Forum di Salute Naturale

Benvenuti nel forum di incontro per appassionati di salute naturale: Integratori alimentari, argento colloidale, tecniche di benessere e buona salute. Iscriviti per interagire con il forum
 
IndicePortaleFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 magnesio ... lo conosciamo ?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Lion
Admin
Admin
avatar

Maschile Messaggi : 3722
Punti : 9502
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 48
Località : Civitanova Marche

MessaggioTitolo: magnesio ... lo conosciamo ?   Mer 23 Giu 2010 - 12:52

Il magnesio ha un ruolo fondamentale nel metabolismo del corpo umano.
E' il coenzima di ben 350 enzimi.
Svolge un ruolo fondamentale nel metabolismo dei lipidi, dei glucidi, delle proteine, partecipa alla sintesi di atipi e lo stabilizza nel citoplasma, presiede ai meccanismi di trasporto ionico, consente la contrazione muscolare, consente la funzione delle pompe delle cellule.
È presente in grandi quantità nei semi e nelle foglie verdi.
Il fabbisogno giornaliero è di 350 mg, aumenta in gravidanza e con l'attività sportiva.
La cottura riduce fino al 75% il contenuto di magnesio.
La sua carenza determina astenia, nervosismo, contratture, morte improvvisa.
In cardiologia è usato nella terapia della torsione di punta, una aritmia mortale, infatti il esplica una attività anti aritmica.
E' usato anche nell'infarto acuto e riduce in modo sensibile la mortalità.
Studi hanno anche dimostrato la sua importanza prevenzione e terapia del diabete di tipo II.
La carenza è frequente negli alcolizzati e nelle zone dove il cibo o l'acqua sono poveri di magnesio. Nella carenza grave troviamo allucinazione e delirio.
Deficienza di magnesio comporta a livello cardiaco, fibrosi, degenerazione cellulare, necrosi, calcificazione.
Nella sindrome premestruale i globuli rossi delle donne sofferenti di questa sindrome presentano un basso tasso di magnesio.
Contrastando l’effetto stimolante del calcio, il magnesio svolge un ruolo importante per le contrazioni neuromuscolari. Aiuta anche a regolare l’equilibrio acido-alcalino dell’organismo.
Il magnesio stimola l’assorbimento e il metabolismo di altri minerali quali il calcio, il fosforo, il sodio e il potassio.
Aiuta inoltre ad utilizzare le vitamine del complesso B e le vitamine C ed E. E’ di aiuto durante la crescita ossea ed è necessario per un buon funzionamento dei nervi e dei muscoli, compreso quello cardiaco. Secondo alcuni studi il magnesio è associato alla regolazione della temperatura corporea.

La vitamina D è necessaria per una piena utilizzazione del magnesio.
La ghiandola surrenale secerne un ormone chiamato aldosterone, che aiuta a regolare il tasso di eliminazione del magnesio attraverso i reni e ne garantisce così una presenza costante nel corpo, indipendentemente dalle variazioni dell’assunzione alimentare. Le perdite tendono ad aumentare con l’uso di diuretici e con il consumo di alcool.
Il Consiglio Nazionale di Ricerca (Usa) suggerisce un’assunzione giornaliera di magnesio di 350 milligrammi per gli adulti di xexxo maschile e di 280 milligrammi per le donne. La quantità dovrà essere aumentata a 320 milligrammi durante la gravidanza e 355 milligrammi per i primi sei mesi di allattamento e 340 mg per gli altri sei mesi. I neonati sino ai sei mesi hanno un fabbisogno di 40 mg e quelli da sei mesi a un anno di 60 mg. I bambini da uno a tre anni hanno un fabbisogno di 80 mg, mentre dai 4 ai 6 il fabbisogno è di 120 mg e dai 7 ai 10 di 170 mg. I ragazzi dagli 11 ai 14 anni devono assumerne 270 mg e dai 15 ai 18 anni 400 mg. Il fabbisogno delle ragazze dagli 11 ai 14 anni è di 180 mg e dai 15 ai 18 anni è di 300 mg.
La tossicità è minima, grazie all’abilità dei reni di eliminare il magnesio in eccesso (sino a 60 g al giorno). L’intossicazione da magnesio (ipermagnesiemia) è rara, ma può manifestarsi in diverse circostanze: quando la funzione urinaria è anormalmente diminuita, quando sono state assunte alte quantità del minerale o qualche volta dopo iniezioni intramuscolari.
La carenza di magnesio è un fenomeno molto comune. La lavorazione e la cottura dei cibi ne provoca, molto spesso, l’eliminazione. L’acido ossalico presente negli spinaci e l’acido fitico presente nei cereali, formano dei sali che fissano il magnesio dell’organismo.
La carenza di magnesio può manifestarsi in pazienti affetti da diabete, nelle persone che assumono diuretici o preparazioni a base di digitale, nelle persone anziane, nelle persone che soffrono di pancreatite, alcolismo cronico, disfunzioni renali, kwashiorkor, cirrosi epatica, arteriosclerosi, nelle gestanti, in persone che seguono una dieta a basso contenuto calorico o ad alto contenuto di carboidrati, oppure a causa di una grave mancanza di assorbimento causata da diarrea cronica o vomito. Alcuni ormoni, se assunti come farmaci, possono sconvolgere il metabolismo e causare carenze locali. Il fluoro, alti livelli di zinco, alti livelli di vitamina D, i diuretici e la diarrea causano la carenza di magnesio.

Si ritiene che la carenza di magnesio sia legata alle malattie cardiocoronariche, tra le quali la necrosi miocardica. Un’assunzione insufficiente di questo minerale può portare alla formazione di grumi nel sistema circolatorio e nel cervello e può facilitare depositi di calcio nei reni, nei vasi sanguigni e nel cuore. L’insufficienza cardiaca causata da fibrillazione e lesioni delle piccole arterie è legata alla carenza di magnesio, come pure la vasodilatazione, seguita da comportamento ipercinetico e convulsioni fatali.
I sintomi di una carenza di magnesio possono includere disturbi gastrointestinali, mancanza di coordinazione, debolezza, cambiamenti di personalità, apprensione, spasmi muscolari, tremori, confusione, ritmo cardiaco irregolare, depressione, irritabilità e disorientamento. La carenza ostacola la trasmissione degli impulsi nervosi e muscolari. La carenza a lungo termine può portare alla tetania, come nel caso della carenza di calcio, alle allucinazioni alcoliche, a movimenti anormali di viso e occhi, alopecia (calvizie), gonfiore e lesioni alle gengive.

Il magnesio è fondamentale nella prevenzione degli attacchi di cuore e delle trombosi coronariche. Gli integratori di magnesio possono proteggere dalle ischemie cardiache (mancanza di ossigeno del muscolo cardiaco causata da spasmi o restringimenti e intasamenti delle arterie coronarie). Le persone che hanno assunto integratori di magnesio dopo un attacco di cuore hanno avuto un tasso di sopravvivenza più alto e una minore incidenza di pericolose aritmie. Esso sembra avere una certa importanza nel controllare il modo in cui le cariche elettriche vengono utilizzate dall’organismo per indurre il passaggio degli elementi nutritivi all’interno e all’esterno delle cellule. E’ stato usato con successo per curare la poliomielite. Si è rivelato efficace anche nel trattamento di disturbi neuromuscolari, nervosismo, scoppi d’ira, sensibilità al rumore, depressione e tremori alle mani. La sindrome pre-mestruale viene alleviata dal magnesio. A pazienti con calcoli di ossalato sono stati somministrati 200 mg al giorno di magnesio insieme a 10 mg di vitamina B6; si possono somministrare anche 300 mg di solo magnesio, ma la presenza della vitamina B6 tende a ridurre ulteriormente i calcoli. Il magnesio aiuta a prevenire l’accumulo di depositi di calcio nel tratto urinario. Rende solubili nelle urine il calcio e il fosforo impedendone la trasformazione in calcoli duri.
Negli alcolizzati i livelli di magnesio nel sangue e nei muscoli sono bassi. I trattamenti a base di magnesio aiutano l’organismo a trattenere il magnesio e spesso contribuiscono a controllare il delirium tremens. Il magnesio aiuta a controllare vertigini, debolezza e spasmi muscolari, cardiopatie e ipertensione e instaura un giusto equilibrio del pH. Giuste dosi di magnesio possono aiutare a ridurre il tasso di colesterolo nel sangue e a mantenere le arterie in buona salute.
E’ il magnesio, e non il calcio, il responsabile della formazione di quello smalto dei denti che resiste alle carie. Indipendentemente dalla quantità di calcio che si ingerisce, in mancanza di magnesio non si avrà la formazione di uno smalto resistente.

Contenuto di magnesio nei cibi più comuni per 100 grammi:

  • noci = 134 mg
  • pistacchi = 158 mg
  • riso integrale = 150 mg
  • riso brillato cotto = 28 mg
  • farina integrale = 113 mg
  • farina bianca = 25 mg
  • soia = 240 mg
  • cacao in polvere = 420 mg
  • mandorle = 270 mg
  • latte di mucca = 13 mg
  • piselli = 130 mg

Fonte :http://www.anagen.net/

_________________
LION.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.santenaturels.it
Lula

avatar

Femminile Messaggi : 252
Punti : 3160
Data d'iscrizione : 21.12.09
Età : 48
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: magnesio ... lo conosciamo ?   Mer 23 Giu 2010 - 14:21

Grazie Lion per questo interessante 3d.
Io soffro di sindrome premestruale, i giorni che precedono il ciclo, sono molto irritabile al punto da dire con fermezza (avendo letto i sintomi) di soffrirne.
Si può "curare" assumendo la pillola, cosa che io non posso fare essendo ipertesa.
Mi hanno consigliato il magnesio, a questo punto chi mi può dire se potrebbe aiutarmi? e soprattutto è controindicato per chi soffre di ipertensione? e poi in che dosaggio?
Tornare in alto Andare in basso
Lula

avatar

Femminile Messaggi : 252
Punti : 3160
Data d'iscrizione : 21.12.09
Età : 48
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: magnesio ... lo conosciamo ?   Lun 12 Lug 2010 - 18:33

sotto consiglio anche della mia dottoressa nel periodo no ho preso il magnesio e devo dire che ha funzionato sul mio umore....
Tornare in alto Andare in basso
rosenz

avatar

Maschile Messaggi : 186
Punti : 3263
Data d'iscrizione : 05.03.10
Età : 54
Località : Como

MessaggioTitolo: Re: magnesio ... lo conosciamo ?   Lun 12 Lug 2010 - 19:53

Lula ha scritto:
sotto consiglio anche della mia dottoressa nel periodo no ho preso il magnesio e devo dire che ha funzionato sul mio umore....
A mio parere il magnesio è uno dei pochi micronutrienti che può essere assunto anche da solo per periodi prolungati.

Se hai capito che ti ha fatto bene potresti continuare l'integrazione, sull'ipertensione come ti avrà detto la tua dottoressa ha un effetto positivo.

Ciao.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.enzoverga.it
Lula

avatar

Femminile Messaggi : 252
Punti : 3160
Data d'iscrizione : 21.12.09
Età : 48
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: magnesio ... lo conosciamo ?   Mar 13 Lug 2010 - 8:14

In realtà l'ho preso per aiutarmi nella sindrome premestruale..io ne soffro, come molte donne e non avevo voglia di prendere farmaci, avevo sentito parlare del magnesio e l'ho provato, e tral'altro appunto mi aiuta anche per ipertensione ma ho letto anche nel foglietto delle indicazioni all'interno della scatola, che sconsigliano l'uso prolungato.

Lo prenderò quindi qualche giorno prima del ciclo mestruale, durante ed un paio di giorni dopo (nei giorni successivi al ciclo mestruale sono un angelo!!! hi hi hi).

Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: magnesio ... lo conosciamo ?   

Tornare in alto Andare in basso
 
magnesio ... lo conosciamo ?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Integratori a base di magnesio ❖ Vulvodinia.info
» Magnesio ❖ Vulvodinia.info
» provate il MAGNESIO
» MAGNESIO SUPREMO: MINERALE DEI MIRACOLI
» Previston

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di Salute Naturale :: Rimedi Naturali per mantenersi in buona salute :: Integratori alimentari, supplementazione e loro proprietà-
Andare verso: