il dottor Eijkman ricevette il premio Nobel per la medicina.

Wilfred (1907-1982) ed Evan Shute (1905-1978) nel 1933 scoprirono il ruolo fondamentale della vitamina E nella cura delle malattie cardiache. Anche allora l'assunzione delle vitamine a scopo terapeutico era considerata una pratica sconsiderata e fraudolenta. Nel 1985 Linus Pauling scrisse che "il fallimento da parte della classe medica nel riconoscere negli ultimi quarant'anni l'importanza della vitamina E nel controllo della malattia cardiaca è responsabile di una tremenda quantità di sofferenza non necessaria e di molti morti premature. L'interessante storia degli sforzi volti a sopprimere le scoperte dei fratelli Shute sulla vitamina E illustra lo sconcertante pregiudizio della medicina organizzata contro le misure nutrizionali volte ad ottenere un miglioramento della salute".

L'umanità può ringraziare Irving Stone (1907-1984) per avere introdotto Linus Pauling alla Vitamina C (acido ascorbico). Quando Pauling ricevette copia degli studi di Irving intitolati "Ipoascorbemia, una malattia genetica" incominciò insieme alla moglie ad assumere la dose giornaliera consigliata di vitamina C
, ovvero 3000 milligrammi al giorno (cinquanta volte la dose giornaliera raccomandata ufficialmente, detta RDA), aumentando negli anni il dosaggio fino a giungere a 18.000 milligrammi. Irving Stone sosteneva che la corretta assunzione giornaliera fosse di cinquanta e più volte l'RDA poiché, mentre la maggior parte degli animali sono in grado di sintetizzare l'acido ascorbico, producendone in grande quantità, l'uomo ed gli altri primati hanno perduto questa capacità. Di conseguenza tutti gli uomini con una dieta ordinaria versano in uno stato di ipoascorbemia, al contrario dei primati allo stato di natura, che si cibano di grandi quantità di frutta e di vegetali crudi.

Linus Pauling (1901-1994) è il fondatore della medicina ortomoleculare, o micronutrizione, mediante la quale si cura l'organismo fornendogli quantità ottimali delle sostanze di cui ha naturalmente bisogno. Linus Pauling gettò le fondamenta della biologia molecolare, sviluppando in seguito una teoria che spiegava le basi molecolari della terapia a base di vitamine. Il termine ortomolecolare è un composto del termine greco ortho, che significa corretto, e di molecola, che è la struttura più semplice dei composti organici. Pauling credeva fermamente che l'integrazione di vitamine in quantità ottimali e una dieta sana costituissero la premessa più importante per una vita lunga ed in salute e, seguendo questo regime, lui stesso visse produttivamente 93 anni.

Roger J. Williams (1893-1988) è un altro pioniere della medicina
ortomolecolare. Scoprì l'acido pantotenico (vitamina B5), istituì e diresse il Clayton Foundation Biochemical Institute presso l'Università del Texas, cui si devono numerose scoperte nel campo delle vitamine. Secondo Williams le carenze micronutrizionali costituiscono la causa principale delle malattie.

Abram Hoffer è un ricercatore ad autore riconosciuto a livello internazionale. Ha trascorso gli ultimi cinquant'anni conducendo ricerche nel campo della medicina ortomolecolare. Nel 1952 Hoffer ed alcuni colleghi incominciarono a sviluppare un trattamento efficace per la cura della schizofrenia, utilizzando le vitamine C e B3. Si trattò del primo tentativo sistematico di utilizzare grandi dosaggi di vitamine a livello terapeutico. Venne osservato come l'utilizzo delle vitamine dimezzasse la degenza media dei ricoverati. Tutt'ora Abram Hoffer, ultraottentenne, continua a praticare la medicina ortomolecolare in Canada. E' anche editore capo del Journal of Orthomolecular Medicine.

Carl C. Pfeiffer (1908-1988). "Per ogni medicina che aiuta un paziente
c'è una sostanza naturale che ottiene il medesimo effetto". Pfeiffer dedicò gran parte della sua vita alla ricerca delle cause della malattia mentale, riscontrando che alla base di numerosi disturbi psichici vi sono squilibri biochimici. I suoi studi su più di 20.000 pazienti schizofrenici lo portarono a classificare la schizofrenia in tre gruppi biochimici che definì "histapenia", "histadelia", and "pyroluria". Tra i libri pubblicati da Pfeiffer ricordiamo "Mental and elemental nutrients", "Dr. Pfeiffer's total nutrition", "Nutritional science and cookery".

Humphry Osmond (1917-2004). Linus Pauling scrisse: "nel 1967 mi capitò di leggere un certo numero di ricerche pubblicate da due psichiatri del Saskatchewan, Canada, Abram Hoffer e Humphry Osmond. C'era qualcosa di straordinario nel loro lavoro. Essi somministravano quantità notevoli di niacina [Vitamina B3] ai pazienti schizofrenici, fino a 17.000 mg al giorno, ovvero mille volte la RDA [quantità giornaliera consigliata]. Mi meravigliava che la niacina e l'ascorbato potessero essere assunte in dosaggi così grandi senza causare effetti collaterali ai pazienti. Ciò significa che queste molecole sono molto diverse dai farmaci, che vengono generalmente somministrati ai pazienti in quantità non molto inferiori alle dosi letali. Pensai che queste sostanze, normalmente presenti nell'organismo e necessarie per una buona salute, meritavano un nome che le distinguesse dai farmaci ordinari, e decisi di chiamarle sostanze ortomolecolari" (Linus Pauling in His Own Words: Selections from his Writings, Speeches and Interviews, a cura di Barbara Marinacci. NY: Simon and Shuster, 1995.). L'encomiabile carriera di Humphry Osmond include decenni di pratica psichiatrica ed una grande produzione di ricerche. E' riconosciuto come un pionere della ricerca nel campo della chimica della coscienza. Famoso per avere coniato il termine ed il concetto di "psichedelìa", è ricordato con gratitudine da migliaia di pazienti per avere utilizzato la terapia a base di niacina per curare la schizofrenia. Una sua bibliografia si trova all'indirizzo http://www.doctoryourself.com/biblio_osmond.html.

William Kaufman (1910-2000). "Ho notato che il niacinamide (da solo o in combinazione con altre vitamine) usato su un migliaio di pazienti ogni anno, non ha mai causato effetti collaterali avversi". William Kaufman fu uno
tra i primi medici a utilizzare terapeuticamente megadosi di Vitamina B3 (niacina, nicainamide). Prescriveva fino a 5.000 mg di niacinamide al giorno, frazionata in diverse dosi, per migliorare con risultati spettacolari il movimento delle articolazioni nei pazienti artritici. Nel 1949 pubblicò un libro, "The common form of joint disfunction", con i dettagli sulla cura dell'artrite a base di niacinamide, che comprendeva anche l'uso di Vitamina C, tiamina e riboflamina. La bibliografia di Kaufman è reperibile all'indirizzo http://www.doctoryourself.com/biblio_kaufman.html .

Alan Cott (1910-1993). Alan Cott utilizzava il digiuno terapeutico con i pazienti psichiatrici presso il Gracie Square Hospital di New York. Nel far ciò seguiva il lavoro di Yuri Nicolayev, cheaveva curato più di diecimila malati di mente con il digiuno. Lendon Smith afferma che la fase maniacale del disturbo bipolare può essere portata sotto controllo nella prima settimana di digiuno. Cott faceva fare lunghe camminate ai pazienti e faceva loro bere tre litri d'acqua al giorno, se un ammalato non riusciva a bere almeno questa quantità il digiuno veniva interotto. Verso la fine della prima settimana si sospendevano i farmaci abitualmente assunti dai pazienti (http://www.smithsez.com/mentalillness.html).

William McCormick (1880-1968). "La vitamina C è un antagonista delle tossine chimiche e batteriche". Oltre cinquant'anni fa il medico di Toronto William McCormick sostenne che la scarsa formazione di collagene, dovuta ad una carenza di Vitamina C, costituisce una delle cause principali di diverse condizioni che vanno dalle smagliature cutanee ai disturbi cardiovascolari e al cancro. Oltre vent'anni prima di Pauling, McCormick aveva intuito le cause nutrizionali dei disturbi cardiaci e aveva notato come quattro casi su cinque con problemi coronarici mostrassero un deficit di Vitamina C. McCormick fu anche uno dei primi sostenitori dell'uso della Vitamina C come antivirale ed antibiotico e persino come terapia per alcune forme di calcolosi renale, oltre ad avere scoperto come il funo delle sigarette neutralizza nell'organismo circa 25mg di acido ascorbico. L'utilizzo di dosaggi dell'ordine dei grammi per curare quelle che oggi sono considerate dall'opinione comune malattie non dovute a deficit nutrizionali, anticipò le moderne terapie antivirali e antitumorali basate sulla somministrazione di Vitamina C nell'ordine dei 100.000 mg. Mancano ancora le biografie di diversi medici quali Albert Szent-Gyorgi, Frederick Klenner, Archie Kalokerinos, Glenn Dettman, Ian Dettman, Robert Cathcart, Mathias Rath e molti altri.

Tratto da http://www.orthomedint.org/language/English/03-Pioneers/index.ph

_________________
Lion
Torna in alto Andare in basso
https://www.santenaturels.it
 
I Pionieri della medicina Ortomolecolare
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» 26 MEDICINA DELL'UNICORNO
» Sentenza della Corte Costituzionale n.127 dell'8 aprile 2010 (centri di raccolta)
» Durante la Magistrale posso fare esami della Triennale?
» STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE - prof. Porro
» Vendo Storia della lingua italiana (MIGLIORINI)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di Salute Naturale :: Rimedi Naturali per mantenersi in buona salute :: Propositori di cure alternative alla medicina ufficiale-
Vai verso: