Forum di Salute Naturale

Benvenuti nel forum di incontro per appassionati di salute naturale: Integratori alimentari, argento colloidale, tecniche di benessere e buona salute. Iscriviti per interagire con il forum
 
IndicePortaleCercaRegistratiAccedi

 

 l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1 ... 19 ... 33, 34, 35
AutoreMessaggio
genfranco

genfranco

Maschio Messaggi : 1028
Punti : 7939
Data d'iscrizione : 07.11.09
Età : 79
Località : pinerolo

l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Empty
MessaggioTitolo: Re: l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio   l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Icon_minitimeMar 24 Mar 2020 - 23:47

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminadedintestinostudio.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/pagineprecedenti.htm

L'articolo in oggetto è uno studio sulla vitamina D3 della sua forma biologicamente attiva, la 25-idrossi vitamina D (25(OH)D) durante il quale è stato dimostrato che non solo è da considerasi importante per lo scheletro, ma anche per gli intestini, che sono il centro del corpo.
La pagina riporta:
"Secondo alcuni studi, una sua carenza sarebbe in grado di deteriorare la parte intestinale, favorendo la traslocazione di endotossine nel torrente circolatorio e lo sviluppo di uno stato infiammatorio sistemico."
il che è un fatto molto importante del quale chi vuole la VERA SALUTE deve tenerne conto e comportarsi di coseguenza.
E' vero che i medici di base sono restii a fare l'esame del sangue in merito, e non solo, ma eventualmente il loro protocollo prevede di ingoiare questa vitamina D settimanalmente, mensilmente o trimestralmente commettendo un errore indicibile.
Di questo ce ne parla un medico col suo video. La pagina recita:
"Ciao Andrea Andulea, GRAZIE, finalmente un medico che dice la verità.
La verità che lui sostiene, ma non solo lui, è sostenuta da:
"Nella nota AIFA 96 c’è scritto che la più fisiologica supplementazione di vitamina D è GIORNALIERA.
Nel bugiardino del DI BASE a gocce si parla di somministrazione GIORNALIERA.
Nel bugiardino del DIDROGIL si parla di somministrazione GIORNALIERA.
Quindi, o sono io che sono matto, o sono io che sono stupido e magari sono i professionisti che vi seguono più intelligenti e più preparati di me."
e non come da protocollo per TUTTI i medici che la prescrivono una volta alla settima o una volta al mese. Questo, noi lo sappiamo che è fatto di proposito per imbrogliare il cliente.
Ancora troppi medici di base non vogliono far fare questo semplicissimo esame del sangue, in modo da non doverla prescrivere.
Ma i medici seguono solo un PROTOCOLLO che non è di loro invenzione, ma dei CERVELLONI che comandano.
Poverini loro!!
Il video del dottor Gabriele Pinzi di conferma al nostro pensiero:
https://www.facebook.com/dottgabrieleprinzi/videos/546523222837114/

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaddrgabrieleprinzivideo.htm

Mentre altri medici ci dicono di non ingoiare la vitamina D e la vitamina K2 nello stesso momento e ce lo dicono con un video. La pagina recita:
"Chiedo scusa a chi mi sono permesso di dire che ingoiare insieme le 2 (due) vitamine, la D3 e la K2 non poteva causare alcuna perdita, quindi venuto in possesso di questo video, ve lo propongo al più presto onde correggere le mie parole.
Infatti il commentatore informa cosa succede ingoiandole nello stesso tempo, quindi il distanziarle nella giornata è consigliabile per il buon assorbimento di entrambe.
https://www.facebook.com/StudioMedicoOrlandini/videos/439536983330545/

Ora onde informare chi queste vitamina non le conosce, e purtroppo ho certezza che solo poche persone le conoscono. mi permetto di dare a queste modo di conoscerle meglio, in quanto le ritengo importantissime per la sua VERA SALUTE, leggendo sotto.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2evitaminaD3video.htm
Altra pagina recita:
Ecco un articolo che parlando della vitamina D3 ne riporta il SUO VERO CICLO dal COLECALCIFEROLO che è BIOLOGICAMENTE INATTIVO, (quindi non può causare danni) che è la vitamina D3 comunemente indicata da noi, fino alla vitamina D3 circolante nel sangue di quel corpo rilevata nei laboratori analisi sotto forma della concentrazione della sua forma BIOLOGICAMENTE ATTIVA, la 25-idrossi vitamina D (25(OH)D).
Questo determina chiaramente che la forma di vitamina D3 detto COLECALCIFEROLO, che l'individuo ingoia NON E' LA FORMA ATTIVA ed è uguale alla forma che il suo corpo si AUTOPRODUCE partendo dal COLESTEROLO esponendosi ai raggi UV del sole, e non solo ma è la stessa forma che il corpo preleva dai cibi ingoiati.
Però questa forma NON E' ATTIVA, poichè l'ATTIVAZIONE viene fatta in un secondo tempo, sia nel fegato che nei reni.
Quindi quando si ingoia il COLECALCIFEROLO, dato che NON E' ATTIVO, questo NON PUO' CAUSARE DANNI per le quantità ingoiate, e dato che ad ATTIVARE la vitamina D3 sono i miei organi, il FEGATO prima ed i RENI poi, personalmente NON RIESCO AD AMMETTERE CHE IL MIO CORPO SIA TANTO STUPIDO DA ATTIVARNE PIU' DEL NECESSARIO PER CAUSARSI DANNI.
NON E' POSSIBILE, poichè il mio corpo proviene da un tempo infinito di EVOLUZIONE, e grazie a questa io sono quì ora a parlare con voi, quindi posso solo dedurre che la INTOSSICAZIONE E' PURA FALSITA', onde spaventare le persone i modo che ne rimangano CARENTI, che solo da questa CARENZA ne possono usufruire chi di competenza.
Quindi questa informazione data da fonti tendenziose posso considerarla senz'altro FALSA.

Ed è sul risultato degli esami che si scrive che il valore oltre 100 di 25-idrossi vitamina D (25(OH)D) addirittura INTOSSICAZIONE.
Come è possibile questo fatto?
Non riesco proprio ad ammettere che il mio copro sia tanto stupido da ATTIVARSI questa vitamina D3 fino a causarsi autonomamente dei danni, e voi?
Con mia grande sorpresa, nonostante la mia ottima salute, ecco la mia CARENZA di vitamina D riscontrata nel 2014 con valore 22.9, molto sotto il minimo di 30.0
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/esame14.htm
In seguito a ricerche fatte con i nostri contatti è risultato che chi è CARENTE di questa vitamina D è in eccesso di COLESTEROLO.
Sembra che il corpo che NON E' STUPIDO e dato che si AUTOPRODUCE entrambi dica:
"...io ti produco più COLESTEROLO, tu ESPONITI AL SOLE che HO BISOGNO DI vitamina D", poichè questa è l'AUTOPRODUZIONE di questa vitamina.
COLESTEROLO + RAGGI UV = vitamina D
Personalmente ne sono un esempio lampante con questi valori datati 21 gennaio 2014 di cui:
VITAMINA D TOTALE (25-OH D)                   22.9            valori di riferimento [30.0 - 74.0]
COLESTEROLO TOTALE                                223             valore ottimale 110-200 mc/dl
rilevabili dall'esame sopra.
Oggi 17 settembre 2014 dal mio esame avendo ingoiato 40 gocce al giorno, risulta:
VITAMINA D TOTALE (25-OH D)            36.7   ng/ml    con valore di riferimento (30.0-74.0)
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/esame14a.htm
La tabella a cui mi riferisco e che giudico valevole è riportata da molti articoli, uno di questi è quello a cui mi riferisco che dice:
< 10 ng/ml Carenza
10 e 30 ng/ml Insufficienza
tra 30 e 100 ng/ml Sufficienza
>100 ng/ml Tossicità
L'importante e comunque dosare sempre il livello di vitamina D. Vanno dosati, devono essere non solo sufficienti, perchè la sufficienza è 30 ng/ml serve e ci garantisce un buon metabolismo dell'osso.
Però se vogliamo far funzionare al meglio tutti i nostri meccanismi per la prevenzione dei tumori, o comunque contro i batteri ed i virus esogeni, allora è importante che i nostri livelli si attesti intorno ai 70.
Quindi se vediamo che i nostri livelli sono insufficienti, lo possiamo vedere soltanto con un dosaggio, dobbiamo supplementare.  La dose raccomandata dal md Coimbra è di 10000 UI al giorno che corrispondono a 40 gocce della Dibase 10000 UI gocce della farmacia, oppure del generico ma quando si è raggiunto tale soglia, per mantenere il valore si dovrà monitorare con i 5000 UI pari a 20 gocce al giorno.
"E' importante che si dica che la dose giornaliera che è raccomandata oggi, internazionalmente, non esclude nessun paziente dalla carenza di vitamina D, è una dose irrisoria, molto sotto la dose fisiologica.
E allora, quando abbiamo iniziato a dare la dose fisiologica, che è la dose di 10.000 unità giornaliere, cioè la dose che si produce con pochi minuti di esposizione solare, ossia, se hai addosso canottiera e bermuda, con le gambe e le braccia esposte al sole, produrrai in 20 minuti, se hai la pelle chiara e sei giovane, 10.000 unità di vitamina D al giorno.
Allora, 10.000 UI è una dose fisiologica, non è una super dose.
Però la maggior parte dei dottori considerano questa dose potenzialmente tossica."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/vitaminadcoimbraa.htm

DICE: "lo possiamo sapere soltanto con un dosaggio", E' FALSO, PER SAPERE I VALORI SI DEVE FARE UN ESAME DEL SANGUE, QUESTO:
Fatti fare l'esame del sangue per il controllo della
vitamina D
PARATORMONE
CALCIO
POTASSIO
FERRO
FOSFOREMIA
vitamina B12
MAGNESIO ERITROCITARIO (O INTRAERITROCITARIO)
OMOCISTEINA
Se hai la OMOCISTEINA alta sei a rischio infarto o ictus, quindi alle malattie cardiovascolari legate.
Questa OMOCISTEINA è nei cibi, ma sopratutto è aumentata dalle DROGHE come il TABACCO ed il CAFFE'. Quindi evitarle è TANTA SALUTE.
Una vitamina e precisamente la vitamina B9 (ACIDO FOLICO) è quello che te la fà abbassare. Questo ACIDO FOLICO è nei vegetali, sopratutto nelle verdure a foglia verde che vanno ingoiate CRUDE.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova03/Immagini/omocisteina.htm
Insieme agli esami del sangue, per avere una fotografia completa della tua SALUTE, è IMPORTANTISSIMO il valore del pH delle urine. L'interpretazione è semplicissima, con il pH sotto il 5.5 (ACIDO) il corpo è a disposizione delle malattie, mentre il valore uguale e sopra il 6 (BASICO) le malattie stanno lontano da quel corpo.
Ma insieme non deve mancare una ECOGRAFIA ai RENI per avere la certezza che non vi siano delle CISTI, le quali, come abbiamo visto, possono creare dei disturbi senza dare alcun segnale poichè ASINTOMATICHE. Primo fra questi la IPERTENSIONE, di cui ormai troppe persone ne soffrono.
"I reni, inoltre, producono sostanze che aiutano a tenere sotto controllo la pressione e a fabbricare i globuli rossi."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/cistirenalipressione.htm
mentre l'altra dice:
"QUALI I SINTOMI DI MALATTIA RENALE?
I sintomi sono precisi. Si parla di sete insistente, di mancanza di appetito, di gonfiori alle mani e ai piedi, di dolori all’inguine e allo stomaco, segnalatori di disordine renale. Si parla di dolori lombari alla bassa schiena o ai fianchi. Si parla di ematuria, ovvero di sangue nelle urine per rottura di qualche ciste. Si parla di ipertensione arteriosa. Si parla di nausea e vomito. Si parla di urine scarse, torbide e colore rosso cupo (anziché acquose trasparenti o giallo paglierino). Le irritazioni hanno come causa comune la presenza nel sangue di sostanze estranee introdotte con nutrizione sballata per via nasale, orale e cutanea.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/reniilcentro.htm
e sono certo che oltre che avere il COLESTEROLO ALTO hai anche CARENZA di vitamina D poichè questi hanno un legame imprenscindibile, data la necessità del COLESTEROLO per AUTOPRODURRE questa vitamina D. Te lo dice la dottoressa e lo trovi sopra.
MENTRE PER I VALORI 30 E 50 ng/ml è FALSO, POICHE' QUESTI VALORI SONO STATI FISSATI DALLA MEDICINA SPERIMENTANDO SU PERSONAGGI SCORBUTICI E CIOE' "CARENTI" DI ACIDO ASCORBICO IL QUALE METTE IL CORPO IN CONDIZIONE DI ESSERE AL TOP E QUINDI COME STABILITO DA MADRE NATURA E LA EVOLUZIONE. Il valore nel sangue di massimo deve essere 70 ng/ml come indicato:  "In persone in buona salute, i livelli di calcidiol sono normalmente fra 32 - 70 ng/mL (80 - 175 nmol/L)"
LA PROVA E' SU QUESTO LINK:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova03/Immagini/vitaminadintossicazione.htm
"che però STRIDONO con i valori rilevati alla sign.ra Maria che sono esattamente 780 ng/ml.
VITAMINA D TOTALE (25-OH D)             780 ng/ml                       (30.0-74.0)"
ED I NOSTRI, DI FRANCA E ME CHE ABBIAMO DEI VALORI PIU' O MENO SIMILI:
"Esami in data 17-07-2015
COLESTEROLO TOTALE                            180  mg/dl                      (110-200)
PARATORMONE INTACT(1.84 PTH)        27.5 pg/ml                      (6.5-42)
VITAMINA D TOTALE (25-OH D)             121  ng/ml                       (30.0-74.0)"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/esamemariucciapal.htm
Avendo ottenuto questo valore e sapendo che il valore nel sangue di massimo deve essere 70 ng/ml come indicato:  "In persone in buona salute, i livelli di calcidiol sono normalmente fra 32 - 70 ng/mL (80 - 175 nmol/L)" Quindi passiamo sicuramente a 5000 UI pari a 20 gocce giornaliere monitorando il valore appena sotto i 70.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova03/Immagini/vitaminadintossicazione.htm
Cosa è la MARGARINA, perchè prodotta CHIMICAMENTE e perchè è stata immessa sul mercato?
Questa è stata prodotta nel secolo scorso per ovviare alla mancata conservazione del BURRO che è di soli pochi giorni e non è trattabile in nessun modo, quindi non si possono usare conservanti per ovviare.
Dato che invece le industrie avevano bisogni di un grasso a lunga durata ecco che è stata INVENTATA la MARGARINA.
Questo è la MARGARINA, PRODOTTO CHIMICO a lunga durata.
La margarina ed il nichel:
Margarina
La margarina è una emulsione di olio in acqua; più precisamente è formata da una frazione lipidica, da una acquosa e da alcuni costituenti minori (coloranti di origine naturale, antimicrobici, emulsionanti e conservanti). La frazione acquosa è costituita da acqua o latte (in Italia non è consentita l'aggiunta di questo alimento), mentre quella lipidica contiene oli e grassi vegetali, tra cui olio di arachide, di germe di mais, di vinaccioli, di soia, di girasole, di colza.
Le margarine presenti in commercio sono tutte di origine vegetale, mentre quelle contenenti grassi animali vanno sotto il nome di oleomargarine e sono utilizzate soltanto nell'industria, soprattutto in quella pasticciera.
Dal momento che l'olio e l'acqua sono liquidi a temperatura ambiente, per ottenere la consistenza semisolida tipica della margarina è necessario eseguire un'operazione di idrogenazione. In base al numero di doppi legami saturati si otterranno margarine più o meno compatte. L'idrogenazione avviene insufflando in appositi serbatoi, dotati di camicie riscaldanti, idrogeno gassoso ed utilizzando nichel come catalizzatore.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/margarinanichel.htm
da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/vitaminaeictuscura.htm
Questo però non è stato fatto con il rispetto della salute umana, ma con il solo scopo del LUCRO, quindi con l'aiuto della PUBBLICITA' SPAZZATURA le ditte sono riuscite a imporre sul mercato questo PRODOTTO CHIMICO.

Il BURRO invece è ricavato dal LATTE, in quale contiene TUTTI gli "ALIMENTI ESSENZIALI" poichè senza questo LATTE materno non può esserci la continuazione delle specie animali.
Domanda: mi puoi dire cosa sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI"?
Sono definiti "ALIMENTI ESSENZIALI" quegli alimenti che si trovano nel liquido seminale maschile di tutti maschi animali del mondo e dei quali questa è l'analisi chimica:
http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/sperma.htm
Devo aggiungere però che questi non sono solo nel liquido animale, ma anche nel GERME dei vegetali. http://acidoascorbico.altervista.org/prova03/Immagini/germegranosperma.htm
E come può essere diverso? Non è possibile che in un solo mondo vi siano due modi diversi di continuare le specie viventi.
Primo fra tutti gli "ALIMENTI ESSENZIALI", il più importante l'ACIDO ASCORBICO.
Lo conferma lo scienziato Irwin Stone con un disegno:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova03/Immagini/acidoascorbicomanca.htm
"pagina 1/10------sostanza fondamentale
L'ACIDO ASCORBICO è una sostanza ubiquitaria fondamentale nel processo vitale. Tutti gli organismi viventi o la producono o la prendono dal nutrimento oppure periscono. I sistemi enzimatici per la produzione dell'ACIDO ASCORBICO sono di antica origine e si sono formati molto presto nello sviluppo del processo vitale su questo pianeta, probabilmente mentre le forme più altamente sviluppate erano ancora forme primitive unicellulari.
pagina 1/10------solo embrione ma produce molto ACIDO ASCORBICO
L'evidenza della embriologia sia delle piante che degli animali corrobora questo punto di vista dal momento che il seme dormiente della pianta e l'uovo dell'animale sono privi di ACIDO ASCORBICO. C'è una produzione immediata di ACIDO ASCORBICO nel seme che germina o nell'uovo in sviluppo, perfino quando l'embrione non è niente più che un grumo di alcune cellule.
pagina 1/10------alta produzione sia in piante che animali
Anche la sua diffusa presenza in tutti gli odierni organismi pluricellulari, sia piante che animali, lo testimonia. Possiamo anche dedurre che la produzione di ACIDO ASCORBICO era ben sviluppata prima che gli organismi viventi divergessero nelle forme di piante e di animali."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova30/Immagini/irwinstorianaturale.pdf
Difatti nessun essere vivente si reca dal suo simile per la salute, ma se non si AUTOGUARISSERO, nel mondo non ci sarebbe più la vita, poichè ogni specie si sarebbe ESTINTA.
Ma questa AUTOGUARIGIONE è anche per l'Homo Sapiens, difatti è quella che sfruttano i medici rifilandoti PERICOLOSI "principi attivi" pur di fare quattrini.
Mi sono spiegato?
In sintesi, COSA SONO GLI "ALIMENTI ESSENZIALI"?
Consumarlo nelle giuste quantità dà molti vantaggi. È un ottimo anti-cancro, mantiene in salute la tiroide e le ossa. E migliora la vita sessuale
Contrariamente a quanto siamo soliti pensare, il burro fa bene (naturalmente se consumato nelle giuste quantità) e ha molte proprietà che proteggono il corpo da malattie, migliorando il metabolismo e il sistema immunitario.

I grassi saturi infatti contengono colesterolo buono che riduce quello cattivo. Il burro è ricco di vitamine A, D e K e di minerali come zinco e rame.

Protegge dal cancro al seno e dal tumore al colon grazie all’acido linoleico. Contiene il calcio che rafforza le ossa e gli omega 3 e 6 che aiutano il cervello e rendono la pelle più bella. Mantiene in salute la tiroide e migliora perfino la vita sessuale.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/burroemargarina.htm
L’80% del fabbisogno di vitamina D è garantito dalla irradiazione solare in quanto il contenuto di questo nutriente nei cibi è molto basso. Ma proprio qui nasce il problema, perché diversi milioni di anni dell’ evoluzione umana li abbiamo passati in Africa, in una savana con pochi alberi, con il sole a picco e quindi con la pelle esposta al sole per quasi tutto il giorno. Ma circa 150.000 anni fa un gruppo di noi decise di andare fuori dal continente africano e si diffuse in tutto il mondo, compresi i territori più a nord come l’attuale scandinavia, dove di sole se ne vede decisamente ben poco.
Per sopperire al problema le popolazioni proto-scandinave furono le prime a digerire il lattosio, per poter adattarsi almeno a prendere la vitamina D dai latticini; per questo motivo in scandinavia c’è tutt’ora il più alto tasso di tolleranza al lattosio al mondo. Questo non ha risolto del tutto il problema perché, come abbiamo visto, la vitamina D negli alimenti è scarsa e in più c’è a tendenza dei scandinavi ad essere chiusi e a ricercare la solitudine, che a volte diventa un problema, soprattutto durante la stagione invernale.
Il lungo, freddo e buio inverno di quei territori può uccidere, specialmente nei piccoli villaggi di campagna: difficili situazioni personali e familiari portano spesso a crisi depressive. Tante persone non riescono a superare queste crisi e, unitamente ai lunghi mesi di solitudine, arrivano a togliersi la vita. Il suicidio è un problema serio per esempio in Finlandia, visto che possiede la più alta percentuale di suicidi con arma da fuoco in Europa e la seconda più alta nel mondo dopo gli Stati Uniti, mentre qui in Italia i suicidi sono “solo” un terzo di quelli finlandesi. Per combattere il buio e la conseguente depressione stagionale in moltissime case viene installata una speciale lampada che simula il sorgere della luce del sole in modo da rendere il risveglio più naturale.
Tutto questo perché c’è un collegamento poco conosciuto tra vitamina D e depressione, comprovato proprio da diversi studi scientifici sia scandinavi in adulti e anche in giovani americani (“Serum vitamin D concentrations are related to depression in young adult US population”: the Third National Health and Nutrition Examination Survey).
Ma in realtà questa situazione non riguarda solo le popolazioni a nord del mondo, ma anche tutti noi, perché siamo per la maggior del tempo chiusi nelle nostre case e nei nostri uffici, abbiamo vestiti che ci coprono completamente anche quando siamo all’aperto e non bastano certo i 15 giorni al mare per la fare la scorta di vitamina D per il resto dell’ anno.
Insomma, come al solito, l’ uomo ha bisogno di tantissimi anni (anche centinaia di migliaia) per adattare il DNA alla nuova situazione di cibo, ambiente e malattie al di fuori della natia Africa e quelle poche decine di migliaia di anni in giro per il mondo, chiusi nelle case, indossando abiti molto più coprenti (in alcune regioni medio-orientali sono scoperti solo gli occhi delle donne) non sono certo bastati per adattare il nostro organismo alla scarsità di sole.
....
Del resto, non certo a caso, l’ estate è da sempre la stagione degli amori, stimolati anche da una maggiore esposizione al sole in spiaggia, che permette così una surplus di sano testosterone per ambedue i sessi.
Controllare che i propri livelli di vitamina D siano nella norma, potrebbe essere addirittura fondamentale anche per poter dimagrire, in quando gli obesi producono il 10% di questa sostanza rispetto ai normopeso e questa carenza interferisce con la funzionalità della leptina. Quest’ ultima è un ormone-messaggero costituita da cellule adipose che comunica all’ipotalamo (un piccola ghiandola del cervello) quanto grasso è immagazzinato nel corpo e quindi segnala che lo stomaco è pieno, togliendo cosi la fame.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminadsesso.htm
Un altro articolo conferma che la vitamina D3 quando viene attivata dal fegato, diventa un ORMONE che dispone della obbedienza di TUTTE le cellule del corpo.
La pagina in oggetto in fondopagina recita:
"La vitamina D ha una maggiore molteplicità di azione chimica di quanto si era pensato finora. Nella sua forma attivata è un vero ormone in grado a dare dei comandi a tutte le cellule corporee. Non si tratta solo di un elemento costitutivo semplice com’è il caso di altre vitamine, ma trattasi di una sostanza che dà istruzioni precise nel nucleo della cellula"
Un ottimo articolo, ma dato che si può fraintendere come si AUTOPRODUCE questo "ORMONE", visto lo scritto: "Con l’irradiazione della luce solare sulla nostra pelle, si forma la vitamina D." mi permetto di specificare che questo avviene nei capillari che contengono il tanto famoso COLESTEROLO già AUTOPRODOTTO nel fegato e lo trasmutano in questa vitamina D3 (ormone colecalciferolo).
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminadormonea.htm
L'articolo conferma che la vitamina D è un ORMONE importantissimo per la continuazione della specie, poichè è quella che influisce sulla libido, quindi sugli ORMONI sia maschili che femminili.
sLa pagina recita:
"Una carenza di questa comporta una serie di ripercussioni sulla nostra salute. E anche sulla vita privata…
SALVO CAGNAZZO
Non servono pasticche blu o un bicchierino in più. Per migliorare il xexxo, secondo la scienza, c’è una soluzione molto più semplice. Naturale. Parliamo della vitamina D. La cosiddetta “vitamina del sole”, che possiamo facilmente assorbire dall’esposizione solare durante l’estate, è essenziale per una serie di benefici per la salute. Come la cura delle ossa, del cervello e del sistema immunitario. Ma agisce anche sugli ormoni. Quelli maschili e quelli femminili.
Tuttavia, durante l’inverno, tale carenza è evidente. E va supplita in qualche modo. Perché la vitamina può influire sulla libido, come ha spiegato Rob Hobson, responsabile della nutrizione di Healthspan e co-autore della Detox Kitchen Bible. “Ci sono molti fattori che possono influenzare la libido come lo stress, l’ansia, la depressione, i farmaci, il fumo, il bere, la malattia e il sovrappeso”.
E’ una questione di ormoni: la Vitamina D influisce anche su questi, sia maschili che femminili
“Questi fattori possono influire sulle scelte alimentari che facciamo, che a loro volta possono influenzare l’assunzione di nutrienti e la qualità della nostra dieta. E possono anche agire sul fabbisogno corporeo di alcuni nutrienti o influenzarne l’assorbimento nel corpo. L’effetto congiunto di queste condizioni determina un impatto sulla libido”. Lo dice Hobson.
Ma vediamo cosa dice la scienza a tal proposito. Uno studio, pubblicato sulla rivista Clinical Endocrinology, ha rivelato che gli uomini con livelli adeguati di nutrienti avevano più testosterone, i famosi ormoni sessuali maschili, rispetto a chi aveva livelli più bassi. Anche un’altra ricerca, pubblicata sul Journal of International Urology and Nephrology, ha dimostrato che le donne con disfunzioni sessuali avevano livelli ematici più bassi di vitamina D. Il che sembrerebbe causare difficoltà con l’eccitazione, la lubrificazione. E anche con la soddisfazione. Quindi con l’orgasmo.
I risultati si collegano con altri studi che suggeriscono che la mancanza di luce solare durante l’inverno influisce sui livelli di estrogeni, gli ormoni sessuali femminili. Con il 40 per cento degli adulti che soffrono di vitamina D bassa durante l’inverno, secondo la National Diet and Nutrition Survey del Regno Unito, è probabile che molti problemi nella camera da letto potrebbero essere risolti facilmente. Con una compressa. O mangiando cibi ricchi di vitamina D, come pesce, uova e funghi. O con una fuga di coppia in qualche isola tropicale. Ma magari.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminadormoni.htm
La pagina recita:
"Esame/Analisi: VITAMINA D-1,25OH
Sigla e sinonimi:

INFORMAZIONI PER PAZIENTI

Significato diagnostico

Il nome vitamina D è un termine generale comunemente utilizzato per identificare i componenti di una famiglia di molecole strettamente connesse fra di loro, che derivano da un precursore comune, il 7-deidrocolesterolo o previtamina D3, presente in natura.
La previtamina D3, principalmente di origine alimentare, subisce una fotosintesi a livello della pelle regolata dall'esposizione ai raggi ultravioletti che la converte in vitamina D3 o colecalciferolo che è biologicamente inattivo.
Quando il colecalciferolo entra in circolo,viene prima di tutto assorbito dal fegato dove viene metabolizzato in 25-idrossivitamina D3 (25 -OH-D3); successivamente la 25-OH-D3 viene trasportata a livello renale dove una piccola parte subisce un'ulteriore trasformazione a 1,25 diidrossivitamina D( 1,25-OH D), che è un potentissimo ormone calcio-tropico.
La vitamina D 1,25-OH infatti rappresenta uno dei principali regolatori del metabolismo del calcio e dei fosfati: stimola l'assorbimento di calcio da parte dell'intestino e aumenta il riassorbimento osseo. Inibisce la produzione dell'ormone paratiroideo (PTH) sia con azione diretta sulle paratiroidi, sia indiretta aumentando i livelli di calcio nel siero. A sua volta, la produzione di vitamina D 1,25-OH è regolata dal PTH, determinando quindi un efficace sistema di controllo.
Proprio per il ruolo essenziale che riveste nell'assorbimento attivo ed efficace di calcio e fosforo, la determinazione della vitamina D 1,25-OH è importante per l'individuazione di malattie e condizioni che interessano il normale metabolismo di calcio e fosforo."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminadlaverita.htm

La composizione del microbioma intestinale varia a seconda del livello di assunzione di vitamina D e della concentrazione della sua forma biologicamente attiva, la 25-idrossi vitamina D (25(OH)D).

A dimostrarlo sono i ricercatori dell’Università di San Paolo, in Brasile, che hanno condotto uno studio su 150 individui sani, suddivisi in 3 gruppi in base ai livelli di vitamina D e di 25(OH)D.

Dei partecipanti allo studio sono stati analizzati anche il profilo infiammatorio e la composizione del microbioma intestinale, visto il ruolo giocato da questa vitamina nel modulare il sistema immunitario proprio a livello enterico.

Secondo alcuni studi, una sua carenza sarebbe in grado di deteriorare la parte intestinale, favorendo la traslocazione di endotossine nel torrente circolatorio e lo sviluppo di uno stato infiammatorio sistemico.

Inoltre, è stato ipotizzato che la relazione fra la vitamina D e alcune patologie metaboliche possa essere mediato dalla composizione della popolazione batterica intestinale.

I ricercatori brasiliani hanno quindi deciso di verificare se l’ipotetico legame fra i livelli di questa vitamina e il microbioma dipenda da uno stato infiammatorio di basso grado.
Vitamina D, sistema immunitario e microbiota: cosa emerge dallo studio

Dai dati, pubblicati sulla rivista Metabolism, risulta che la concentrazione di lipopolisaccaride (LPS) aumenta in concomitanza con la riduzione di 25(OH)D.

L’analisi di campioni di feci ha poi dimostrato che il gruppo di soggetti con maggiori livelli di vitamina D è caratterizzato dall’abbondanza di alcuni ceppi batterici, come per esempio Prevotella, e dalla scarsità di altri, tra cui i gram-negativi Haemophilus e Veillonella.

I ricercatori hanno rilevato anche un’associazione inversa fra i livelli di 25(OH)D e la concentrazione di due proteine coinvolte nel processo di infiammazione (E-selectina e proteina c-reattiva), risultato che suggerisce un’azione antinfiammatoria della vitamina D anche in soggetti sani.

Basandosi sui dati ottenuti, i ricercatori hanno quindi concluso che la capacità della vitamina D di modulare l’attività del sistema immunitario a livello intestinale può influenzare la composizione del microbioma.

Il suo ruolo nel mantenimento dell’omeostasi immunitaria sembrerebbe quindi dipendere, almeno in parte, dall’interazione con i batteri intestinali.

L’infiammazione sembra invece mediare questa associazione solo marginalmente, dal momento che, una volta inseriti nell’analisi anche i marker infiammatori, la significatività statistica rilevata fra vitamina D e microbioma tende ad attenuarsi.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminadedintestinostudio.htm

ciaooo Genfranco
.
.
Torna in alto Andare in basso
genfranco

genfranco

Maschio Messaggi : 1028
Punti : 7939
Data d'iscrizione : 07.11.09
Età : 79
Località : pinerolo

l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Empty
MessaggioTitolo: Re: l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio   l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Icon_minitimeMer 25 Mar 2020 - 11:39

Il ritardo è causa dalla mancata connessione al provaider, quindi chiedo scusa di questo ritardo.

Prima di tutto, riguardo a questo articolo non posso fare a meno di iniziare il discorso su un fatto che personalmente ritengo IMPORTANTISSIMO, di cui ti lascio alle tue personali conclusioni dopo che ti avrò spiegato il motivo per cui questa mia opinione..
L'articolo tra l'altro, elenca elementi che stanno nel mio e nel tuo sangue, questo te lo dice il tuo medico facendoti fare l'esame del sangue in qualsiasi momento di bisogno, e se tu un maschio, li hai anche nel tuo liquido seminale maschile, nel quale hai la potenza di GENERARE quello spermatozoo che potrà essere l'inizio di una vita.
Gli incriminati sono:
CALCIO
MAGNESIO
VITAMINA D
VITAMINA B12
i quali l'articolo li chiama "integratori" come imposto da medicina, quindi dal SISTEMA.
Fissato questo ora vediamo insieme il compito di questi denominati "integratori" della quale parola, conoscendone il significato, ora stabiliamone senza ombra di dubbio, se è giusto denominare così, questi elementi elencati dall'articolo, insieme agli altri conosciuti, ad esempio:
ACIDO ASCORBICO (VITAMINA C)
POTASSIO
FERRO, ecc.
"A questo punto una domanda: QUANTE INFORMAZIONI NASCONDE IL SISTEMA PER TENERCI MALATI E SCHIAVI?
Lo vediamo insieme?
Prima di procedere ho definito chiaramente che questo SILICIO è uno degli "ALIMENTI ESSENZIALI" nel quale SONO STATO GENERATO, quindi è come tutti loro SCRITTO A LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA.
A conferma il file del Ministero della Salute della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata", che elenca, senza ombra di dubbio, TUTTI questi "ALIMENTI ESSENZIALI" che denomina INTEGRATORI, ma dato che personalmente non me la sento di dire di essere stato GENERATO negli INTEGRATORI, mi sono permesso di dare loro una denominazione che ritengo più consona alla mie esistenza al mondo, "ALIMENTI ESSENZIALI".
Questa tabella riporta tra gli altri, stabilendo dei valori massimi giornalieri ammessi nelle confezioni proposte dalle ditte o industrie farmaceutiche che le propongono sul mercato:
vitamina A mcg 1200
vitamina D mcg 25
vitamina E mg 36
vitamina K mcg 105
vitamina C mg 1000
tiamina (vitamina B1) mg 25
...............
potassio non definito
CLORO non definito
calcio mg 1200
fosforo mg 1200
magnesio mg 450
..............
FLUORO mg 4
selenio mcg 83
...............
BORO mg 1.5
sodio non definito
SILICIO NON DEFINITO
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagineAree_1268_5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/razionerg.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/silicioorganicoevitaminaK2.htm

se è giusta questa parola, oppure è il caso che vengano denominati diversamente, cercando una parola più consona al compito svolto da questi. 
Come abbiamo fissato sopra, questi elementi sono nel liquido seminale maschile di TUTTI gli animali al mondo da dove inizia la vita futura, ed anche nel SANGUE di ognuno di loro, e non solo, ma sono anche  nella LINFA dei vegetali dai quali la medicina dice:
"Per ingoiare VITAMINA C (ACIDO ASCORBICO) devi ingoiare frutta e verdura"
Quindi abbiamo certezza che i maggiori fornitori di VITAMINA C (ACIDO ASCORBICO) sono i VEGETALI, quindi, sapendo che questo "ALIMENTO ESSENZIALE" AUTOPRODOTTO da ogni individuo, che per essere presente in ogni parte del suo corpo DEVE obbligatoriamente circolare nella sua LINFA.  
Quindi ho certezza che sono scritti a lettere di fuoco nel DNA di OGNI ESSERE VIVENTE.
Ho anche certezza che sono gli stessi che AUTOPRODUCONO le DIFESE IMMUNITARIE, che sono quelle che prevengono e guariscono le malattie.
Quindi personalmente, vergognandomi della parola "integratori" mi sono permesso di denominarli:
"ALIMENTI ESSENZIALI".
Come vedi, scrivo la parola in maiuscolo e tra virgolette, questo per rispetto a questi "ALIMENTI ESSENZIALI", nei quali mio padre mi ha GENERATO, ed è per questo che sono quì a scrivere per te, e ti pare poco?
QUINDI, ALTRO CHE "integratori" che devi ingoiare solo ogni tanto, dei quali il tuo farmacista ti dice di ingoiare solo per un periodo e poi smettere altrimenti ti affaticano i reni ed il fegato!
Lui sà benissimo che invece affaticano i suoi incassi!


Al di là delle FALSITA' ed alle BUGIE che ci propina il SISTEMA da sempre, usando anche la PUBBLICITA' SPAZZATURA e mai come in questi giorni nostri, pur di mantenerci in MALATTIA, eccomi a proporvi, oltre agli "ALIMENTI ESSENZIALI", un'altra realtà che è a portata di clic, senza scopo di lucro e senza un fine di ALIMENTAZIONE; come invece lo sono certe ALIMENTAZIONI che pur di ottenere il loro scopo recondito molto ben nascosto, agendo apertamente su parole come "ETICA" ecc. ed informazioni totalmente sbagliate, agendo anche sui sentimenti delle persone, le indirizzano verso una ALIMENTAZIONE che ritengo totalmente errata.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/alimentiessenzialicosasono.htm

E' da sottolineare queste frasi dell'articolo:
"IN NATURA ESISTONO DUE TIPOLOGIE DI SILICIO: IL SILICIO MINERALE ED IL SILICIO ORGANICO.
Il primo è il principale elemento della crosta terreste (27%) subito dopo l'ossigeno )46.60%), ed è composto da un atomo di SILICIO legato a due di idrogeno, si trova in tantissimi minerali tra cui principalmente la sabbia e l'argilla.
Il secondo si differenza dal primo per la presenza di uno o più atomi di carbonio associati all'idrogeno. Sotto questa forma rappresenta un elemento essenziale per tutta la materia vivente."
Quindi possiamo concludere senza ombra di dubbio che sul pianeta terra, gli elementi in maggior quantità sono:
primo: l'OSSIGENO
secondo: il SILICIO, come appena appreso
terzo: il CLORURO DI MAGNESIO, elemento base dell'acqua di mare, per TUTTE le specie, sia animali che vegetali, che in questo CI NASCONO, CI VIVONO E CI MUOIONO, oltre che essere sulla terra ferma per i rimanenti esseri viventi, i quali anche per loro è di rilevante importanza.
Come vedremo dalla tabella sotto, del Ministero Della Salute, sia il SILICIO che il MAGNESIO sono degli "ALIMENTI ESSENZIALI" per TUTTI gli esseri viventi.
Quindi sappiamo con certezza che l'OSSIGENO, per il regno animale, ne è la base.
E volte dirmi che questi due "ALIMENTI ESSENZIALI" SILICIO e MAGNESIO sono meno importanti dell'OSSIGENO?
Continuando per importanza, come "ALIMENTI ESSENZIALI" AUTOPRODOTTI da TUTTI gli esseri viventi:
primo l'ACIDO ASCORBICO
secondo la vitamina D
Come non posso pensare che la CARENZA di uno di questi quattro sia malattia certa?
Ecco perchè non riesco neppure ad immaginare che se uno di questi dato in maggior quantità all'individuo vivente potrebbe causare dei danni.
Se così fosse, sarebbe la fine della vita sulla terra.
Sicuramente quest'ultima regola vale per TUTTI gli "ALIMENTI ESSENZIALI" che stanno sia nel sangue che nella linfa delle specie viventi.
Anche perchè se l'Homo Sapiens ha la possibilità per certi "ALIMENTI ESSENZIALI", e questo SOLO in questo specifico momento storico, di valutare le quantità ingoiate, non riesco a concepire che se gli individui delle altre specie, che non hanno questa possibilità, ingoiandone o AUTOPRODUCENDOSENE quella maggiore quantità, sicuramente sarebbe la ESTINZIONE per questa specie.
PREMESSA
Decine di opere firmate da scienziati e studiosi concordano su un fatto: IL SILICIO ORGANICO E' STRAORDINARIAMENTE EFFICACE PER LA CURA DI MOLTISSIME PATOLOGIE - DALL'INSONNIA ALL'ECCESSO DI COLESTEROLO, DALLA MANCANZA DI DENSITA' OSSEA FINO ALLE RUGHE - è privo di effetti collaterali e sempre più medici e specialisti lo utilizzano e lo prescrivono ai propri pazienti.
Senza il SILICIO molti processi vitali sarebbero impossibili, ma leggendo la prossime pagine, scoprirete che i poteri del SILICIO ORGANICO sono eccezionali e le applicazioni pratiche molto più numerose di quanto si possa immaginare.
Il SILICIO è un alleato prezioso per la salute e il benessere, INDISPENSABILE A QUALSIASI INDIVIDUO NELLA SECONDA META' DELLA VITA, è la risposta ideale a numerose carenze nutritive - inevitabili considerata la vita e l'alimentazione che abbiamo oggi e persino PREZIOSA FONTE DI GIOVINEZZA.
I successi ottenuti dall'utilizzo del SILICIO ORGANICO sono innumerevoli ma il grande pubblico poco o nulla sà di questa incedibile scoperta.
Perchè? Molto probabilmente perchè un prodotto DAVVERO efficace è ANCHE TROPPO SCOMODO.
Perciò dobbiamo fare tutto il possibile per condividere queste informazioni: ci auguriamo che un numero crescente di persone scopra i vantaggi del SILICIO ORGANICO, i suoi straordinari poteri e ne possa beneficiare per conservare o riacquistare benessere.
Il <> del SILICIO ORGANICO stà nella sua straordinaria capacità di aiutare l'organismo s difendersi da malattie e virus e nella capacità di stimolare la forza naturale del corpo rigenerando i tessuti. Tutto questo senza scatenare allergie, intolleranze o effetti secondari.
RICORDATE CHE IL SILICIO E' COMUNQUE UN POTENTE ALLEATO CONTRO L'INVECCHIAMENTO DEI TESSUTI, combatte attivamente l'indurimento di arterie e l'irrigidimento di tutte le articolazioni, PERCIO' E' UTILE A TUTTI.
NB: LE INFORMAZIONI RIPORTATE IN QUESTA PUBBLICAZIONE, NON INTENDONO SOSTITUIRSI AL PARERE DEL MEDICO O AI FARMACI E NON INTENDONO SUGGERIRE, IMPLICITAMENTE O ESPLICITAMENTE, LA SOSPENSIONE DELLE CURE MEDICHE EVENTUALMENTE IN CORSO.
Tutte le indicazioni nascono dalle testimonianze riportate dalle persone che hanno utilizzato questo tipo di integratore.
I prodotti devono essere assunti sotto le piena responsabilità del diretto interessato.
Il SILICIO ORGANICO si è rivelato un prodotto eccezionale con straordinarie proprietà benefiche e moltissimi vantaggi, permette di curare le patologie più disparate:
- E' FACILMENTE ASSIMILABILE SIA DALL'ORGANISMO UMANO CHE ANIMALE
- NON E' TOSSICO
- NON HA EFFETTI COLLATERALI, NEPPURE CON L'USO PROLUNGATO PER ANNI
- E' COMPATIBILE CON QUALSIASI TERAPIA
- PROTEGGE E RIGENERA L'INSIEME DELLE CELLULE
- E' UN ANTINFIAMMATORIO FORMIDABILE
- ACCELERA IL PROCESSO DI CICATRIZZAZIONE
- RAFFORZA IL SISTEMA IMMUNITARIO
- E' UN POTENTE ANTIDOLORIFICO CHE SPESSO AGISCE IN POCHI MINUTI
- HA UN EFFETTO ANALGESICO FORMIDABILE CONTRO PUNTURE DI INSETTI, MEDUSE, BRUCIATURE ED USTIONI.
- E' IMPORTANTISSIMO PER LA RISTRUTTURAZIONE DELLE FIBRE DI ELASTINA E COLLAGENE
- E' FONDAMENTALE PER LA MINERALIZZAZIONE DELLE OSSA OLTRE CHE PER IL METABOLISMO GENERALE
- HA LA CAPACITA' DI PENETRARE MOLTO FACILMENTE DERMA ED EPIDERMIDE E DIFFONDERSI NELL'ORGANISMO, SOPRATUTTO NELLE PARTI COLPITE DA PATOLOGIE E DISFUNZIONI

L'originale:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/silicioorganico.pdf
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/silicioorganicoevitaminaK2.htm
Ho inserito questa pagina perchè riporta solo alcuni di questi "ALIMENTI ESSENZIALI", che dei quali non descrive neppure le esatte informazioni, ma è già una conferma a quello di cui mi occupo ogni giorno per la mia e la tua SALUTE, cercando il modo di farti capire queste GRANDI VERITA'.
L'articolo però riporta che questi "integratori", "ALIMENTI ESSENZIALI" devono essere eventualmente integrati solo dopo i 40 anni, ma prima, il medico gli eventuali esami del sangue li farà fare ai genitori per te, se sono ancora in vita? ROBE DA MATTI!
1/7
Ogni donna, superati i 40 anni, dovrebbe imparare a prendersi cura del proprio corpo. Come? Mangiando sano, praticando sport e assumendo i giusti integratori alimentari. Scopriamo quali sono e perché sono così importanti.

2/7
Il calcio è un minerale molto importante per la salute delle donne che hanno superato i 40 anni. In questa fase della vita infatti le ossa diventano più fragili, complici i cambiamenti che porteranno verso la menopausa. Per contrastare la fragilità ossea meglio assumere ogni giorno del calcio.

3/7
I probiotici sono gli alleati perfetti delle donne dopo i 40 anni per perdere peso e sentirsi più leggere. Migliorano il funzionamento dell'intestino e mantengono in equilibrio la flora batterica, tenendo alte le difese immunitarie.

4/7
Il magnesio andrebbe assunto quotidianamente dalle donne che hanno superato i 40 anni. Questo minerale infatti aiuta a tenere sotto controllo la pressione del sangue, riduce il rischio di infiammazioni e malattie cardiovascolari.

5/7
La vitamina D ci aiuta a tenere sotto controllo il livello di zuccheri nel sangue. Una carenza di questa sostanza può provocare grossi problemi, soprattutto dopo i 40 anni, conducendo anche al diabete.

6/7
La vitamina B12 è fondamentale per il benessere delle donne, soprattutto dopo i 40 anni. Migliora la circolazione e la salute degli organi. Non solo: questa vitamina rende attivo il cervello e migliora l'umore, che spesso, complice gli sbalzi ormonali, può giocare brutti scherzi.

7/7
Gli acidi grassi Omega 3 sono il passaporto per ridurre l'invecchiamento e contrastare i segni del tempo. Queste sostanze contrastano l'azione dei radicali liberi, in più aiutano a rimanere in forma, stimolando il metabolismo.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/alimentiessenzialidopoi40anni.htm

ciaooo Genfranco
.
.
Torna in alto Andare in basso
genfranco

genfranco

Maschio Messaggi : 1028
Punti : 7939
Data d'iscrizione : 07.11.09
Età : 79
Località : pinerolo

l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Empty
MessaggioTitolo: Re: l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio   l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Icon_minitimeGio 26 Mar 2020 - 19:53

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/magnesiocloruroedilmareora.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/pagineprecedenti.htm

L'articolo in oggetto del fondopagina recita:
"Tanti studi effettuati in diverse parti del mondo, concordano che la miglior cura ad ogni male è avere un forte contatto con il mare.
Sempre più specialisti consigliano di avere un contatto forte con acque marine per il ripristino dell’ intero organo.
Inalare l’aria del mare per prevenire molte patologie.
Secondo recenti studi, inalando l’aria del mare si riesce a prevenire un’ incredibile quantità di patologie .
Liberare il nostro organismo dalle intolleranze allergiche."
Da questo scritto mi rendo conto che la DISINFORMAZIONE E' TOTALE, se non di più, e mi permetto di dichiararlo in quanto mi stupisce che chi ha partecipato agli studi citati, non ha rilevato che nell'acqua di mare vi è il CLORURO DI MAGNESIO, in maggior quantità sul pianeta terra, poichè ha citato il CALCIO e lo IODIO, 2 (due) "ALIMENTI ESSENZIALI" come lo è anche il CLORURO DI MAGNESIO.
A conferma il file del Ministero della Salute della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata", che elenca, senza ombra di dubbio, TUTTI questi "ALIMENTI ESSENZIALI" che denomina INTEGRATORI, ma dato che personalmente non me la sento di dire di essere stato GENERATO negli INTEGRATORI, mi sono permesso di dare loro una denominazione che ritengo più consona alla mie esistenza al mondo, "ALIMENTI ESSENZIALI".
Questa tabella riporta tra gli altri, stabilendo dei valori massimi giornalieri ammessi nelle confezioni proposte dalle ditte o industrie farmaceutiche che le propongono sul mercato:
vitamina A mcg 1200
vitamina D mcg 25
vitamina E mg 36
vitamina K mcg 105
vitamina C mg 1000
tiamina (vitamina B1) mg 25
...............
potassio non definito
CLORO non definito
CALCIO mg 1200
fosforo mg 1200
magnesio mg 450
..............
FLUORO mg 4
selenio mcg 83
...............
BORO mg 1.5
sodio non definito
IODIO mcg 225
SILICIO NON DEFINITO
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagineAree_1268_5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/razionerg.htm

Quindi possiamo capire che addirittura 3 (tre) "ALIMENTI ESSENZIALI", insieme possono fare una grossa differenza.
Dei benefici citati dall'articolo dichiarati dagli studi, ne abbiamo ampie prove, ma questo avviene poichè non solo gli abitanti di queste acque, sia del REGNO ANIMALE che del REGNO VEGETALE, NASCENDO, VIVENDO TUTTA LA LORO VITA, ed alla fine anche MORENDO, ne hanno questi benefici, ma anche gli abitanti della terra ferma, sia ANIMALI che VEGETALI, che provengono anche loro da queste acque.
La riprova semplicissima ce la dà la forma dello spermatozoo animale, con la sua forma di pesciolino e del girino, i quali vivono entrambi nelle acque, tenendo conto che sicuramente in un tempo precedente anche la rana viveva nel mare, ma poi nel tempo e con la EVOLUZIONE si è adattata alle acque dolci come vive oggi.

E per noi "terrestri", la pagina recita:
"Ma non si ricorda che nella quarta o quinta elementare, informandoci della EVOLUZIONE, i maestri ci hanno detto che ad un certo punto di questa, molto tempo fà, avvenne la GRANDE SEPARAZIONE in REGNO ANIMALE e REGNO VEGETALE?
Cosa vuol dire questo?
Che prima della GRANDE SEPARAZIONE TUTTI GLI ESSERI VIVENTI ERANO UNA COSA UNICA, non può essere diverso, vero?
Altrimenti non avrebbe potuto avvenire la GRANDE SEPARAZIONE.
Allora vuol anche dire che TUTTE le SPECIE ANIMALI o VEGETALI, provenendo da una unica fonte, hanno bisogno degli stessi "ALIMENTI ESSENZIALI" che le medicina chiama "integratori", che in primis, circolando nel SANGUE degli ANIMALI ma circolano anche nella LINFA dei VEGETALI. Sono poi nel liquido seminale maschile chiamato SPERMA per gli ANIMALE, e nel GERME per i VEGETALI, che è da questi ultimi che parte la VITA di entrambi i REGNI, quindi LA CONTINUAZIONE DELLE SPECIE.
MOTIVO FINALE per il quale ogni individuo di qualsiasi specie esso sia, compreso per l'Homo Sapiens, è venuto al mondo.
Di questo SEMPLICISSIMO motivo, ho certezza che gli individui della SPECIE UMANA, non ne sono informati, ma SOLO LO STUPIDO CERVELLO NON LO SA', in quanto i corpi di entrambi i sessi lo sanno benissimo, ed è alla MATURAZIONE che ogni corpo inizia a GENERARE l'uno ed a PRODURRE l'altra, lo SPERMATOZOO il primo e l'OVOLO la seconda, per l'UNICO VERO MOTIVO per cui è nato.
Naturalmente per il maschio, prima il suo corpo PRODUCE quel liquido seminale nel quale poi può GENERARE quello spermatozoo che è l'inizio della vita ANIMALE.
A questo punto, chiedo scusa, ma voglio premettere che non sono maschilista, anzi mi vergogno che esista questa parola, in quanto profittare dell'altro xexxo per i propri porci comodi è INQUALIFICABILE SEMPRE E COMUNQUE, anche perchè questo xexxo è quello che in pratica dà al maschio la possibilità di compiere quell'UNICO scopo per il quale è venuto alla vita.
Per essere preciso, personalmente mi paragono ad un FUCO, che nelle api, dopo aver fecondato la regina, diventa inutile mantenerlo in vita, poichè l'anno successivo, di maschi ne nascono altri che saranno pronti a compiere lo stesso dovere di questi, anzi più giovani e più forti di questi se rimanessero in vita, mentre no, la EVOLUZIONE di questa specie, vuole che dopo aver compiuto il loro dovere, i FUCHI MUOIANO, perchè per la maggior parte di loro, non sono in grado di ritornare all'alveare, oppure uccisi dalle api al ritorno. Solo qualcuno ha la fortuna di vivere ancora.
Incontestabile, fino a quì. vero?"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/mercurioedilcervello.htm

Per chiarire un altro fatto molto importante su questo CLORURO DI MAGNESIO, la pagina recita:
"L'articolo della pagina del link sotto scrive:
"Ecco come il tuo corpo ti comunica una carenza di magnesio nel sangue
e ne elenca 9 segnali, voglia scoprirli insieme?
Dell'articolo di cui la pagina sotto, cito una parte che ritengo molto importante che descrive le malattie che ingoiando il CLORURO DI MAGNESIO si hanno avuto con certezza delle guarigioni:
"Il Cloruro di Magnesio aiuta a curare “epilessie, distrofie, sclerosi, poliomielite, tumori, asma, bronchite cronica, broncopolmonite, enfisema polmonare, influenza, pertosse, raucedine, affezioni dell’apparato gastrointestinale, malattie cervicali, tensioni neuro muscolari, artriti, sciatiche, dolori ai muscoli, calcificazioni, osteoporosi, depressioni, ansie, paure, mali di testa, febbri, fuoco di sant’Antonio, orticarie, tetano (anche quando il paziente è già rigido), morsi di vipera (lavare anche la ferita), rabbia, parotite, scarlattina, rosolia, morbillo e le altre malattie dell’infanzia”."

La pagina riporta: L'AZIONE ANTIBIOTICA DEL CLORURO DI MAGNESIO
"Volevo ricordare un episodio che ho già riferito e mi pare particolarmente importante:
E’ incredibile come il caso del Dott. Neveu sia caduto completamente nel dimenticatoio. Riporto il testo per intero:
"Il dott. Neveu, nel 1932, utilizzò in un caso di difterite una soluzione di cloruro di magnesio nel tentativo di ridurre il rischio di reazione allergica al siero antidifterico che avrebbe poi somministrato, poiché Delbet aveva dimostrato che la soluzione poteva ridurre la risposta allergica. Quando il giorno dopo arrivarono dal laboratorio le risposte delle analisi che confermavano la difterite, e quindi prima di aver somministrato il siero, Neveu si accorse con grande stupore che la bimba era già perfettamente guarita. Dopo questo caso ne trattò altri 5 nei mesi successivi, e tutti guarirono perfettamente.
Negli anni seguenti tratta oltre 60 casi, tutti guariti senza dover mai utilizzare il siero antidifterico. Allora pubblica su una rivista medica un paio di articoli sul trattamento della difterite ed alcuni colleghi lo provano e ne confermano gli ottimi risultati.
Nel 1943 Neveu si accorge che oltre alla difterite il cloruro di magnesio era in grado di guarire anche l’altro grande flagello di quegli anni, la poliomielite. Allora cerca di ottenere una ufficializzazione del metodo, presentandolo all’Accademia di Medicina e si rivolge a Delbet che ne era membro.
Ma l’Accademia rifiuta a Delbet il permesso di effettuare la comunicazione a nome di Neveu in quanto questi non è membro dell’Accademia (cosa che in altre occasioni era stata fatta senza problemi).
Allora Delbet decide di presentarla a suo nome ma anche qui con mille scuse gli viene negato il permesso di parlare."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/magnesioneveu.htm

Riguardo alla sua proposta, questo gli scrive il suo amico e collega il professor Pierre Delbet:
"separator-trasp-2
80, rue de l’Universite´ 16 novembre 1944
“… la pubblicazione della mia comunicazione del 20 giugno e` stata definitivamente rifiutata. ll Consiglio dell’Accademia ha trovato, dopo cinque mesi di riflessione, la motivazione seguente: “facendo conoscere un nuovo trattamento contro la difterite, verrebbero impedite le vaccinazioni, mentre l’interesse generale e` di generalizzare Ie vaccinazioni”. Il Consiglio aveva la pretesa di non menzionare neppure la mia comunicazione nel bollettino. Ho protestato energicamente. Poiche´ la mia comunicazione e` stata letta in una seduta pubblica, il titolo deve comparire nel bollettino. Ho chiesto che. dopo il titolo, fosse indicato che la pubblicazione era stata rifiutata . Non ho potuto ottenere soddisfazione su questo punto. E` molto significativo, si rifiuta la pubblicazione ma non ci si vuol prendere la responsabilita` del rifiuto. Come riprendere la questione e darle la pubblicita` che merita? Se vedete una possibilita`, indicatemela… “.
Cordiali Saluti
Pierre Delbet
http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/magnesiovirgini.htm

È dal 1915 che si conosce questa notizia ma praticamente nessuno la diffonde.
Il cloruro di magnesio cura tutto, uno scarto del sale dal costo irrisorio. Le sue proprietà furono scoperte nel 1915 dal prof. Pierre Delbet ,ma le case farmaceutiche hanno voluto censurare questa informazione, in quanto le proprietà benefiche del cloruro di magnesio sono talmente tante che avrebbero limitato la vendita di una grossa quantità di farmaci tale da farle fallire totalmente. Delbet, utilizzando per la prima volta una soluzione di cloruro di magnesio per lavare le ferite, si accorse che non solo queste guarivano più in fretta, ma i tessuti non subivano alcun tipo di danno.*
Questa sostanza può avere incidenza in numerosi malanni: distrofia, sclerosi, poliomielite, tumori, asma, bronchite cronica, broncopolmonite, enfisema polmonare, pertosse, raucedine, affezioni intestinali, malattie cervicali, tensioni muscolari, artriti, sciatiche, dolori ai muscoli, calcificazioni, osteoporosi, depressioni, ansie, paure, mali di testa, febbri, fuoco di sant’Antonio, orticarie, tetano, rabbia, parotite, rosolia, morbillo e numerose altre malattie dell’infanzia.
Nelle sue tante ricerche, il prof. Pierre Delbet sperimentò il cloruro di magnesio anche sotto forma di pomata, per applicazioni esterne, e con sua grande sorpresa, poté constatare che i pazienti sottoposti al trattamento, se incanutiti dal tempo, riuscivano a riprendere un po’ di colore su capelli e peli ormai bianchi. Anche nella cura della pelle si erano fatti registrare dei risultati sorprendenti e, per la precisione, eczemi, psoriasi, verruche, ma anche in altre legate a stati allergici come le orticarie, raffreddori da fieno, emorroidi e tanto altro ancora.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/magnesiocloruroscopertaa.htm
Il titolo di un articolo sotto dice:
"Il mare è un farmaco che cura almeno 16 malattie: LO DICE LA SCIENZA"
e riporta:
"Una vacanza al mare può rappresentare una vera e propria cura per molte malattie.
Gettate tutti i medicinali e partite per una vacanza al mare. Grazie alla salsedine, allo iodio, all’aria salsoiodica, il mare può rappresentare una vera e propria cura per molte malattie.
A trarre beneficio da un soggiorno in riva al mare, oltre agli effetti piscologici, sono almeno 16 malattie, dalle allergie respiratorie alle anemie, dall’artrosi alla depressione, ma anche distorsioni, fratture, ipotiroidismo, malattie ginecologiche, reumatiche, psoriasi e rachitismo."
L'articolo dice il giusto!
Questa SCIENZA!!!! quanto è misteriosa questa SCIENZA!
E pensare che è gestita da nostri simili!

Vogliamo vedere il perchè di tutti questi misteri?
Il mare ci offre due "ALIMENTI ESSENZIALI" importantissimi:
Il CLORURO DI MAGNESIO
e la vitamina D.
Infatti in un litro di acqua del Mare Mediterraneo, vi sono 7 grammi di CLORURO DI MAGNESIO, poichè nel mare vi è la quantità più importante della terra.

Come abbiamo letto del dott. Angelo Bona, abbiamo capito che la vitamina D è importantissima per ogni essere vivente, ma ed il MAGNESIO?
Ma perchè fà bene alla vita il CLORURO DI MAGNESIO?
Su di questo CLORURO DI MAGNESIO Lorenzo Acerra ci sottolinea la importanza fondamentale non solo per noi ma anche per tutti gli esseri viventi, informandoci che:
"pagina 62
La vita, ogni forma di vita, è nata nel mare tanti milioni di anni fa. Il DNA di esseri viventi per conservarsi e moltiplicarsi ha deciso, nel salgemma marino cristallizzato, di costruire una macchina basata su un unico programma di fondo, "il mantenimento dei sani livelli di MAGNESIO nei vari androni della cellula".
Il nostro corpo è quella macchina
Abbiamo sempre bisogno, sopratutto nelle strutture di basi cellulari, di attingere al sale più prezioso di cui è prodigo l'oceano. Il nostro cordone ombellicare con l'oceano è solo apparentemente spezzato.
La salinità dell'interno della cellula dipende dal MAGNESIO, non solo perchè esso è guardiano dei canali ionici della cellula, ma anche perchè il passaggio diretto attraverso la pareti (che riguarda l'acqua ed in maniera notevolmente più ridotta altre sostanze) dipende dal contenuto di MAGNESIO della cellula, cioè da quell'esercito di "soldati semplici" che nella descrizione precedente poteva sembrare avere un ruolo marginale. E invece l'organismo umano è tutto un gioco di micro-processi osmotici ed è per questo che la supplementazione di CLORURO DI MAGNESIO in un organismo carente, spesso si traduce in un sostanziale ringiovanimento.
L'acquisizione di acqua e la ritenzione al livello giusto nella cellula è una questione di presenza di forze osmotiche, cioè di MAGNESIO. Il CLORURO DI MAGNESIO ha un rapporto particolare con l'acqua, tanto è vero che, potete vederlo con i vostri occhi, attirerà acqua dall'aria in breve tempo. Cambiando la situazione osmotica di una cellula, gli scienziati sono riusciti ad ottenere un afflusso corretto di acqua al suo interno e dunque un flusso rigenerativo in cellule precedentemente invecchiate. Alterazioni della situazione osmotica si verificano man mano che un organismo subisce un impoverimento di MAGNESIO.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/magnesioclorlorenzoacerra.htm
Infatti i vegetali sono nostri fratelli:
Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
La scoperta più stupefacente che ho fatto nel mese scorso, novembre 2015 è che nel GERME di TUTTI i semi vegetali vi sono gli stessi contenuti dallo SPERMA animale, e come potrebbe essere diverso? Di lì ha inizio la VITA.
Come si potrà rilevare dal pezzo dell'articolo che riporto sotto, il contenuto del GERME di grano è di TUTTI gli "ALIMENTI ESSENZIALI" contenuti nel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali del mondo detto SPERMA. Così è per TUTTI i semi al mondo, poichè un GERME lo contengono TUTTI dove è depositato il DNA della specie dove ha inizio la vita futura sia VEGETALE che ANIMALE.
Questo è comprensibile in quanto, come sappiamo, anche loro sono nostri fratelli poichè proveniamo da quegli unicellulari usciti dal mare di cui ci parla Irwin Stone:  
"pagina 1/10------sostanza fondamentale
L'ACIDO ASCORBICO è una sostanza ubiquitaria fondamentale nel processo vitale. Tutti gli organismi viventi o la producono o la prendono dal nutrimento oppure periscono. I sistemi enzimatici per la produzione dell'ACIDO ASCORBICO sono di antica origine e si sono formati molto presto nello sviluppo del processo vitale su questo pianeta, probabilmente mentre le forme più altamente sviluppate erano ancora forme primitive unicellulari.
pagina 1/10------solo embrione ma produce molto ACIDO ASCORBICO
L'evidenza della embriologia sia delle piante che degli animali corrobora questo punto di vista dal momento che il seme dormiente della pianta e l'uovo dell'animale sono privi di ACIDO ASCORBICO. C'è una produzione immediata di ACIDO ASCORBICO nel seme che germina o nell'uovo in sviluppo, perfino quando l'embrione non è niente più che un grumo di alcune cellule.
pagina 1/10------alta produzione sia in piante che animali
Anche la sua diffusa presenza in tutti gli odierni organismi pluricellulari, sia piante che animali, lo testimonia. Possiamo anche dedurre che la produzione di ACIDO ASCORBICO era ben sviluppata prima che gli organismi viventi divergessero nelle forme di piante e di animali.
pagina 2/10------RENI E FEGATO
Il luogo degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico nei vertebrati a sangue freddo, i pesci, gli anfibi ed i rettili, è nei reni. I più altamente attivi mammiferi a sangue caldo tutti sintetizzano il loro acido ascorbico nel fegato. Una delle principali
funzioni dell’acido ascorbico nella fisiologia animale è il mantenimento della omeostasi biochimica sotto stress. Più grande è lo stress a cui è sottoposto l’animale, più acido ascorbico produce.
Circa 165 milioni di anni fa, quando la natura aveva in vista l’evoluzione dei più attivi e stressanti mammiferi, doveva essere presa una importante decisione morfologica e fisiologica. I reni, pure adeguati come sito di sintesi dell’acido ascorbico per i lenti vertebrati a sangue freddo, erano inadeguati per le aumentate richieste di acido ascorbico per i più altamente stressati mammiferi. La soluzione vincente di questo problema fu il trasferimento degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico dai
relativamente piccoli e biochimicamente affollati reni al più spazioso fegato, che è il più grande organo del corpo. Tutti gli odierni mammiferi capaci di sintetizzare acido ascorbico lo producono nel fegato perché ogni antica forma che non effettuò tale
passaggio era così handicappata biochimicamnte che fu eliminata dalle forze della evoluzione.
...racconta l'EVOLUZIONE DEGLI ESSERI VIVENTI E L'ACIDO ASCORBICO
e spiega la perdita di produrcelo autonomamente
pagina 6/10------l'ACIDO ASCORBICO è un metabolita per tutti gli animali e non una VITAMINA
Stone 20. Negli ultimi 60anni, l'ACIDO ASCORBICO è stato visto come"vitamina C" quando in realtà è un metabolita del fegato e certamente non una "vitamina" per la miriade di mammiferi che hanno intatto il gene per lo L-gulonolactone ossidase. Tali mammiferi non prendono lo scorbuto, anche se hanno una dieta completamente priva di vitamina C.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova30/Immagini/irwinstorianaturale.pdf
e quindi l'ACIDO ASCORBICO, diventa ora la base della vita di questa pianta.
Ma sarà solo per il grano questo?
http://acidoascorbico.altervista.org/prova03/Immagini/germegranosperma.htm
Ed ora parliamo della vitamina D, la quale il corpo animale si AUTOPRODUCE partendo dal COLESTEROLO che circola nel sangue, trasmutandolo grazie ai raggi UV del SOLE.
La pagina recita:
"Insieme per evitare gli effetti collaterali
Scommetto che nessuno ti ha detto che il magnesio e vitamina D devono essere prese insieme in modo da evitare di vitamina D effetti collaterali e per massimizzare l'assorbimento di entrambe le sostanze. Nutrienti non funzionano da soli, e quando si tratta di assunzione di vitamina D, è importante che si prende il magnesio e vitamina D insieme e non solo di vitamina D da solo in grandi dosi come questo può portare a quello che la gente crede sono la vitamina D effetti collaterali, ma sono in realtà solo sintomi di carenza di magnesio che sono stati indotti a causa di come la vitamina D 'utilizza fino' di magnesio nella sua conversione alla sua 'forma attiva' nel flusso sanguigno da integratori e la luce del sole.
Questo è un grosso problema perché, come sempre più persone, e loro medici, cominciano a realizzare i sorprendenti benefici per la salute che la vitamina D ha da offrire e per capire la gravità delle lunghe termSymptoms di carenza di vitamina D, più persone stanno prendendo la vitamina D con l'effetto che vi sia un aumento di persone che hanno questi cosiddetti 'effetti della vitamina d collaterali.
Ma ciò che non è stato affrontato da operatori sanitari, tuttavia, è che molti di questi 'di vitamina D Effetti collaterali' non sono problemi con la vitamina D, ma sono problemi di non ottenere abbastanza magnesio! Ci sarebbe una riduzione significativa dei problemi con l'assunzione di vitamina D se solo la gente avrebbe preso magnesio e vitamina D insieme sono state prese allo stesso tempo.
Parte di questo problema è che quasi come molte persone hanno diagnosticato carenze di magnesio così come le persone con carenze di vitamina D. E purtroppo, i livelli di magnesio nel sangue sono praticamente senza valore e non si può dire se sei veramente il magnesio carente
In realtà, segni di carenza di magnesio sono così prevalenti che il Dr. Carolyn Dean chiama questo problema un 'epidemia'. E se avete ancora amild carenza di magnesio non riconosciuta, i tuoi segni di carenza di magnesio stanno per essere amplificato notevolmente quando la vitamina D è taken- in particolare nelle grandi dosi comunemente usate per la vitamina D il trattamento carenza. E questa è la creazione di alcuni effetti collaterali di vitamina D che non sono in realtà problemi con l'assunzione di vitamina D in sé, ma i sintomi di una carenza di magnesio indotta!
E 'vitale per prendere il magnesio e vitamina D per il corretto assorbimento
2K + Salva
Alcuni dei problemi sperimentati da coloro che l'assunzione di vitamina D da solo sono:
Insonnia
nervosismo
Crampi muscolari
Ansia
Palpitazioni
Stipsi
Mal di testa
dolore peggioramento
Il dolore del corpo / dolore osseo
Tutto ciò sono esattamente gli stessi come segni di carenza di magnesio !! Mentre ci sono certamente andando sempre essere quelli che semplicemente non può tollerare l'assunzione di vitamina D Supplementi per un motivo o un altro, la buona notizia è che la stragrande maggioranza di questi problemi possono essere risolti o facilmente prevenuta essere sicuri di prendere cofattori sufficienti , con vitamina a e la vitamina K di essere altrettanto importante quanto prendere il magnesio in una dose sufficiente per risolvere qualsiasi carenza latente, come ad esempio, che viene disegnato sulla pagina di magnesio dosaggio, insieme con la vitamina d.
Come magnesio e vitamina D
Lavorare insieme
Dal momento che è necessario il magnesio per la conversione della vitamina D nella sua forma attiva, è anche vero che l'assunzione di vitamina D non può sollevare i livelli ematici di vitamina D in coloro che sono carenti di magnesio !! Assicurarsi di leggere questo nuovo e di capire questo magnesio e vitamina D interrelazione:
Il magnesio è 'consumata' quando la vitamina D viene convertita nella sua forma attiva nel sangue
Il magnesio è 'richiesto' per convertire la vitamina D nella sua forma attiva nel sangue
Funziona in entrambi i modi. Il magnesio non è solo esaurita, ma non permette di convertire la vitamina D se non si ha abbastanza magnesio, al fine di consentire la vitamina D da convertire !! In molti casi in cui grandi dosi di vitamina D sono prese, ma il livello di vitamina D non venire, sia per la persona carente e il loro medico credono che stanno avendo problemi di assorbimento della vitamina D. Questo finisce per provocare:
Un sacco di paura che un serio problema medico di base esiste
Inutilmente alti dosaggi di vitamina D sono spesso prese causando un peggioramento della carenza di magnesio
Migliaia e talvolta decine di migliaia di dollari vengono spesi in inutili test medici per trovare il problema 'assorbimento'
La carenza di magnesio sottostante è spesso mai trovato e affrontato, perché il test per i livelli di magnesio non è un test utile per determinare necessità di tale nutriente
A differenza dei farmaci, nutrienti sono 'sinergico' e interconnessi tra loro. Soprattutto nel caso di magnesio e vitamina D è estremamente importante che si prende il magnesio e vitamina D insieme quando si sta assumendo la vitamina D al fine di evitare questi problemi.
Un'altra ragione di questo è che il magnesio aiuta l'assorbimento del calcio, così, e molte donne che prendono vitamina D e calcio 'le mie ossa' non finire per prendere il magnesio insieme con questi due Fertilizzanti- e questo può compromettere l'efficacia costruzione osso del vitamina d e calcio.
Quindi, non farsi prendere l'assunzione di vitamina D senza prendere sia magnesio e vitamina D insieme! E 'davvero così importante! Continua a leggere per scoprire quali altri fattori possono influenzare l'assorbimento della vitamina D.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/maghesioevitaminaD.htm
da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/vitaminadbase.htm

L'articolo e la SCIENZA parlano di 16 malattie guarite recandoti al mare per una vacanza, ma sono certo che sono molte di più.

Dell'articolo in oggetto DEVO e VOGLIO far rilevare un fatto molto importante di cui la INCOMPETENZA dei nostri medici sottolinea la loro poca dedizione alla nostra salute, quindi al MAGNESIO, ma dimostra invece la loro dedizione al business.
Sottolineo quindi che i valori che si rilevano nel sangue di cui la medicina fà riferimento e di cui i medici pensano che con i valori segnalati il paziente abbia una OTTIMA SALUTE, in realtà è COMPLETAMENTE FALSO e fuorviante.
Quindi attenti a non essere carenti di questo elettrolita MAGNESIO, così importante per la salute di ognuno di noi.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/magnesioclorlorenzoacerra.htm
La pagina recita:
"Una delle ragioni che dimostrano quanto la medicina occidentale sia sbagliata è il modo in cui lo testano: con esami del sangue.
Gli esami del sangue non danno alcuna informazione sul MAGNESIO … perché? Poiché il corpo controlla i livelli di MAGNESIO nel sangue molto strettamente.
Se il MAGNESIO nel sangue scende solo un po‘, si sta andando per avere un attacco di cuore. E‘quel campione. Quindi, per evitare ciò, il corpo ruba da tutte le sue cellule, tessuti e ossa il MAGNESIO per mantenere i livelli ematici costanti. Se si fa un esame del sangue per il MAGNESIO, le cellule potrebbero essere completamente vuote, mentre i livelli nel sangue rimangono costanti.
Quel che è peggio è che il MAGNESIO non è nemmeno nel sangue. 99% del MAGNESIO nel corpo è immagazzinato nelle cellule che vengono derubate, mentre solo l’1% di MAGNESIO totale del corpo è nel sangue. Questi test sono una completa perdita di tempo, e i medici sono all’oscuro da questa realtà.
“Un test del siero per il MAGNESIO è in realtà più che inefficace, perché un risultato che è entro i limiti normali dà un falso senso di sicurezza sullo stato del minerale nel corpo. Ciò spiega anche perché i medici non riconoscono la carenza di MAGNESIO; considerano i livelli di MAGNESIO nel siero come una misura accurata di tutto il MAGNESIO nel corpo. “- Dr. Carolyn Dean, il MAGNESIO miracolo.
Ho rilevato che questo articolo sia molto importante per la maggior parte delle persone, anche in giovane età, quindi lo sottopongo a tutti.
"Dr. Carolyn Deam, MD
I segni di carenza di magnesio sono ovunque se si sa cosa cercare, Purtroppo, i sintomi sono così incredibilmente comuni che costantemente non vengono considerati!
Quasi nessuno, sopratutto i medici, comprende che i disturbi di cui soffriamo quotidianamente sono i realtà sintomi di CARENZA DI MAGNESIO, La maggior parte due problemi di salute compresi i disturbi lievi sono collegati ad una mancanza di questo preziosissimo minerale salva-vita nel nostro corpo."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova5/Immagini/magnesioelettrolita.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/magnesiocloruro9segnali.htm

Tanti studi effettuati in diverse parti del mondo , concordano che la miglior cura ad ogni male è avere un forte contatto con il mare.

Sempre più specialisti consigliano di avere un contatto forte con acque marine per il ripristino dell’ intero organo.
 
Inalare l’aria del mare  per prevenire molte patologie.

Secondo recenti studi, inalando l’aria del mare si riesce a prevenire un’ incredibile quantità di patologie .

Liberare il nostro organismo dalle intolleranze allergiche.

E liberare i bronchi e i polmoni dall’ umidità  e i batteri che inaliamo durante un arco di tempo.

Inoltre è un ottimi antiossidante e ripulisce i polmoni dal fumo delle sigarette e dallo smog della città.
 
Il calcio presente nell’ acqua permette:

Alleviare i danni alle ossa e riduce i dolori dovute a distorsioni , fratture , osteoporosi , malattie reumatiche , rachitismo e dolori articolari .
 
L’ acqua salata invece porta diversi benefici alla pelle , tra cui :

Cura  dal acne seborroica , dalla dermatite , dalla psoriasi e dagli eczemi.
 
Lo iodio :

Ha effetti benefici sulla tiroide e migliora il sistema circolatorio.

Viene consigliato particolarmente a persone che hanno avuto trattamenti radioterapici .
 
Inoltre il mare ha altre mille benefici :

Migliora:

1 gli stati anemici.

2 le malattie ginecologiche.

3 l’ipotiroidismo e il linfatismo.

4  a combattere gli stati depressivi.

5 Si riduce la ritenzione idrica.

6 Vengono eliminati i chili di troppo.

7 Migliora il tono muscolare.

8  Rilassa i muscoli.

9  Scioglie le contratture accumulate.

10 Allontana lo stress.

Non a caso , da pochi anni si sta diffondendo nel mondo il trattamento  della cosiddetta “talassoterapia” , ossia cura e prevenzione tramite l’ assorbimento di queste sostanze benefiche proveniente dal mare.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/magnesiocloruroedilmareora.htm
 
ciaooo Genfranco
.
.
Torna in alto Andare in basso
genfranco

genfranco

Maschio Messaggi : 1028
Punti : 7939
Data d'iscrizione : 07.11.09
Età : 79
Località : pinerolo

l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Empty
MessaggioTitolo: Re: l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio   l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Icon_minitimeSab 28 Mar 2020 - 22:01

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/acidoascorbicodrklenner.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/pagineprecedenti.htm

Con questo articolo voglio riportare e chiarire l'inganno dei SIGNORI della medicina di quel lontano 1937, in quanto erano gli inizi della attuale medicina.
Voglio chiarire il perchè la medicina quella polverina bianca l'ha chiamata "vitamina C" mentre il vero nome dato dallo scopritore nel 1931, il chimico unghereseAlbert Szent-Gyorgyi è: ACIDO ASCORBICO.
La parola ACIDO non perchè acidifica il sangue come si sente dire da molti farmacisti e sul web, ma perchè ha il gusto acre del limone. Mentre per dare il nome ASCORBICO. lo ha fatto in quanto lui sapeva che quella polverina bianca era l'unico prodotto che GUARISCE o PREVIENE la malattia lo SCORBUTO.
Infatti se dalla parola ASCORBICO si leva la lettera A, rimane la parola SCORBICO, ma levando anche le ultime tre lettere ICO, rimane la parola SCORB  che aggiungendo le tre lettere UTO, la parola diventa SCORBUTO.
Quindi lui ha legato indissolubilmente quella polverina alla malattia lo SCORBUTO.
Passò del tempo, durante il quale i suoi colleghi lo hanno proposto ai CERVELLONI della medicina di quel tempo per un Premio Nobel che nel 1937 non hanno potuto negarlo e decisero di premiare questo chimico Albert Gyorgyi con il massimo della riconoscenza.
Faccio notare che questo premio gli fu conferito con Premio Nobel PER LA MEDICINA e non un altro motivo, in quanto dovettero riconoscere che l'ACIDO ASCORBICO, come lo aveva denominato lui, è UN MEDICINALE poichè GUARISCE o PREVIENE per lo meno una malattia: LO SCORBUTO.
Però dobbiamo anche dire che era facile per chi si ammalava di SCORBUTO, conoscendo la parola ACIDO ASCORBICO curandosi con questa polverina, guarivano di sicuro, ed ingoiandola prima, questa malattia la preveniva.
Però questo non piaceva ai CERVELLONI di quel tempo, poichè se così fosse successo avrebbero perso molti clienti, quindi per evitare questo, hanno pensato bene di cambiare il nome allo SCORBUTO chiamandolo TUMORE, CANCRO, e la polverina bianca anzichè chiamarla ACIDO ASCORBICO, hanno pensato bene di chiamarla "vitamina C".
Con questa mossa però, questa polverina bianca l'hanno resa "anonima" e non solo, ma l'hanno resa "neutra", senza significato. Difatti tutti sanno che esiste la vitamina C, ma nessuno se ne è mai interessato a cosa fosse o a cosa servisse.
Mentre se avessero lasciato il nome ASCORBICO, questa parola l'avrebbe rensa curiosa e molte persone si sarebbero dedicate a fare ricerche scoprendo la verità.
Ora, per dimostrare che tutto questo non è di mia fantasia, lo provo con lo scritto di Linus Pauling il quale a:
"pagina 173/340------le relazione tra scorbuto e cancro con AUTOPSIA nel 1753 e nel diciottesimo secolo è uguale al tumore.
La terapia radiante fu altrettanto energica per entrambi i gruppi. La risposta all'irradiazione fu significativamente maggiore nelle pazienti del primo gruppo che in quelle del gruppo di controllo, rispettivamente di 97,5 rispetto a 63,3.
Questi dati fanno pensare che negli ammalati di cancro sottoposti a radioterapia si determini una richiesta maggiorata di acido ascorbico e che, soddisfacendo tale richiesta, si possa proteggerli dagli effetti dannosi dell'irradiazione, potenziando al contempo la risposta terapeutica.
A quanto pare, il primo a rendersi conto del fatto che le alterazioni generalizzate del tessuto connettivo che si manifestano nello scorbuto sono identiche a quelle localizzate osservate nelle immediate vicinanze di cellule neoplastiche fu il defunto dottor William McCormick, di Toronto (McCormick, 1959).
Egli avanzò l'ipotesi che il nutritivo (la vitamina C) che notoriamente preveniva il manifestarsi di tali alterazioni generalizzate nello scorbuto potesse avere un effetto analogo in caso di cancro. La carenza di ascorbato che si riscontra quasi invariabilmente nei malati di cancro pare confermare tale ipotesi.
Esistono altre interessanti analogie tra scorbuto e cancro. La letteratura storica contiene molte allusioni alla maggiore frequenza di «cancri e tumori» nelle vittime dello scorbuto. Un tipico referto di un'autopsia (Lind, 1753) dovuto a James Lind contiene espressioni come le seguenti: «Tutte le parti si erano talmente mescolate e fuse formando un'unica massa, o ammasso, che i singoli organi non erano più identificabili», espressione nella quale si può facilmente riconoscere la descrizione, fatta da un anatomopatologo del Diciottesimo secolo, di un'infiltrazione neoplastica. Nel cancro umano avanzato i sintomi premortali
consistenti in anemia, cachessia, stanchezza estrema, emorragie, ulcerazioni, vulnerabilità alle infezioni e livelli anormalmente bassi di ascorbato nei tessuti, nel plasma e nei leucociti, e alla fine collasso delle surrenali, sono praticamente identici ai sintomi premortali dello scorbuto umano avanzato.
L'epidemiologia ha accertato che l'incidenza di cancro in vasti gruppi demografici è inversamente proporzionale all'assunzione quotidiana di ascorbato.
Tra le numerose ricerche pubblicate, convergenti tutte essenzialmente verso una stessa conclusione, citerò quella del ricercatore norvegese Bjelke, che nel 1973 e nel 1974 ha pubblicato i resoconti della sua ampia indagine sul cancro gastrointestinale, effettuata sorvegliando per posta la dieta dei pazienti e controllando direttamente un certo numero di casi.
Il suo lavoro coinvolse più di trentamila persone negli Stati Uniti e in Norvegia, delle quali vennero accertati sia il consumo di determinaci alimenti sia le abitudini relative al fumo, insieme con altri fattori. Bjelke riscontrò una correlazione
negativa tra consumo di frutta, frutti di bosco, ortaggi e vitamina C e l'incidenza del cancro gastrico, mentre i farinacei, il caffè e il pesce sotto sale mostrarono una correlazione positiva. Egli concluse che i fattori più importanti erano la quantità totale di ortaggi e di vitamina C ingeriti. Maggiore era tale quantità, minore era l'incidenza del cancro.
Nel 1973, mi recai al National Cancer Institute per mostrare a una decina di specialisti i casi clinici dei primi quaranta pazienti affetti da cancro in stadio avanzato, ricoverati al Vale of Leven Hospital di Loch Lomondside, in Scozia, e trattati con 10 g. di vitamina C al giorno dal dottor Ewan Cameron; il mio obiettivo era di chiedere a questi specialisti di effettuare un esperimento controllato con la vitamina C. Essi non diedero grande importanza ai dati da me mostrati né alla possibilità di acquisire un certo controllo sul cancro usando grandi dosi di questa vitamina in associazione all'appropriata terapia convenzionale.
Mia moglie, che mi aveva accompagnato, disse in seguito che non aveva mai visto un gruppo di ricercatori medici meno interessato alle nuove idee.
Essi mi dissero che il National Cancer Institute non avrebbe fatto uso della vitamina C fino a quando non fossero state fatte delle ricerche su animali. Essi, tuttavia, mi suggerirono di fare una domanda al National Cancer Institute per ottenere un sostegno economico per il nostro Istituto in California, allo scopo di effettuare tale ricerca. Feci immediatamente a tale Istituto una domanda di finanziamento per la ricerca sulla vitamina C in relazione al cancro, in topi e porcellini d'India. La domanda fu valutata come scientificamente valida dai consulenti dell'Istituto, ma fu respinta. Le mie sette domande successive sortirono lo stesso risultato. Finalmente il National Cancer Institute ci diede un sostegno economico che finanziò parzialmente un'approfondita ricerca sulla vitamina
C in relazione al cancro spontaneo del seno nei topi, ricerca che noi effettuammo
nel nostro Istituto di Palo Alto dal 1981 al 1984. Tale ricerca è di
gran lunga lo studio più attento e attendibile che sia mai stato fatto sulla relazione
tra vitamina C e il cancro negli animali (PAULING e colleghi, 1985).
http://digilander.libero.it/genfraglo/Immagini/originalelp.pdf

Quindi è la prova che lo SCORBUTO ed il TUMORE sono la stessa malattia con altro nome, e sono causate dalla CARENZA di ACIDO ASCORBICO (vitamina C) AUTOPRODOTTO da ogni essere vivente escluso l'Homo Sapiens.
Al riguardo la pagina recita:
"Oggi i biologi sanno molte altre cose su questi meccanismi, ma ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell'acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.

Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937; Szent-Gyorgyi fu attivo nella resistenza antinazista e lasciò poi l'Ungheria nel 1948 trasferendosi negli Stati uniti dove ha diretto, nel Massachusetts, ricerche per la cura del cancro; è stato anche impegnato come difensore dei diritti civili e nella protesta contro la guerra nel Vietnam (un suo libro di sostegno alla contestazione giovanile, "Uomo o scimmia pazza ?", è stato tradotto anche in italiano).
http://acidoascorbico.altervista.org/prova30/Immagini/albertszentgyorgyi.htm

Abbiamo appena stabilito che l'ACIDO ASCORBICO è un MEDICINALE, in quanto GUARISCE o PREVIENE la malattia lo SCORBUTO, il quale è legata indissolubilmente a questa polverina grazie al suo nome ASCORBICO, ma GUARIRA' o PREVERRA' SOLO questa di malattia?
Questo andiamo a vederlo insieme.
Il primo fatto importante di questo ACIDO ASCORBICO (vitamina C), è che è AUTOPRODOTTO da TITTI gli esseri viventi, compreso i VEGETALI.
Difatti lo sappiamo tutti che la medicina dice:
"Se vuoi ingoiare vitamina C devi ingoiare frutta e verdura".
La conferma innegabile ce la fornisce lo SCIENZIATO del secolo scorso Irwin Stone con un disegno:


http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/acidoascorbicomanca.htm

e scrive:
pagina 1/10------sostanza fondamentale
L'ACIDO ASCORBICO è una sostanza ubiquitaria fondamentale nel processo vitale. Tutti gli organismi viventi o la producono o la prendono dal nutrimento oppure periscono. I sistemi enzimatici per la produzione dell'ACIDO ASCORBICO sono di antica origine e si sono formati molto presto nello sviluppo del processo vitale su questo pianeta, probabilmente mentre le forme più altamente sviluppate erano ancora forme primitive unicellulari.
pagina 1/10------solo embrione ma produce molto ACIDO ASCORBICO
L'evidenza della embriologia sia delle piante che degli animali corrobora questo punto di vista dal momento che il seme dormiente della pianta e l'uovo dell'animale sono privi di ACIDO ASCORBICO. C'è una produzione immediata di ACIDO ASCORBICO nel seme che germina o nell'uovo in sviluppo, perfino quando l'embrione non è niente più che un grumo di alcune cellule.
pagina 1/10------alta produzione sia in piante che animali
Anche la sua diffusa presenza in tutti gli odierni organismi pluricellulari, sia piante che animali, lo testimonia. Possiamo anche dedurre che la produzione di ACIDO ASCORBICO era ben sviluppata prima che gli organismi viventi divergessero nelle forme di piante e di animali.
pagina 2/10------RENI E FEGATO
Il luogo degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico nei vertebrati a sangue freddo, i pesci, gli anfibi ed i rettili, è nei reni. I più altamente attivi mammiferi a sangue caldo tutti sintetizzano il loro acido ascorbico nel fegato. Una delle principali
funzioni dell’acido ascorbico nella fisiologia animale è il mantenimento della omeostasi biochimica sotto stress. Più grande è lo stress a cui è sottoposto l’animale, più acido ascorbico produce.
Circa 165 milioni di anni fa, quando la natura aveva in vista l’evoluzione dei più attivi e stressanti mammiferi, doveva essere presa una importante decisione morfologica e fisiologica. I reni, pure adeguati come sito di sintesi dell’acido ascorbico per i lenti vertebrati a sangue freddo, erano inadeguati per le aumentate richieste di acido ascorbico per i più altamente stressati mammiferi. La soluzione vincente di questo problema fu il trasferimento degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico dai
relativamente piccoli e biochimicamente affollati reni al più spazioso fegato, che è il più grande organo del corpo. Tutti gli odierni mammiferi capaci di sintetizzare acido ascorbico lo producono nel fegato perché ogni antica forma che non effettuò tale
passaggio era così handicappata biochimicamnte che fu eliminata dalle forze della evoluzione.
...racconta l'EVOLUZIONE DEGLI ESSERI VIVENTI E L'ACIDO ASCORBICO
e spiega la perdita di produrcelo autonomamente
pagina 6/10------l'ACIDO ASCORBICO è un metabolita per tutti gli animali e non una VITAMINA
Stone 20. Negli ultimi 60anni, l'ACIDO ASCORBICO è stato visto come"vitamina C" quando in realtà è un metabolita del fegato e certamente non una "vitamina" per la miriade di mammiferi che hanno intatto il gene per lo L-gulonolactone ossidase. Tali mammiferi non prendono lo scorbuto, anche se hanno una dieta completamente priva di vitamina C.
http://digilander.libero.it/genfranco/Immagini/irwinstorianaturale.pdf

Quindi abbiamo CERTEZZA che, data la AUTOPRODUZIONE di ogni essere vivente, escluso l'Homo Sapiens, la AUTOPRODUZIONE stessa ci dice che viene fatta, in quanto questo ACIDO ASCORBICO è IMPORTANTISSIMO per l'individuo, in quanto questa AUTOPRODUZIONE è REGOLAMENTATA dal corpo stesso, dato che questo corpo, in necessità NON DEVE attendere che l'individuo lo ingerisca con il cibo, vero?
Un fatto che invece per l'uomo, il suo corpo DEVE ATTENDERE che venga ingerito col cibo, che se nel cibo raffinato delle industrie questo ACIDO ASCORBICO non ve ne è più traccia, il suo corpo DEVE FARNE A MENO.
E questo chissà per quanto tempo, visti i comportamenti dell'uomo nelle alimentazioni dette MODERNE.

Ma quale importanza ha questo ACIDO ASCORBICO per il corpo del GENERE UMANO?
Partendo da dato certo che l'ACIDO ASCORBICO è il più importante tra gli "ALIMENTI ESSENZIALI", su una pagina ho scritto
"Peccato che TUTTI questi signori non abbiano saputo che TUTTI questi "ALIMENTI ESSENZIALI" cui hanno dedicato anni di ricerche (se maschi), che un loro organo li manipolava per produrre il prodotto più importante per la loro procreazione:
lo SPERMA
Sono certo che sapendolo le loro ricerche sarebbero state con ben altri risultati come invece lo sono stati per me.
http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/sperma.htm
A conferma il fatto che il medico di base ti fà fare l'esame del sangue richiedendo i valori al laboratorio chimico il quale oltre al valore rilevato aggiunge i valori di riferimento.
Però il top della conferma che questi "ALIMENTI ESSENZIALI" sono nel liquido seminale maschile e nel sangue, ci viene dalla RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero Della Salute che li elenca TUTTI, uno ad uno stabilendo un valore ritenuto il valore massimo giornaliero da introdurre nel corpo.
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagineAree_1268_5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/razionerg.htm
Quindi ho certezza che gli "ALIMENTI ESSENZIALI" sono SCRITTI A LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, e non solo, ma lo sono anche nei VEGETALI poichè il REGNO ANIMALE ed il REGNO VEGETALE provengono dalla stessa fonte e che quindi SONO LEGATI dalla cosidetta "CATENA ALIMENTARE".
Ma non solo questo, peccato che non avessero saputo che il GERME cosidetto del grano che è il GERME di ogni SEME VEGETALE al mondo contiene ciò che contiene lo SPERMA maschile animale fuorchè l'ACIDO ASCORBICO che è sostituita dalla vitamina E, poichè i semi anzichè essere a base di acqua lo sono a base di olio.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova03/Immagini/germegranosperma.htm
Si può pensare o dimostrare il contrario?
PROPRIO NO!!"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova30/Immagini/scienziati.htm

Detto questo posso dichiarare ora, e senza ombra di dubbio, che ciò che circola nel mio SANGUE, quindi nel SANGUE degli ANIMALI, circola anche nella LINFA dei VEGETALI, in quanto anche i VEGETALI vivono con questi "ALIMENTI ESSENZIALI" e sopratutto si AUTOPRODUCONO l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C).
Lo dimostra il fatto incotrovertibile che per molte specie ANIMALI, i VEGETALI sono considerati CIBO, data la CATENA ALIMENTARE e viceversa.
Questo non ce lo dobbiamo MAI DIMENTICARE E NESSUNO POTRA' MAI DIMOSTRARE IL CONTRARIO.

Oh, ma allora abbiamo visto e capito sopra che questi "ALIMENTI ESSENZIALI", ACIDO ASCORBICO (vitamina C) compreso, sono elencati dalla RGR del Ministero della Salute dei quali il medico di base mi fà fare l'esame del sangue al bisogno, e sono anche questi che formano IL LIQUIDO SEMINALE MASCHILE di TUTTI i maschi ANIMALI al mondo e non solo, ma abbiamo visto che sono anche contenuti dal GERME, ma allora SONO IMPORTANTISSIMI, vero?
E' quindi anche comprensibile che un maschio umano CARENTE di ACIDO ASCORBICO che è la base del suo liquido seminale, è comprensibile che il suo corpo non riesca a GENERARE quello spermatozoo per continuare la sua specie.
Contestabile?
Anche questo NO!!!

Detto questo ora vi lascio all'articolo in oggetto che vi aggiungerà altre IMPORTANTISSIME INFORMAZIONI, sulla VERA VERITA'.

L'impiego delle alte dosi di Vitamina C nella cura di diverse malattie (infettive, cardiovascolari e cancro), risale agli anni '40.
Frederik Klenner, medico americano di origine austriaca, alla fine degli anni '40 scrive un articolo scientifico nel quale riferisce di 60 casi di poliomielite bulbare, trattati con Vitamina C ad alte dosi, somministrata in contemporanea per bocca, per via intramuscolare e per via endovenosa. Nell'articolo, lo scienziato afferma di essere in grado di curare la poliomielite bulbare in 96 ore, posto che la Vitamina C venga somministrata senza interruzioni.
I suoi risultati, seppure confermati da altri illustri colleghi, passano del tutto inosservati, sebbene lo stesso Sabin, che poi diventerà famoso per il vaccino anti polio, abbia usato la Vitamina C per trattare le scimmie in laboratorio, ma (a suo dire) senza successo.

Negli anni '70, Irwin Stone, con una serie di articoli scientifici e un libro, intitolato "The healing factor", porta all'attenzione del mondo il problema dell'"ipoascorbemia" (ossia della carenza cronica di Vitamina C. È noto che la carenza acuta di Vitamina C determina lo scorbuto, malattia gravissima e fatale se non trattata. Ma la scoperta fondamentale, fatta da biochimico americano, è che  il nostro fabbisogno di Vitamina C non è affatto nell'ordine dei milligrammi, ma dei grammi al giorno. L'uomo è uno dei rarissimi mammiferi non più in grado di produrre la Vitamina C per proprio conto e poiché con la sola dieta non è possibile raggiungere quantità nell'ordine dei grammi, tutti ci troviamo in una condizione di carenza subacuta di Vitamina C, che l'Autore definisce "scorbuto cronico subclinico", ritenendolo il principale responsabile di tutte le malattie che affliggono la specie umana, da quelle cardiovascolari, al cancro.


Sopra: Irwin Stone

Quando Stone, negli anni '70, conosce Linus Pauling, (unico uomo al mondo premiato due volte con il Nobel), inizia l'epoca d'oro della Vitamina C che vede proprio in Pauling il più fervente ed accanito sostenitore dell'impiego delle alte dosi della Vitamina per curare praticamente tutte le malattie, cancro incluso.
Nel 1976 - 78, insieme a Ewan Cameron, Pauling pubblica due articoli nei quali dimostra che 10 grammi al giorno di Vitamina C, somministrati inizialmente per via endovenosa e successivamente per via orale, prolungano la sopravvivenza e migliorano la qualità della vita dei pazienti affetti da cancro in fase terminale. Ma questo è un grave colpo inferto all'industria dei farmaci; nel caso specifico, a quella dei chemioterapici, ormai divenuti la terapia sistemica standard del cancro.

Il sistema si difende! Con due articoli, successivi a quelli pubblicati da Cameron e Pauling, gli oncologi della Mayo Clinic riportano un insuccesso clamoroso della Vitamina C nel trattamento del cancro e vengono accettati dall'establishment medico internazionale, come la prova definitiva dell'inefficacia della Vitamina C nel trattare il cancro. Gli articoli sono chiaramente "truccati" e Pauling non manca di farlo notare agli Autori. Nel primo studio pubblicato, in deroga alle raccomandazioni fatte da Pauling, gli oncologi della Mayo arruolano pazienti precedentemente trattati con chemioterapici, nonostante Pauling avesse raccomandato di evitare questo tipo di pazienti, perché il loro sistema immunitario non è più in grado di rispondere all'azione stimolante della Vitamina C. Nel secondo studio, gli oncologi della Mayo arruolano solo pazienti affetti da cancro del colon retto, mentre Cameron e Pauling avevano arruolato pazienti con diversi tipi di tumore; inoltre, in deroga alle procedure standard di sperimentazione clinica controllata, tutti i pazienti arruolati vengono informati sul trattamento al quale sarebbero stati sottoposti. La conclusione dei due studi clinici pubblicati dagli oncologi della Mayo Clinic è che l'ascorbato di sodio non è superiore al placebo, nel trattamento del cancro.

Solo nel 2005, gli studi di Chen e coll. riportano alla luce gli effetti anti tumorali dell'ascorbato di sodio (Vitamina C) con degli studi in vitro che dimostrano, inequivocabilmente, la marcata efficacia delle alte concentrazioni di Vitamina C, nel distruggere le cellule tumorali in vitro. Gli studi in vitro si moltiplicano ed iniziano, sulla base di questi esperimenti, una serie di "trials" clinici volti a dimostrare l'efficacia della Vitamina C anche in vivo. Ma rimangono dei problemi, legati soprattutto alle modalità di somministrazione e ad alcuni aspetti che devono essere meglio indagati.
La sopravvivenza di Big Pharma è in grave pericolo e si afferma sempre di più il principio secondo cui la Vitamina C ad alte dosi può essere usata, ma solo in associazione con la chemioterapia standard. In realtà, la Vitamina C ad alte dosi è una sostanza naturale, poco costosa, non brevettabile, di nessun interesse per Big Pharma, efficacissima nel distruggere le cellule tumorali, priva di qualsiasi effetto collaterale e, soprattutto, selettiva ossia in grado di uccidere solo e soltanto le cellule tumorali!

Tutte queste caratteristiche, rendono la Vitamina C ad alte dosi assolutamente indesiderabile per la terapia del cancro, oggi sempre di più basata su farmaci di dubbia efficacia, molto tossici e soprattutto estremamente costosi.

La controversia sulla reale possibilità di sfruttare la Vitamina C ad alte dosi nel trattamento del cancro rimane aperta fino a quando, nel 2015, Science pubblica un articolo nel quale si dimostra che nei tumori del colon retto (quelli usati dagli oncologi della Mayo Clinic per valutare l'efficacia della Vitamina C!) con mutazioni dei geni KRAS e BRAF, la Vitamina C ad alte dosi distrugge selettivamente le sole cellule tumorali. Il cerchio si chiude! Dopo 40 anni, gli autori sono costretti ad ammettere che Linus Pauling aveva ragione!!!
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/acidoascorbicodrklenner.htm

ciaooo Genfranco
.
.
Torna in alto Andare in basso
genfranco

genfranco

Maschio Messaggi : 1028
Punti : 7939
Data d'iscrizione : 07.11.09
Età : 79
Località : pinerolo

l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Empty
MessaggioTitolo: Re: l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio   l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Icon_minitimeLun 30 Mar 2020 - 9:51

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronavirusmaschimorti.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/pagineprecedenti.htm

Il TITOLO dell'articolo in oggetto è:
"Coronavirus: Iss, in Italia i decessi accertati finora per causa del Covid-19 sono solo due"

Premetto questa pagina con una domanda, la più logica riguardo il CORONAVIRUS:
"HAI MAI VISTO UN VIRUS?"  NO" !?!?!?!?!?!?, come NO???
Ma allora O CREDI O NON CREDI che esistano, vero?
Bene, fissato questo, con questa mia pagina ti espongo TUTTE LE VERITA' "DOCUMENTATE", su questo coronavirus e l'attuale situazione nel mondo .
Procedendo, non troverai i link degli articoli ORIGINALI ma link di mie pagine sulle quali trovi l'ARTICOLO ORIGINALE, e questo lo faccio perchè, nella mia personale esperienza, molte pagine IMPORTANTI sono SPARITE nel nulla, a secondo del COMODO del personaggio che questa pagina ha scritto, o chi per esso.
Detto questo, invito chi vuole VERITA', di leggere questa FINO IN FONDO, in modo da poter magari criticare il mio pensiero, ma sopratutto per rilevare LA DOCUMENTAZIONE riportata a riprova di questo mio pensiero.

Ora, ritengo incredibile, e vergognoso che le morti dichiarate causa CORONAVIRUS, siano per la maggior parte MASCHI, che come dichiarato in tv in data 20 marzo 2020, su 10 (dieci) morti, ben 8 (otto) sono maschi, mentre le rimanenti 2 (due) sono femmine, quindi questo rapporto ANOMALO dichiara chiaramente che la causa NON PUO' ESSERE il CORONAVIRUS che non può fare cernite, ma BEN ALTRO.
Questo è quanto voglio dimostrare con questa mia pagina: IL BEN ALTRO
Onde rendere chiaro questo documento che dimostra LA VERA CAUSA di questo ultimo periodo di paura causato da un PRESUNTO VIRUS denominato CORONAVIRUS, di cui nessuno l'ha mai visto, le cui origini sono piuttosto nebulose in quanto egli NON fà parte degli esseri viventi, quindi non è nè un animale nè un vegetale, non appartenendo a nessun REGNO, quindi è impossibile dichiarare che possa subire una EVOLUZIONE come dichiarato da personaggi detti virologi, i quali raccontano di questa EVOLUZIONE, i quali sono IN PIENO CONFLITTO DI INTERESSI, dai quali personalmente mi tengo bene alla lontana.
Per avere dei riferimenti di partenza ben solidi, dobbiamo iniziare da dati di fatto INCONTESTABILI FISSI E SOPRATUTTO "NATURALI".
Il primo di questi dati, è che ogni essere vivente si AUTOGUARISCE, compreso la specie umana, che se così non fosse si sarebbero TUTTI ESTINTI e sulla terra non ci sarebbe più la vita.
Però per farlo il corpo dell'individuo ha bisogno di un qualcosa che già ha dentro di se, poichè non può attendere che questo qualcosa venga introdotto col CIBO.
A questo proposito, ritengo che partire dalle AUTOPRODUZIONI di "PRODOTTI" che ogni INDIVIDUO, sia del REGNO ANIMALE che del REGNO VEGETALE, quindi di cui ogni specie vivente ha bisogno, sia DOVEROSO, ed è perchè queste sono stabilite e fatte AUTOPRODURRE dalla EVOLUZIONE che le ha ritenute MOLTO IMPORTANTI riguardo a questa AUTOGUARIGIONE, che se non fossero IMPORTANTI, dato che per queste AUTOPRODUZIONI il corpo dell'individuo per farlo deve dedicare delle ENERGIE, sono anche certo che se non INDISPENSABILI non avrebbero ragione di essere.
Naturalmente questi "PRODOTTI" sono molti, ma non ci interessiamo SOLO DEI PIU' IMPORTANTI, frutto di una ricerca di molti personaggi, quali sono gli SCIENZIATI del secolo scorso, e di molti ricercatori contemporanei.
Però nel farlo, sono certo che l'unico fattore da seguire sia proprio la EVOLUZIONE di ogni specie e quindi di ogni individuo e che già sono nel suo corpo.
Naturalmente questi "PRODOTTI" sono scritti nel suo DNA e circolano liberamente sia nel SANGUE ANIMALE che nella LINFA VEGETALE, cui la medicina li chiama "integratori".
Riguardo ai VEGETALI, noi tutti sappiamo che per il più importante l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C) la medicina dice:
"se vuoi ingoiare vitamina C devi ingoiare frutta e verdura"
ma per essere nel loro frutto, il quale è la CONTINUAZIONE DELLA SPECIE del VEGETALE, come potrà questo VEGETALE fornirgliela se non con la sua LINFA, unico prodotto libero di circolare nel suo corpo, come lo è il SANGUE per gli ANIMALI?
Questo è chiaro vero?
Mentre noi, capito e valutato la loro IMPORTANTE FUNZIONE anzichè chiamarli "integratori", li chiamiamo "ALIMENTI ESSENZIALI".
Questo cambio di denominazione è stato fatto da me personalmente poichè capita la loro VERA IMPORTANZA, non riescendo ad ammettere: primo di essere stato GENERATO dai testicoli di mio padre negli "integratori", ma non solo: secondo perchè non riesco poi ad ammettere che nel mio sangue circolino liberamente degli "integratori", in quanto questi sono SCRITTI A LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA
Capisco che con la denominazione "integratori", i CERVELLONI della medicina li hanno così denominati perchè non vogliano far capire alla popolazione la VERA importanza di questi per la loro SALUTE, che capendone la importanza questi CERVELLONI potrebbero perdere il loro posto al sole tanto faticosamente ed ingannevolmente acquisito.

Questo fatto così IMPORTANTE di AUTOPRODUZIONE stabilito dalla EVOLUZIONE, determina senza ombra di dubbio che questo fatto influenza e determina la SALUTE dell'individuo, attraverso la AUTOGUARIGIONE, altrimenti perchè la AUTOPRODUZIONE?
A questo punto è bene determinare quali sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" più importanti che ogni individuo vivente se ne AUTOPRODUCE la quantità necessaria variandola a suo piacimento e fabbisogno di momento in momento onde produrre LE DIFESE IMMUNITARIE indispensabili per mantenersi in SALUTE.
Il più importante ritengo che sia lo
ACIDO ASCORBICO che la medicina denomina vitamina C
e questa importanza gliela attribuisco in quanto questo ACIDO ASCORBICO, nel maschio, è LA BASE DEL SUO LIQUIDO SEMINALE MASCHILE, quindi in maggior parte, nel quale mio padre nel 1939 ha GENERATO quello spermatozoo che con l'ovolo di mia madre, questa mi ha dato la vita nel 1940, che in caso contrario non sarei quì a dialogare con voi.
Deve essere chiaro quindi che il primo dato di fatto è la AUTOPRODUZIONE di ACIDO ASCORBICO (vitamina C), che TUTTI gli esseri viventi, ANIMALI o VEGETALI si AUTOPRODUCONO per TUTTA LA LORO VITA, ma di cui la specie umana ha perso questa possibilità..
Che questa AUTOPRODUZIONE di ACIDO ASCORBICO (vitamina C) sia IMPORTANTE lo dimostra anche il fatto che questo essendo LA BASE DEL LIQUIDO SEMINALE MASCHILE DI TUTTI GLI ANIMALI AL MONDO, nel quale poi GENERANO quello spermatozoo che serve per LA CONTINUAZIONE DELLA LORO SPECIE, unica ragione per cui sono venuti TUTTI al mondo.
Come abbiamo visto sopra, lo è altrettanto importante anche per i VEGETALI, in quanto lo SCIENZIATO Irwin Stone ci lascia un disegno che lo dimostra chiaramente:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/acidoascorbicomanca.htm

e nel contempo scrive:
"pagina 1/10------sostanza fondamentale
L'ACIDO ASCORBICO è una sostanza ubiquitaria fondamentale nel processo vitale. Tutti gli organismi viventi o la producono o la prendono dal nutrimento oppure periscono. I sistemi enzimatici per la produzione dell'ACIDO ASCORBICO sono di antica origine e si sono formati molto presto nello sviluppo del processo vitale su questo pianeta, probabilmente mentre le forme più altamente sviluppate erano ancora forme primitive unicellulari.
pagina 1/10------solo embrione ma produce molto ACIDO ASCORBICO
L'evidenza della embriologia sia delle piante che degli animali corrobora questo punto di vista dal momento che il seme dormiente della pianta e l'uovo dell'animale sono privi di ACIDO ASCORBICO. C'è una produzione immediata di ACIDO ASCORBICO nel seme che germina o nell'uovo in sviluppo, perfino quando l'embrione non è niente più che un grumo di alcune cellule.
pagina 1/10------alta produzione sia in piante che animali
Anche la sua diffusa presenza in tutti gli odierni organismi pluricellulari, sia piante che animali, lo testimonia. Possiamo anche dedurre che la produzione di ACIDO ASCORBICO era ben sviluppata prima che gli organismi viventi divergessero nelle forme di piante e di animali.
pagina 2/10------RENI E FEGATO
Il luogo degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico nei vertebrati a sangue freddo, i pesci, gli anfibi ed i rettili, è nei reni. I più altamente attivi mammiferi a sangue caldo tutti sintetizzano il loro acido ascorbico nel fegato. Una delle principali
funzioni dell’acido ascorbico nella fisiologia animale è il mantenimento della omeostasi biochimica sotto stress. Più grande è lo stress a cui è sottoposto l’animale, più acido ascorbico produce.
Circa 165 milioni di anni fa, quando la natura aveva in vista l’evoluzione dei più attivi e stressanti mammiferi, doveva essere presa una importante decisione morfologica e fisiologica. I reni, pure adeguati come sito di sintesi dell’acido ascorbico per i lenti vertebrati a sangue freddo, erano inadeguati per le aumentate richieste di acido ascorbico per i più altamente stressati mammiferi. La soluzione vincente di questo problema fu il trasferimento degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico dai
relativamente piccoli e biochimicamente affollati reni al più spazioso fegato, che è il più grande organo del corpo. Tutti gli odierni mammiferi capaci di sintetizzare acido ascorbico lo producono nel fegato perché ogni antica forma che non effettuò tale
passaggio era così handicappata biochimicamnte che fu eliminata dalle forze della evoluzione.
...racconta l'EVOLUZIONE DEGLI ESSERI VIVENTI E L'ACIDO ASCORBICO
e spiega la perdita di produrcelo autonomamente
pagina 6/10------l'ACIDO ASCORBICO è un metabolita per tutti gli animali e non una VITAMINA
Stone 20. Negli ultimi 60anni, l'ACIDO ASCORBICO è stato visto come"vitamina C" quando in realtà è un metabolita del fegato e certamente non una "vitamina" per la miriade di mammiferi che hanno intatto il gene per lo L-gulonolactone ossidase. Tali mammiferi non prendono lo scorbuto, anche se hanno una dieta completamente priva di vitamina C.
http://digilander.libero.it/genfranco/Immagini/irwinstorianaturale.pdf

Fissato questo primo dato di fatto, che è il più importante, ora passiamo al secondo, la AUTOPRODUZIONE del COLESTEROLO, un grasso, ma perchè il COLESTEROLO e non la vitamina D?
Semplicissimo, perchè per la AUTOPRODUZIONE di vitamina D è INDISPENSABILE avere pronto questo COLESTEROLO che circola nel sangue, in quanto questa AUTOPRODUZIONE avviene esponendosi al SOLE che i sui raggi UV colpendo la pelle con sotto i capillari, trasmutano questo COLESTEROLO in vitamina D.
In proposito la pagina della AIFA Italiana recita:
"La vitamina D viene prodotta per effetto sulla cute dei raggi ultravioletti di tipo B (lunghezza d’onda 290 - 315 nm) che trasformano un precursore, il 7 deidrocolesterolo (la pro-vitamina D), in pre-vitamina D e successivamente in colecalciferolo (vitamina D3). La vitamina D può essere quindi depositata nel tessuto adiposo o trasformata a livello epatico in 25OH vitamina D (calcidiolo o calcifediolo) che, veicolata da una proteina vettrice, rappresenta il deposito circolante della vitamina D. Per esercitare la propria attività biologica il 25OH colecalciferolo deve essere trasformato in 1-25 (OH)2 colecalciferolo o calcitriolo, ligando naturale per il recettore della vitamina D. La sede principale della 1-idrossilasi è il rene ma questo enzima è presente anche nelle paratiroidi, ed in altri tessuti epiteliali."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronanota96aifa.htm
Questo è il primo e più importante ciclo di AUTOPRODUZIONE esistente in ogni essere vivente sia ANIMALE che VEGETALE in quanto provenienti dalla medesima fonte.
In proposito la pagina recita:
"E per noi "terrestri", la pagina recita:
"Ma non si ricorda che nella quarta o quinta elementare, informandoci della EVOLUZIONE, i maestri ci hanno detto che ad un certo punto di questa, molto tempo fà, avvenne la GRANDE SEPARAZIONE in REGNO ANIMALE e REGNO VEGETALE?
Cosa vuol dire questo?
Che prima della GRANDE SEPARAZIONE TUTTI GLI ESSERI VIVENTI ERANO UNA COSA UNICA, non può essere diverso, vero?
Altrimenti non avrebbe potuto avvenire la GRANDE SEPARAZIONE.
Allora vuol anche dire che TUTTE le SPECIE ANIMALI o VEGETALI, provenendo da una unica fonte, hanno bisogno degli stessi "ALIMENTI ESSENZIALI" che le medicina chiama "integratori", che in primis, circolando nel SANGUE degli ANIMALI ma circolano anche nella LINFA dei VEGETALI. Sono poi nel liquido seminale maschile chiamato SPERMA per gli ANIMALE, e nel GERME per i VEGETALI, che è da questi ultimi che parte la VITA di entrambi i REGNI, quindi LA CONTINUAZIONE DELLE SPECIE.
MOTIVO FINALE per il quale ogni individuo di qualsiasi specie esso sia, compreso per l'Homo Sapiens, è venuto al mondo.
Di questo SEMPLICISSIMO motivo, ho certezza che gli individui della SPECIE UMANA, non ne sono informati, ma SOLO LO STUPIDO CERVELLO NON LO SA', in quanto i corpi di entrambi i sessi lo sanno benissimo, ed è alla MATURAZIONE che ogni corpo inizia a GENERARE l'uno ed a PRODURRE l'altra, lo SPERMATOZOO il primo e l'OVOLO la seconda, per l'UNICO VERO MOTIVO per cui è nato.
Naturalmente per il maschio, prima il suo corpo PRODUCE quel liquido seminale nel quale poi può GENERARE quello spermatozoo che è l'inizio della vita ANIMALE.
A questo punto, chiedo scusa, ma voglio premettere che non sono maschilista, anzi mi vergogno che esista questa parola, in quanto profittare dell'altro xexxo per i propri porci comodi è INQUALIFICABILE SEMPRE E COMUNQUE, anche perchè questo xexxo è quello che in pratica dà al maschio la possibilità di compiere quell'UNICO scopo per il quale è venuto alla vita.
Per essere preciso, personalmente mi paragono ad un FUCO, che nelle api, dopo aver fecondato la regina, diventa inutile mantenerlo in vita, poichè l'anno successivo, di maschi ne nascono altri che saranno pronti a compiere lo stesso dovere di questi, anzi più giovani e più forti di questi se rimanessero in vita, mentre no, la EVOLUZIONE di questa specie, vuole che dopo aver compiuto il loro dovere, i FUCHI MUOIANO, perchè per la maggior parte di loro, non sono in grado di ritornare all'alveare, oppure uccisi dalle api al ritorno. Solo qualcuno ha la fortuna di vivere ancora.
Incontestabile, fino a quì. vero?"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/magnesiocloruroedilmareora.htm
E' altrettanto vero che sia l'ACIDO ASCORBICO che la vitamina D li si trova anche nei CIBI, ma data la raffinazione industriale questi li si trova in quantità IRRISORIE e che quindi non possono bastare ai bisogni dell'individuo.
Parlando del COLESTEROLO, è FALSO che esso sia nocivo, in quanto che se così fosse vorrebbe dire che il corpo è AUTOLESIVO dato che se lo AUTOPRODUCE nel fegato, ma questo non mi risulta, e a voi?

Fissato queste AUTOPRODUZIONI di
ACIDO ASCORBICO e
vitamina D
escludendo quella del
COLESTEROLO
in quanto ora non di nostra competenza in questa specifica occasione, come molte altre AUTOPRODUZIONI di altri "ALIMENTI ESSENZIALI" tra le quali quella dell'ORMONE ACIDO ABSCISSICO che regola gli "ZUCCHERI" ottenuti nello stomaco dai CARBOIDRATI e colpevolizzati di causare il DIABETE, il che è completamente FALSO.

Dobbiamo ora fissare ancora un altro importante dato di fatto, facendovi ricordare ad ognuno di voi che durante gli inverni passati, avendo un bambino che frequentava l'asilo o le scuole, un brutto giorno egli ritornava a casa con la influenza, che gira gira toccava a quasi tutta la famiglia.
La causa di questa influenza è facile da stabilire, ed è chiaro che il bambino NON avendo le DIFESE IMMUNITARIE necessarie, ai primi freddi, entrando l'aria fredda nei polmoni questa causa sicuramente problemi nelle sue vie respiratorie. E' naturale che il corpo del bambino conoscendo molto bene  la parola AUTOGUARIGIONE, produce nell'occasione la INTERLEUCHINA 6 che cerca di eliminare questa INFIAMMAZIONE causata dal freddo, che però nelle vie respiratorie del bambino, espirando questa INTERLEUCHINA 6  viene espulso spargendosi nell'aria.
Wikipedia su questa INTERLEUCHINA 6 recita:
"L'interleuchina 6 (abbreviato IL-6) è una proteina trascritta nell'uomo dal gene IL6.[1]
L'IL-6 è un'interleuchina che agisce come citochina multifunzionale, sia pro-infiammatoria, sia anti-infiammatoria[2]. È secreta dai Linfociti T e dai macrofagi per stimolare la risposta immunitaria, ad esempio durante un'infezione o in seguito ad un trauma come una scottatura o altri danni tissutali che portino ad infiammazione."
https://it.wikipedia.org/wiki/Interleuchina_6

quindi che questa INTERLEUCHINA 6, come dice l'articolo: "sia pro-infiammatoria, sia anti-infiammatoria[2]", quindi ho certezza che nell'individuo sano, ma CARENTE di DIFESE IMMUNITARIE, "sia pro-infiammatoria" causando gli stessi sintomi del bambino, e cioè la influenza.

E' logico che questa INTERLEUCHINA 6, viene  immesso nel corpo di un'altra persona respirando, ed è logico che causi la influenza.
Infatti ecco il perchè della MASCHERINE diventate obbligatorie.
Tutto questo gli addetti ai lavori lo sanno benissimo, siamo SOLO NOI ad essere tagliati fuori da questa IMPORTANTISSIMA INFORMAZIONE.
Ecco per cui la medicina, per non svelare questo semplice fatto, ha preferito dire che la causa sia un "virus" SEMPRE ed anche in questa occasione.
In modo da poter consigliare i loro "principi attivi" vari.

Per la giusta causa, prima di tutto mi permetto di riportare un articolo che recita:
"In Italia il rischio è 0. Il virus non circola. Questo non avviene per caso: avviene perché si stanno prendendo delle precauzioni". Lo dice il virologo Roberto Burioni parlando del coronavirus a 'Che tempo che fa' su Rai 2."Questi allarmi continui non sono necessari: bisogna basarsi solo sui casi confermati ed è davvero odiosa questa discriminazione contro i cinesi e contro gli italiani di origine cinese. È una cosa barbara", evidenzia Burioni, per il quale è proprio la Cina a dover affrontare una vera e propria emergenza. "In Cina la situazione è ancora molto grave: ci sono stati 304 morti, 45 solo nelle ultime 24 ore. Più di 2000 persone sono ricoverate in condizioni gravi e il numeri di casi è difficile da quantificare".
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronavirusitaliarischiozero.htm
Questa dichiarazione detta da un virologo addetto ai lavori è da tenere MOLTO PRESENTE, in quanto secondo le voci circolanti riguardo al coronavirus, causa della infezione cinese, lui sà benissimo che il coronavirus NON ESISTE e si è lasciato andare nella verità che dichiara, inconsapevole che per altre cause da lui inimmaginabili, il DISASTRO era pronto per avvenire anche nella sua nazione .
Ora però dedichiamoci a svelare la VERA CAUSA di questa PANDEMIA, come promesso all'inizio dell'articolo.
Devo però a questo punto, riportare una mia esperienza personale, vissuta col mio medico di base, il quale nel mese di novembre alla mia solita richiesta di prescrizione di vitamina D da anni, sia per mia moglie Franca che per me, mi ha informato che per mia moglie, malata di OSTEOPOROSI, avrebbe continuato la prescrizione, ma per me non avrebbe più potuto prescrivermela in quanto che erano cambiate le direttive e si scusava, al che risposi che non importava, la vitamina D per me l'avrei acquistata ingoiando quei 10000 UI giornalieri come da anni.
E così feci, ed al momento questo fatto non ebbe importanza, ma pocho tempo fa, leggendo l'articolo che recita:
"L’età media dei pazienti deceduti e positivi a COVID-2019 è 81 anni, sono in maggioranza uomini e in più di due terzi dei casi hanno tre o più patologie preesistenti. Lo afferma una analisi sui dati di 105 pazienti italiani deceduti al 4 marzo, condotta dall’Istituto Superiore di Sanità, che sottolinea come ci siano 20 anni di differenza tra l’età media dei deceduti e quella dei pazienti positivi al virus."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronaviruseministeroetamedia.htm
Non solo, ma aggiungendo a questa notizia anche quella delle morti dichiarate causa CORONAVIRUS, siano per la maggior parte MASCHI, che come dichiarato in tv in data 20 marzo 2020, su 10 (dieci) morti, ben 8 (otto) sono maschi, mentre le rimanenti 2 (due) sono femmine, quindi questo rapporto ANOMALO, ed è questo fatto che mi ha aperto una idea che richiedendo al mio medico di base dove avrei trovato le sue direttive, egli mi ha informato di dove avrei potuto reperirle senza problemi, digitando su google le parole "NOTA 96 AIFA", ho trovato le pagine che ora vi metto a disposizione.
La pagina di questo "NOTA 96 AIFA" recita:
"Dell'articolo devo sottolineare le parti che ritengo importanti al fine di dimostrare ciò che è mia intenzione di dimostrare:
"La prescrizione a carico del SSN dei farmaci con indicazione “prevenzione e trattamento della carenza di vitamina D” nell’adulto (>18 anni) è limitata alle seguenti condizioni:
Prevenzione e trattamento della carenza di vitamina D nei seguenti scenari clinici:
indipendentemente dalla determinazione della 25(OH) D
persone istituzionalizzate
donne in gravidanza o in allattamento
persone affette da osteoporosi da qualsiasi causa o osteopatie accertate non candidate a terapia remineralizzante (vedi nota 79)
previa determinazione della 25(OH) D (vedi algoritmo allegato)
persone con livelli sierici di 25OHD < 20 ng/mL e sintomi attribuibili a ipovitaminosi (astenia, mialgie, dolori diffusi o localizzati, frequenti cadute immotivate)
persone con diagnosi di iperparatiroidismo secondario a ipovitaminosi D
persone affette da osteoporosi di qualsiasi causa o osteopatie accertate candidate a terapia remineralizzante per le quali la
correzione dell’ipovitaminosi dovrebbe essere propedeutica all’inizio della terapia*
una terapia di lunga durata con farmaci interferenti col metabolismo della vitamina D
malattie che possono causare malassorbimento nell’adulto
* Le terapie remineralizzanti dovrebbero essere iniziate dopo la correzione della ipovitaminosi D."
e l'altra:
"Il valore di 25OHD pari a 20 ng/ml (50 nmol/l) è ritenuto, come supportato dalla letteratura scientifica, il limite oltre il quale viene garantito un adeguato assorbimento intestinale di calcio e il controllo dei livelli di paratormone nella quasi totalità della popolazione; per tale motivo esso rappresenta il livello sotto il quale iniziare una supplementazione (IOM 2011). L’intervallo dei valori compresi tra 20 e 40 ng/mL viene considerato come “desirable range” in base a motivazioni di efficacia, garantita oltre i 20 ng/mL, e sicurezza, non essendovi rischi aggiuntivi al di sotto dei 40 ng/mL (El-Hajj Fuleihan G et al. 2015)."
Riporto i valori di riferimento che si trovano sui documenti di ritorno del laboratorio analisi riguardo alla vitamina D.
In proposito del valore di 25OHD pari a 20 ng/ml (50 nmol/l), devo però riportare quanto riportato sugli esami eseguiti dal laboratorio analisi in riferimento al valore della vitamina D:
VITAMINA D3 (25 OH).....valore rilevato ng/ml...................V.R. <20 carente
.................................................................................................21 - 29 insufficiente
.................................................................................................30 - 100 sufficiente
quindi a mio modesto parere da profano, posso dichiarare che dal valore 21 al valore 30 ng/ml, la quantità di vitamina D3 nel sangue dell'individuo sia INSUFFICIENTE, a meno che l'individuo sia in PERFETTA SALUTE, ma parlando di anziani dai 60 (sessanta) anni in su e con all'attivo diversi problemi, anche gravi, sia piuttosto azzardato citare lo studio (El-Hajj Fuleihan G et al. 2015)."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronanota96aifa.htm
e l'altra pagina sempre riguardo a questa "NOTA 96 AIFA" dice:
"Dell'articolo mi permetto di sottolineare la parte che ritengo la più importante e che recita:
"Facendo seguito alle segnalazioni pervenute all’AIFA da alcuni operatori del settore e per fornire chiarezza sulle modalità applicative della Nota 96, si anticipa che è in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale un’integrazione alla Determinazione n. 1533/2019, prevista per la data del 4 novembre 2019, attraverso cui verrà più esplicitamente indicato che i farmaci in classe A a base dei principi attivi colecalciferolo, colecalciferolo/sali di calcio e calcifediolo nella formulazione in capsule, richiamati all’allegato 1 della citata determinazione, per la prevenzione e il trattamento della carenza di Vitamina D, sono prescrivibili a carico del Servizio Sanitario Nazionale secondo le limitazioni previste dalla Nota nella popolazione adulta “età > 18 anni” (classe A – Nota 96), con conferma delle modalità prescrittive a carico del Servizio Sanitario Nazionale per la popolazione pediatrica, cui non si applica la Nota."
Ma la parte che ritengo più importante per i medici di base è questa:
"Tale integrazione chiarisce espressamente la modifica della prescrivibilità a carico del SSN, tramite Nota 96, con parziale valenza di riclassificazione dei suddetti farmaci limitatamente alla popolazione adulta nella prevenzione e nel trattamento della carenza di Vitamina D, e avrà efficacia a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronanota96chiarimenti.htm

Ed è proprio riguardo al primo articolo dell'AIFA che mi appello, e si può visionare questa pagina cliccando sul link interessato, che per vedere l'originale, cliccare sul link della pagina, il quale riporta le regole di riferimento per i medici di base, e descrive le condizioni alle quali devono attenersi per prescrivere questa vitamina D ai loro clienti, senza tenere conto invece anche delle altre GRAVI patologie alle quali ora si danno la colpa delle morti, dato che . 
Mentre quest'ultimo articolo riporta ultimo articolo al quale mi appello, è quello che riporta la data 4 novembre 2019, giorno della pubblicazione di questo diciamo EDITTO, il quale ritengo che sia quello che alcuni mesi dopo:
"Coronavirus: Iss, in Italia i decessi accertati finora per causa del Covid-19 sono solo due"
Però è facile capire che questo è la CARENZA di vitamina D.
Riguardo alle morti dei medici e degli infermieri, il fatto è giustificato dal fatto che la pubblicazione di questo "NOTA 96 AIFA" sulla Gazzetta Ufficiale italiana, non riguarda solo i clienti di questi medici, ma sono una regola anche per loro, che per attenersi a questa regola, anche loro hanno smesso di ingoiare vitamina D con le conseguenze che sappiamo.
A riprova è il fatto che i medici deceduti sono anche loro di una certa età.

Ora come buon ultimo devo giustificare il fatto delle morti dei medici e degli infermieri, e cioè di chi che della medicina sono quelli che si dedicano alla salute dei malati, o dichiarati malati del CORONAVIRUS.
E' semplicissimo da spiegare.
Dato che sono proprio i medici a seguire le direttive del "NOTA 96 AIFA", in seguito alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, per seguirle, sia nel fattore che come visto sopra, che il valore di 30 ng/ml è stato abbassato al valore di 20 ng/ml e nel non prescrivere più la vitamina D, come abbiamo potuto rilevare dalla NOTA ai maschi che ne avevano la prescrizione con il valore predente di 30 ng/ml, questo però è anche per loro, con i risultati che sappiamo
Ma parchè prima in Cina e poi in Italia e via via nel tempo le altre nazioni?
Ancora più semplice spiegarlo:
Dato che la MEDICINA allopatica di cui l'AIFA è appartenente, non è solo italiana e neppure solo europea, ma MONDIALE, e queste direttive sono state pubblicate nelle varie nazioni in date diverse, che dopo il periodo di CALO di vitamina D negli individui è iniziata la mattanza.
Che il tutto sia partito dalla Cina, vuol dire che la nazione più solerte alla pubblicazione di questo EDITTO è stata questa nazione, che dopo quel necessario periodo è iniziato quanto ormai conosciamo tutti molto bene.
Che a Wuhan )Cina), ci sia stata la concentrazione maggiore è chiaro che della Cina è la parte con più medici che prescrivevano questa vitamina D, come è stato nella Lombardia, che smettendo di prescriverla è successo il finimondo.

E' stato facile invece colpevolizzare questo coronavirus e la trasmissione da un individuo all'altro con ogni tipo di invenzione pur di giustificare queste morti, approfittando del fatto che gli spostamenti da una nazione all'altra sono ormai un dato di fatto, ecco che a questa è stata attribuita la trasmissione.
Se poi teniamo conto che quando subito dopo la Cina, l'Italia, mentre nelle nazioni vicine questo non succedeva, ma poi dopo anche per loro la pubblicazione di questo EDITTO è iniziato anche da loro questo incredibile problema.
Nel frattempo però, naturalmente le altre nazioni hanno colpevolizzato l'Italia di aver sparso il coronavirus per tutto il mondo.
Su facebook ho visto un disegno che riportava l'Italia come principale colpevole di aver infettato il mondo.
Perchè per le altre nazioni gli stessi problemi e le stesse morti sono iniziati molto dopo?
Semplicissimo, perchè la pubblicazione del "NOTA 96 AIFA" in quella nazione è stata fatta dopo l'Itala, ma per giustificare questo inizio, niente di più facile che colpevolizzare un portatore arrivato dalla nazione nella quale l'inizio, causa la pubblicazione avvenuta in precedenza, niente di più facile che dare la causa al CORONAVIRUS.

A dimostrazione di questa tesi, ecco la piantina dell'Italia con segnalato dove sono state le maggiori dichiarate infezioni da coronavirus.
La pagina recita:
"Come si potrà notare del grafico in oggetto, cui i cerchietti più grandi e più piccoli definiscono la contaminazione del COVID-19, che è concentrata al nord, al di sopra del parallelo di Bologna, infatti la Sardegna è al di sotto di questo parallelo, che dobbiamo ritenere il sud, ed in maggiore concentrazione nella Lombardia.
Questo fatto conferma, e senza ombra di dubbio che le persone che vivono nella parte sud dell'Italia hanno un sole molto più attivo nella AUTOPRODUZIONE di vitamina D.
Al riguardo la pagina recita:
"In proposito la pagina della AIFA Italiana recita:
"La vitamina D viene prodotta per effetto sulla cute dei raggi ultravioletti di tipo B (lunghezza d’onda 290 - 315 nm) che trasformano un precursore, il 7 deidrocolesterolo (la pro-vitamina D), in pre-vitamina D e successivamente in colecalciferolo (vitamina D3). La vitamina D può essere quindi depositata nel tessuto adiposo o trasformata a livello epatico in 25OH vitamina D (calcidiolo o calcifediolo) che, veicolata da una proteina vettrice, rappresenta il deposito circolante della vitamina D. Per esercitare la propria attività biologica il 25OH colecalciferolo deve essere trasformato in 1-25 (OH)2 colecalciferolo o calcitriolo, ligando naturale per il recettore della vitamina D. La sede principale della 1-idrossilasi è il rene ma questo enzima è presente anche nelle paratiroidi, ed in altri tessuti epiteliali."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronanota96aifa.htm

E altro motivo per cui la maggior concentrazione di COVID-19 è al nord, al contrario del sud, la causa è la mancata AUTOPRODUZIONE di vitamina D, dato anche la minore esposizione al sole, quindi mancando la normale prescrizione di vitamina D da parte dei medici di base a questi anziani con multiple patologie, il gioco è fatto.
E' naturale che ai miei coetanei, ho 80 anni, mancando loro della informazione che invece non manca a me, ma sopratutto avendo la fiducia nei loro medici di base, a cominciare dalla data 4 novembre 2019, ricevendo la notizia che loro non potevano più prescrivere questa imputata vitamina D, nè loro nè i loro parenti, hanno pensato di acquistarla onde mantenere quella loro salute, magari precaria, ma vivibile.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronavirusgraficoitalia.htm

Mi permetto ora di dichiarare che le zone più colpite è perchè i medici di base prescrivevano più vitamina D ao loro clienti.

Ed ora a mia difesa ecco il video di medici che dichiarano che per vincere questa pandemia si dovrebbe distribuire alle persone la vitamina D:
Video del medico che dichiara che la vitamina D guarisce e PREVIENE i virus
https://www.facebook.com/StudioMedicoOrlandini/videos/615756862487446/

Ma non basta, un altro alleato sono gli SCIENZIATI della Università di Torino di cui l'articolo recita:
"Proff. Giancarlo Isaia ed Enzo Medico dell’Università di Torino sul possibile ruolo preventivo e terapeutico della vitamina D nella gestione della pandemia da COVID-19
La presentazione clinica ed epidemiologica della pandemia da Coronavirus è certamente molto anomala e, alla ricerca di possibili concause o di specifici fattori di rischio, il Prof. Giancarlo Isaia, Docente di Geriatria e Presidente dell’Accademia di Medicina di Torino, e il Prof. Enzo Medico, Professore Ordinario di Istologia all’Università di Torino, anche a seguito delle recentissime raccomandazioni della British Dietetic Association, hanno approfondito il ruolo che potrebbe svolgere la carenza di Vitamina D, che in Italia interessa una vasta fetta della popolazione, soprattutto anziana.
Sono così emersi alcuni dati che, sintetizzati in un documento, già sottoposto ai Soci dell’Accademia di Medicina di Torino, sono stati giudicati molto interessanti. In esso gli Autori suggeriscono ai medici, in associazione alle ben note misure di prevenzione di ordine generale, di assicurare adeguati livelli di Vitamina D nella popolazione, ma soprattutto nei soggetti già contagiati, nei loro congiunti, nel personale sanitario, negli anziani fragili, negli ospiti delle residenze assistenziali, nelle persone in regime di clausura e in tutti coloro che per vari motivi non si espongono adeguatamente alla luce solare. Inoltre, potrebbe anche essere considerata la somministrazione della forma attiva della Vitamina D, il Calcitriolo, per via endovenosa nei pazienti affetti da COVID- 19 e con funzionalità respiratoria particolarmente compromessa.
Queste indicazioni derivano da numerose evidenze scientifiche che hanno mostrato:
1.a) Un ruolo attivo della Vitamina D sulla modulazione del sistema immune
2.b) La frequente associazione dell’Ipovitaminosi D con numerose patologie croniche che possono ridurre l’aspettativa di vita nelle persone anziane, tanto più in caso di infezione da COVID-19.
3.c) Un effetto della Vitamina D nella riduzione del rischio di infezioni respiratorie di origine virale, incluse quelle da coronavirus.
4.d) La capacità della vitamina D di contrastare il danno polmonare da iperinfiammazione.
Inoltre, i primi dati preliminari raccolti in questi giorni a Torino indicano che i Pazienti ricoverati per COVID-19 presentano una elevatissima prevalenza di Ipovitaminosi D. Il compenso di questa diffusa carenza vitaminica può essere raggiunto innanzitutto esponendosi alla luce solare per quanto possibile, anche su balconi e terrazzi, alimentandosi con cibi ricchi di vitamina D e, sotto controllo medico, assumendo specifici preparati farmaceutici. "
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronavirusvitaminaduniversita.htm

Ma perchè la "NOTA 96 AIFA"?
Semplicemente perchè ultimamente si parla troppo di questa vitamina D, che dei medici hanno dichiarato: "è diventata di moda" rifiutandosi di far fare i relativi esami del sangue ai loro clienti.
Ma perchè questo?
Anche questo è semplicissimo, ed è una esperienza del passato della casta.
Dobbiamo sapere che esattamente nel 1919, esattamente 100 (cento) anni fà, si è scoperta la vitamina D e l'articolo al riguardo riporta:
"IL FALSO MITO DELLA TOSSICITA' DELLA VITAMINA D
Ora torniamo alla strana storia della vitamina D e, in particolare, ai tentativi di renderla illegale da parte delle lobby farmaceutiche e della FDA degli Stati Uniti (l'agenzia regolatrice per farmaci ed alimenti).
Dopo la scoperta di un metodo per produrre in modo semplice ed economico grandi quantità di vitamina D2 irradiando di luce UV sulla materia organica, l'America di fine anni Venti iniziò a consumarne a palate. Decine di alimenti, compresi gli hot dog e la birra, venivano arricchiti con la vitamina D attraverso l'irraggiamento. Gli articolo di giornale parlavano del "miracolo del sole" e ne enumeravano i tanti benefici per la salute.
Secondo il resoconto di uno scienziato, fra la fine degli anni Venti ed i primi anni Trenta, una persona media assumeva 20 mg di vitamina D2 al giorno, e gli ospedali si erano rapidamente svuotati. Nessuno si ammalava più. Gli ospedali stavano andando in bancarotta, insieme ai medici ed alle case farmaceutiche. Più o meno in questo periodo, vari ricercatori stavano intraprendendo degli studi somministrando ai cani un dosaggio di gran lunga maggiore dell'equivalente umano di 20 mg al giorno. Alcuni studi indicavano che si riscontrava una leggera tossicità per dosi maggiori ai 20 mg al giorno, ma questa era per lo più causata da impurità nel processo di preparazione. In seguito, attraverso l'uso di metodi migliori, si riuscì a produrre della vitamina D2 teoricamente priva di tossicità (comunque assumere livelli molto superiori ai 20 mg come per quasi tutte le sostanze ingerite in quantità davvero eccessive, può essere pericoloso ed anche tossico. quindi occorre sperimentare con cautela)."
e l'altro pezzo dello stesso articolo dice:
"La mia esperienza con la vitamina D3
Ora che abbiamo considerato la storia della vitamina D3, vorrei descrivere la mia personale esperienza in merito.
Io non sono mai stato una persona facilmente propensa ad accettare, e neppure a prendere in considerazione, le teorie cospirazioniste. Anzi, per tutta la vita ho fatto proprio l'opposto: ho criticato le teorie del complotto!
Recentemente, però, ho iniziato a chiedermi se non avessi scoperto io stesso una possibile teoria cospirazionista!
Questa cospirazione coinvolge i medici che da anni si prodigano in consigli quasi criminali: evitare il sole, usare i filtri solari e non assumere troppa vitamina D3 perchè è pericolosa!
Fin dagli anni Ottanta, quando i medici iniziarono ad avvertirci di evitare il sole e usare i filtri solari, i tassi di OBESITA', autismo, asma e altre malattie sono AUMENTATI esponenzialmente.
La first lady degli Stati Uniti Michelle Obama, stà cercando di combattere l'OBESITA' infantile esortando i bambini a mangiare cibi migliori e fare più attività fisica.
Ma se fossa qualcos'altro a causare i loro problemi, ad esempio una carenza di vitamina D3 dovuta alla poca esposizione solare? Da bambino, avevo avuto problemi medici quali asma, sindrome da deficit di attenzione-iperattività e sclerodermia morphea."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/vitaminadluciano.htm

Quindi per il direttivo della medicina odierna, pur di non perdere quel posto al sole tanto sudato è inconcepibile, quindi l'imposizione dell'abbassamento descritto, ai suoi dipendenti,  solo che non hanno fatto i giusti conti con >Madre >Natura, la quale, GUARDACASO, nel centenario della sua scoperta, dopo poco tempo si è ribellata a questo ultimo sopruso con la modalità ed i tempi a sua disposizione, tanto che oggi ne rileviamo i catastrofici risultati.
Già questo iter è stato fatto col COLESTEROLO senza danno, ma il suo ruolo è diverso da quello della sua discendente vitamina D. 
E personalmente, con questa lezione, spero che questo direttivo si dedichi al NATURALE e si dissoci dalle industrie farmaceutiche ed i loro "principi attivi" VELENO PURO, che queste parole non sono mie, ma del foglio illustrativo allegato detto BUGIARDINO, sul quale dovrebbero essere scritte a lettere cubitali, in quanto direttamente sotto quelle descrizioni dei danni causati al corpo di chi li ingoia.
Di questo lo SCIENZIATO il dottor Abram Hoffer in una sua intervista dichiara:
"AWS: Le vitamine sono state accusate di essere in qualche modo realmente pericolose.
AH: Sono veramente impressionato della preoccupazione di alcuni scienziati rispetto a queste "pericolose" vitamine. Vorrei che fossero più preoccupati per quei pericolosi veleni chiamati farmaci. Ogni flacone di pillole dovrebbero avere una etichetta veleno con teschio e ossa, e "veleno" scritto a grandi lettere.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova2/Immagini/niacinaabramhoffer.htm

Quindi per la specie umana la perdita della AUTOPRODUZONE di questo IMPORTANTISSIMO ACIDO ASCORBICO (vitamina C) è la menomazione dell'individuo infinitamente grande, il quale in CARENZA, questa CARENZA è causa certo di ogni tipo di malattia.
Come abbiamo stabilito, il secondo dato di fatto è la AUTOPRODUZIONE di vitamina D, quella che l'individuo si AUTOPRODUCE esponendosi al sole, il quale con i suoi raggi UV, fanno trasmutare il COLESTEROLO, anche questo già AUTOPRODOTTO. in questa importantissima vitamina D

A conferma che la vitamina D combatta la influenza un altro articolo recita:
"Per decenni abbiamo aderito alla credenza che l’influenza arrivava in inverno a causa del clima più rigido. Ma numerosi studi hanno completamente falsificato una tale teoria, indicando come l’influenza si presenti ai tropici nel loro “inverno, quando è ancora abbastanza caldo (solitamente durante la stagione delle piogge). No, la ragione per cui l’influenza colpisce d’inverno è un’altra. E suggerisce una facile maniera per prevenirla. E non si tratta di farsi vaccinare. Lo sappiamo già che i nostri corpi producono molta meno vitamina D durante l'inverno. Ma è mai possibile che i livelli ridotti di vitamina D in inverno contribuiscano all’influenza?
Le prove sono evidenti. Anni fa, un attento medico generico inglese, R. Edgar Hope-Simpson, ha collegato le epidemie influenzali dell'emisfero nord con il solstizio invernale. Pertanto, l’influenza arriva proprio quando i livelli di vitamina D cominciano a calare. Finora, la medicina convenzionale ha in gran parte ignorato il suo lavoro.
Proprio questo anno, due importanti pubblicazioni mediche hanno pubblicato un report firmato dal Dott. John Cannell, uno psichiatra dello Atascadero State Hospital, California. Si tratta di una struttura di massima sicurezza riservata a criminali infermi di mente. Nel suo resoconto, il Dott. Cannell ha notato che gli altri reparti intorno al suo erano stati soggetti a un violento attacco d’influenza nell'aprile 2005. Ma nessuno dei suoi 32 pazienti ha preso l’influenza, sebbene si fossero anche mischiati con i reclusi infetti degli altri reparti.
Il Dott. Cannell si è interrogato sul perché il suo reparto avesse evitato l’influenza che pur aveva colpito tutti gli altri reparti. Rapidamente ha capito che si trattava delle dosi elevate di vitamina D prescritte a tutti gli uomini sul suo reparto. Aveva riscontrato che i suoi pazienti, come la maggior parte di tutta l’altra gente dei paesi industrializzati, ne avevano un deficit. (Deve essere uno dei pochissimi psichiatri che prestano attenzione alla nutrizione!) I suoi sforzi per rimediare al deficit hanno potenziato il sistema immunitario dei suoi pazienti, proteggendoli completamente dall’influenza.
Perché funziona? La scienza recentemente ha scoperto che la vitamina D stimola i nostri globuli bianchi a produrre una sostanza denominata catelicidina. I ricercatori non hanno ancora studiato questo prodotto chimico sul virus dell’influenza, ma da tempo hanno segnalato che esso attacca un'ampia varietà di agenti patogeni, tra cui funghi, virus, batteri e perfino la tubercolosi.
Così, troviamo che il mio suggerimento di farvi controllare il livello di vitamina D a quest’epoca dell’anno era quanto mai centrato. Ma ora, alla luce di queste nuove informazioni, penso che non sia nemmeno necessario spendere i soldi per sottoporsi agli esami. La vitamina D è poco costosa. E stimola il vostro corpo a produrre quello che potrebbe essere l’antibiotico definitivo! Completamente atossico e che uccide soltanto gli organismi invasori (non le vostre cellule). Dotatevi dell’incredibile protezione della vitamina D. Esponetevi al sole quando potete. Fate semplicemente attenzione a non scottarvi. Se state per lo più all'interno, suggerisco fortemente che aggiungiate vitamina D al vostro regime quotidiano. Raccomando 10.000 IU al giorno. Non vedo controindicazioni a questa dose, particolarmente nei mesi invernali!"
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/vitaminadinfluenza1.htm

A conferma della quantità molti altri medici dei quali il più conosciuto il dottor Coimbra che in un suo video dice:
"E' importante che si dica che la dose giornaliera che è raccomandata oggi, internazionalmente, non esclude nessun paziente dalla carenza di vitamina D, è una dose irrisoria, molto sotto la dose fisiologica.
E allora, quando abbiamo iniziato a dare la dose fisiologica, che è la dose di 10.000 unità giornaliere, cioè la dose che si produce con pochi minuti di esposizione solare, ossia, se hai addosso canottiera e bermuda, con le gambe e le braccia esposte al sole, produrrai in 20 minuti, se hai la pelle chiara e sei giovane, 10.000 unità di vitamina D al giorno.
Allora, 10.000 UI è una dose fisiologica, non è una super dose.
Però la maggior parte dei dottori considerano questa dose potenzialmente tossica."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova1/Immagini/vitaminadcoimbraa.htm

Data la importanza della vitamina D sulle vie respiratorie come stabilito sopra, ho certezza che la modifica della AIFA nella prescrizione della vitamina D e quindi l'assunzione di questa per le persone di una certa età sopra i 60 anni, entrando in CARENZA in quanto la vitamina D viene consumata ogni giorno per ovvi motivi di AUTOGUARIGIONE, ecco che mancando delle necessarie DIFESE IMMUNITARIE indispensabili, l'individuo si aggrava fino alla morte.
Che la vitamina D serva OGNI GIORNO e non come da protocollo medico, il video lo conferma:
https://www.facebook.com/dottgabrieleprinzi/videos/546523222837114/

A questo punto non posso che concludere che finchè gli stati non distribuiranno questa vitamina D e l'ACIDO ASCORBICO insieme al CLORURO DI MAGNESIO, questo coronavirus sarà sempre presente in ogni nazione, in quanto le persone invecchiando CARENTI sopratutto di vitamina D continueranno ammalarsi ed a morire come mosche.
Ma non solo, questi anziani, stando chiusi in casa per un lungo periodo, quindi senza IL MOVIMENTO, le malattie si moltiplicheranno all'inverosimile.
Questo perchè guardando la natura, nessun animale ha la sedia, la poltrona ed il letto. COMODITA' che rubano la vita.
Infatti loro sono in continuo movimento anche solo per il fatto che TUTTi hanno una specie dalla quale fuggire per la loro vita.
Cosa che per l'uomo questo non succede, ma in compenso deve guardasi bene dai suoi simili.

Roma, 13 mar 19:12 - (Agenzia Nova) - Le persone morte a causa del coronavirus in Italia, che non presentavano altre patologie, potrebbero essere solo due. E' quanto risulta dalle cartelle cliniche finora esaminate dall'Istituto superiore di sanità, secondo quanto riferito dal presidente dell'Istituto, Silvio Brusaferro, nel corso della conferenza stampa tenuta oggi presso la Protezione civile a Roma. "I pazienti deceduti positivi hanno una media di oltre 80 anni - 80,3 per l'esattezza - e sostanzialmente sono prevalentemente maschi", ha detto Brusaferro. "Le donne sono il 25,8 per cento. L'età media dei deceduti è significativamente più alta rispetto agli altri positivi. Le fasce d'età superiori ai 70 anni, con un picco tra gli 80 e gli 89 anni. La maggioranza di queste persone è portatrice di patologie croniche. Soltanto due persone non sono risultate al momento portatrici di patologie", ma anche in questi due casi, l'esame delle cartelle non è concluso e potrebbero, dunque emergere cause di morte diverse dal Covid-19. Il presidente dell'Iss ha precisato che finora dagli ospedali di tutta Italia sono pervenute "poco più di cento cartelle cliniche".

Sono i primi dati un minimo dettagliati forniti finora dalla Protezione civile sulle cause di morte dei pazienti affetti da coronavirus. Allo stato attuale, infatti, le autorità non sono in grado di distinguere coloro i quali sono morti a causa del virus, da quelli che, invece, vengono quotidianamente comunicati all'opinione pubblica, ma che erano in massima parte portatori di altre gravi patologie e che, quindi, non sarebbero deceduti a causa del Covid-19. Rispondendo a una domanda di "Agenzia Nova", infatti, Brusaferro non ha saputo indicare il numero esatto dei decessi da coronavirus. Il professore ha però chiarito che, in base ai dati analizzati, la grande maggioranza delle vittime "avevano serie patologie e in alcuni casi l'insorgenza di un'infezione delle vie respiratorie può portare più facilmente a un decesso. Per far chiarezza su questo punto, e fornire dati reali, "man mano che acquisiremo le cartelle andremo ad approfondire ulteriormente. Comunque le popolazioni più a rischio sono quelle fragili, portatrici di più patologie". (Rin) © Agenzia Nova - Riproduzione riservata
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronavirusmaschimorti.htm

ciaooo Genfranco
.
.
Torna in alto Andare in basso
genfranco

genfranco

Maschio Messaggi : 1028
Punti : 7939
Data d'iscrizione : 07.11.09
Età : 79
Località : pinerolo

l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Empty
MessaggioTitolo: Re: l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio   l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Icon_minitimeMer 1 Apr 2020 - 16:02

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/tiaminab1eleenergie.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/pagineprecedenti.htm

Dell'articolo in oggetto sottolineo la parte che recita:
"Eccessi di Vitamina B1
Non si registrano invece sovradosaggi perché la quantità in eccesso viene eliminata dal corpo attraverso l’urina."
Questo è per TUTTI gli "ALIMENTI ESSENZIALI", sia AUTOPRODOTTI che ingoiati con i CIBI, in quanto sono quelli che circolano nel sangue di ogni specie animale.
Quindi le DEMONIZZAZIONI sono FALSE quindi da scartare in quanto fatte per LUCRO dal nostri simile.

Devo sottolineare anche questa parte in quanto è PIENAMENTE FALSO, che se così fosse, gli altri esseri viventi, che non hanno il cervello umano, ma sopratutto le FALSE informazioni umane, se in caso di un cibo contenente tanto di un certo "ALIMENTO ESSENZIALE", l'ingoiarlo per lungo tempo causasse danni, se così fosse ci sarebbe la ESTINZIONE della specie. Questo però NON MI RISULTA, quanto invece è chiara la DEMONIZZAZIONE di questi "ALIMENTI ESSENZIALI".
"Precauzioni e Controindicazioni
Per evitare effetti collaterali o interazione con altri farmaci è consigliabile rivolgersi ad un medico se si intende assumere integratori.
Bisogna poi fare attenzione perché se si assume una sola vitamina per lungo tempo, questa può provocare uno squilibrio con le altre vitamine."
Mi ripeto e dico che questo è completamente FALSO, anche perchè il mio corpo si sà AUTOGUARIRE, quindi è perfettamente in grado di gestire gli accessi e senza problemi, quindi a causare danni è la SOLA CARENZA. Di qualsiasi "ALIMENTO ESSENZIALE" sia.
Se così non fosse ci saremmo estinti da sempre, invece NO.

Fissato questo aggiungo un altro fatto che ritengo molto importante di questa tiamina (vitamina B1):
l'articolo in oggetto recita:
"La vitamina B1, detta anche tiamina, è una delle 8 vitamine facenti parte del gruppo B. Il nome B1 è dovuto al fatto che è stata la prima ad essere scoperta. È una vitamina idrosolubile, il che significa che non può essere immagazzinata dall’organismo, va quindi assunta attraverso l’alimentazione.

Tutte le vitamine del gruppo B aiutano l’organismo a trasformare carboidrati e zuccheri in combustibile per la produzione di energia. Inoltre, aiutano il corpo a metabolizzare i grassi e le proteine."

Ora sapendo che nel corpo umano, il cibo ingoiato nello stomaco è trasformato in 4 (quattro) MACRONUTRIENTI, a farcelo capire la pagina recita:
"La pagina che a noi fà fede, quindi ne è la partenza, recita:
"ELEMENTI DI ALIMENTAZIONE. Rielaborazione D. Gianluca Calanchi
DIGESTIONE ED ASSORBIMENTO DEL CIBO
Il tratto gastrointestinale inizia dalla bocca con l'istmo delle fauci e finisce dopo circa 4,5 metri con l'orifizio anale.
Durante questo percorso il tratto si allarga e si restringe dando origine ad organi di diversa forma e funzione. Dopo la bocca troviamo l'esofago, che si allarga nella cavità dello stomaco situata nella parte superiore sinistra della cavità addominale, dove grazie ad un ambiente particolarmente acido molti alimenti vengono "digeriti" cioè spezzati nei loro componenti fondamentali. Dopo lo stomaco troviamo l'intestino tenue che inizia con un breve tratto a forma di anello, il duodeno per poi continuare con il digiuno.
Globalmente l'intestino tenue occupa parte della cavità addominale raccogliendosi a formare numerose anse, per poi sfociare nell'intestino crasso che inizia nella cavità iliaca destra con il colon (sotto il passaggio da ileo a colon c'è un breve segmento a emisfera: il cieco). Il colon prosegue verso l'alto con il colon ascendente, poi con il colon trasverso e quindi con il colon discendente che, nella fossa iliaca sinistra prosegue con il sigma del colon e quindi con l'intestino retto che, attraverso l'orifizio anale, comunica con l esterno.
Ognuno dei tratti dell'apparato digerente presenta a livello di composizione tissutale particolarità che ne definiscono anche la funzione.
La digestione è un processo chimico e motorio finalizzato alla scomposizione degli alimenti (macroalimenti) in parti più semplici e quindi assorbibili. Il processo inizia nella bocca con la masticazione, l'insalivazione (la saliva, contenete un enzima: ptialina, comincia la digestione dei carboidrati) e quindi la deglutizione. Il bolo alimentare così formato arriva allo stomaco dove altri enzimi specifici elaborano le proteine ed i grassi mentre la presenza di acido cloridrico (HCl) attiva alcuni enzimi mantenendo al contempo sterile l'ambiente; a questo punto gli alimenti così trattati vengono denominati chimo.
Entrando nel duodeno il chimo si trasforma in chilo grazie all'azione dei secreti pancreatici ed epatici; i processi digestivi continuano con altri elementi secreti anche dalle pareti intestinali. A mano a mano che le sostanze alimentari complesse si trasformano in semplici vengono assorbite a partire dal duodeno per tutto il digiuno e l'ileo attraverso particolari strutture che aumentano la superficie di assorbimento intestinale: i villi intestinali. I residui della digestione, che non vengono assorbiti, percorrono il colon (che assorbe solo acqua e poco altro) passano nel retto per venire espulsi.
DEGRADAZIONE DEGLI ALIMENTI
Glicidi > Polisaccaridi > Trisaccaridi > Disaccaridi > Monosaccaridi
Protidi > Peptoni > Peptidi > Aminoacidi
Lipidi > Trigliceridi > Acidi grassi.
ALIMENTAZIONE
Una corretta alimentazione, è fondamentale per la conservazione di un buon stato di salute generale. L istruttore deve essere in grado di fornire almeno le indicazioni orientative agli allievi su questo delicato argomento evitando che l'approssimazione e l'improvvisazione possa provocare danni. Una dieta corretta, tranne alcune eccezioni particolari e trattate dal medico, è una dieta equilibrata, cioè una dieta in cui la quota dei macronutrienti sia in un rapporto corretto tra loro. Trattando della digestione abbiamo accennato ai macroalimenti o macronutrienti, ora vedremo di cosa si tratta. Nei macronutrienti annoveriamo 4 elementi: proteine (protidi), "zuccheri" (carboidrati), grassi (lipidi) ed acqua. I primi 3 apportano calorie mentre il quarto no.
Gli alimenti che noi introduciamo rappresentano una forma di energia potenziale, di natura chimica, che l'organismo trasforma in energia meccanica e calore."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/alimentazioneinizio.pdf

Ora, dopo questa illuminante descrizione, devo far presente che nella mia chiacchierata telefonica con le persone che mi contattano e vogliono informazioni, arrivo alla conclusione che per mantenere la VERA SALUTE sono indispensabili 3 (tre) fattori:
1- il CIBO NATURALE, che contenga gli
2- "ALIMENTI ESSENZIALI" che la medicina nomina "integratori" ed il
3- MOVIMENTO
i quali insieme evitano la OBESITA'. la STITICHEZZA e le conseguenti EMORROIDI, mentre ora prendiamo una direzione diversa, onde capire uno dei perchè della AUTOPRODUZIONE dell'ORMONE ACIDO ABSCISSICO.
Faccio anche presente che se si ha il dubbio che i CIBI NATURALI NON contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" denominati "integratori" dalla medicina, ecco che è bene ingoiarli a cucchiaini, capsule, perle o pastiglie come Franca e me da 28 anni, ora nel 2020, quindi dal 1992..
Tornando ora allo scritto del dottor Gianluca Calanchi e sottolineando la parte che per noi è BASILARE:
"Nei macronutrienti annoveriamo 4 elementi: proteine (protidi), "zuccheri" (carboidrati), grassi (lipidi) ed acqua. I primi 3 apportano calorie mentre il quarto no. "
ripetendo:
1) "PROTEINE" (protidi)
2) "ZUCCHERI" (carboidrati)
3) "GRASSI" (lipidi)
1) "ACQUA"
dobbiamo rilevare che le
PROTEINE (protidi) non causano danni rilevabili, neppure i
GRASSI (lipidi), tanto meno la
ACQUA, quanto invece il MACRONUTRIENTE più colpevolizzato di causare danni alla salute sono gli
"ZUCCHERI" (carboidrati)
i quali sono quelli incriminati dalla informazione della medicina, di tanti danni all'organismo umano, danni che ne soffre il SOLO GENERE UMANO, quindi a questa nostra sola specie.
Questo ci viene detto da chi si interessa della nostra salute, il quale ci informa che non dobbiamo ingerire "zuccheri" nei cibi, poichè a questi, come abbiamo visto prima, attribuiscono la causa di questi problemi.
Ma non solo, vogliono darci ad intendere che con la quantità del MACRONUTRIENTE "ZUCCHERI" (carboidrati) che circolano nel corpo umano, in quanto quarto MACRONUTRIENTE trasformati nello stomaco come sopra descritto, basta qualche grammo di "zucchero" in più ingoiato con i CIBI che possa causare tutto quello scompenso che tutti ormai conosciamo molto bene iniziando dal DIABETE?
Mi sento molto preso per i fondelli e voi?
Non riesco proprio ad ammettere che una sola specie animale, dopo la lunga EVOLUZIONE nel tempo, non si sia accorta che, da circa 100 anni stà perdendo il controllo di una intera specie riguardo a questo MACRONUTRIENTE "ZUCCHERI" (carboidrati).
Ammetto che lo "zucchero bianco" sia VELENO PURO, in quanto è trattato con PRODOTTI CHIMICI VELENOSI che ingoiati non possono che causare danni, ma alla fine dobbiamo ammettere che siano solo questi ultimi il peggiore tra i due, ma non lo "zucchero" in se.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/acidoabscissicoormonebasilare.htm
Oh, ma allora il mio corpo, è diviso in 4 parti (MACRONUTRIENTI), che senza contare l'esatta percentuale, se il peso ipotetico di 1 kg. di cibo ingoiato, ecco che dopo la digestione, negli intestini si riversano 250 grammi di "ZUCCHERI", quindi è facile dichiarare che impossibile che come già detto, pochi grammi di "zuccheri" di una brioss possano causare la OBESITA'.
Quindi la causa della OBESITA' è da ricercare da altra parte.
Fissato questo, ora ripetendo quanto dichiara l'articolo in oggetto:
"Tutte le vitamine del gruppo B aiutano l’organismo a trasformare carboidrati e zuccheri in combustibile per la produzione di energia. Inoltre, aiutano il corpo a metabolizzare i grassi e le proteine."
E' ora comprensibile che essere CARENTI di vitamine del gruppo B, quindi iniziando dalla vitamina B1 TIAMINA, insieme alla vitamina B12 COBALAMINA, le cui CARENZE sono possibili causa motivi di alimentazione, la prima causa la raffinazione dei cibi, mentre la seconda causa la mancata ingestione di cibi che la contengono, ecco che il corpo dell'individuo, avendo a disposizione molti "ZUCCHERI", mancando il "motore" per la trasformazione in ENERGIE, che sono queste vitamine del gruppo B, ecco che questi "ZUCCHERI" non sono usati e nel contempo l'individuo è SENZA quelle necessarie ENERGIE per vivere bene, subendo quella stanchezza fisica che per la maggior parte dei casi è DEBILITANTE.
Sono certo che non solo l'ACIDO ABSCISSICO è necessario per tenere a bada quegli "ZUCCHERI" trasformati dal CIBO NATURALE, ma usandoli anche da questo gruppo di vitamine B, sicuramente ne diminuiscono la quantità circolante che con l'eccesso causano ogni sorta di problemi di salute.
Però sono altrettanto certo che questa quantità di "ZUCCHERI" trasformati nel corpo, lui sà benissimo del perchè di questo che noi chiamiamo eccesso, che è da lui considerato normale e gestito senza problemi, che a cambiare le carte in tavola sono le CARENZE di quanto elencato sopra:
il gruppo delle vitamina B
e l'ACIDO ABSCISSICO
come detto sopra.

Come sempre la VERA SALUTE passa per il CIBO NATURALE, quindi è vero che modificarlo può essere redditizio come rendimento commerciale, ma come sempre, se ingoiato con costanza causa CARENZA di un qualche "ALIMENTO ESSENZIALE", che scoprendo quale di questi sia, ingoiandone quantità sufficienti si guarisce recuperando questa VERA SALUTE.
A conferma dell'articolo sotto, il video:
https://www.youtube.com/watch?v=7yorK73ndzM&feature=youtu.be
"Marco è un cinquantenne colpito otto anni fa dal morbo di Parkinson. Per ben sei anni ha tentato una terapia attraverso la somministrazione di diversi farmaci nella speranza di curare la sua malattia. Visti i risultati negativi, si è infine rivolto, due anni fa, al neurologo di Viterbo Antonio Costantini, il medico che ha in cura centinaia e centinaia di pazienti affetti dal morbo di Parkinson.
Dopo il trattamento con la Vitamina B1, detta anche Tiamina, i sintomi della malattia sono completamente regrediti, così come accertato dal medico Asl competente. ( Vai al video )
Non si tratta certamente del primo caso, ma questo è l’unico ad avere ottenuta una verifica ufficiale.
Sulla vicenda abbiamo sentito il dottor Costantini.
D: Dottor Costantini, Marco è uno degli ultimi malati che ha curato per il morbo di Parkinson. Quale è la terapia somministrata a questo nuovo paziente ?
R:La terapia che abbiamo somministrato a questo nuovo paziente è sempre la vitamina B1, con dosi necessarie per controllare perfettamente l’equilibrio. Su questa base noi inseriamo la dose di Levodopa, che è il farmaco con meno effetti collaterali che esistono per la malattia del Parkinson, e il risultato è stato una completa regressione dei sintomi.
D: Da quali parametri risulta questa regressione?
R: Dalle schede di valutazione, dai test motori cui viene sottoposto per verificare l’equilibrio, l’eloquio e tutta una serie di funzioni che risultano nella norma.
D: Marco si è sottoposto anche a una visita di controllo alla Asl?
R: Si, lui è un sottufficiale in congedo della polizia; per avere la licenza del porto d’armi è stato sottoposto ad una visita ufficiale per verificarne le condizioni di salute. E’ stato visitato da un fisiatra della Asl per accertare le condizioni fisico-motorie del paziente. Il medico fisiatra che lo ha visitato ha infatti constatato che non presentava più alcun sintomo della malattia e lo ha ritenuto idoneo. Per noi è comune vedere pazienti con malattia di Parkinson con completa regressione dei sintomi in seguito all’introduzione della vitamina B1 nella loro terapia. In questo caso però la completa regressione dei sintomi non l’abbiamo certificata noi ma un medico estraneo al nostro gruppo e si tratta di uno specialista nei disturbi del movimento.
D: Fino a qualche anno fa la malattia del morbo di Parkinson colpiva soprattutto gli anziani, adesso colpisce anche i trenta-quarantenni. Cosa è cambiato in questi anni?
R: Non si sa. Di certo, attualmente si consumano nella alimentazione molti zuccheri semplici che richiedono più vitamina b1 per essere metabolizzati. Quindi pensiamo che possano crearsi situazioni di carenza relativa di Vitamina B1 che potrebbe essere implicata nella patogenesi della malattia a causa dell’alimentazione in cui sia presente un alto contenuto di zuccheri semplici nei cibi. Ci sono già studi che correlano la malnutrizione ai sintomi non motori della Malattia di Parkinson (Mischley L.K1 .Int Rev Neurobiol. 2017;134:1143-1161. doi: 10.1016/bs.irn.2017.04.013. Epub 2017 Jun 9.Nutrition and Nonmotor Symptoms of Parkinson’s Disease.)
D: Quali sono i primi sintomi di questa malattia degenerativa?
R: I sintomi sono tanti perché interessano i sistemi motori; l’olfatto con anosmia, è sicuramente uno dei primi sintomi; l’umore, con depressione; un leggero rallentamento dei movimenti; una leggera rigidità e la mancanza di movimenti volontari; il viso che è amimico. Consideri che il Parkinson interessa i sistemi motori, colpisce le funzioni cognitive, le funzioni emotive, oltre l’olfatto, e l’equilibrio. Provoca movimenti involontari come il tremore, peraltro non presente in tutti pazienti, e questo costituisce uno dei sintomi più ostici da mettere sotto controllo, da sempre.
D: Dopo la riabilitazione è necessario ricorrere anche alla fisioterapia?
R: La fisioterapia è importante perché consente al paziente di recuperare o mantenere i gradi fisiologici di movimento (articolarità), limitati dalla rigidità tipica del parkinsoniano. Esistono esercizi per la stabilità posturale, per l’elasticità muscolare e un training per la deambulazione. Il movimento del parkinsoniano deve essere controllato dalla volontà, perché non è controllato automaticamente dai sistemi colpiti dalla malattia.
dott. Antonio Costantini
Quindi il paziente impara con il terapista a dare un ritmo al proprio cammino, contando a voce i passi o attraverso ausili quali il contapassi. Per i pazienti con disturbi della marcia come il freezing (il paziente si blocca prima o durante il cammino), sono molto utili i puntatori laser che sbloccano il paziente dallo stato di “congelamento” tipico del freezing illuminando la zona antistante i piedi.
D: Dottor Costantini lei ha curato con la vitamina B1 centinaia e centinaia di pazienti colpiti dal morbo di Parkinson. I suoi studi sono stati pubblicati nel 2015 sul sito The National Center Biotechnology. Come ha reagito la medicina ufficiale alla sua cura?
R: E’ stata totalmente ignorata, purtroppo. Non si è incaricato nessuno di smentirci, né di confermare i nostri risultati.
D: Perché secondo Lei?
R: Non ne ho alcuna idea.
D: Negli anni scorsi in collaborazione con l’ospedale San martino di Genova era stato deciso di organizzare una sperimentazione chiamata “doppio cieco” poi abbandonata. Perché?
R: Perché il Ministero non ha dato i fondi per la sperimentazione. Si trattava di 250 mila euro.
D: Quanto costa la cura con la somministrazione della vitamina B1 rispetto alla cura con i farmaci tradizionali?
R: Costa molto di meno; in fiale costa 50 euro l’anno.
D: Mentre la cura con i farmaci tradizionali?
R: Ci sono anche farmaci molto cari di recente produzione.
D: Su internet sono presenti numerosi enti scientifici, associazioni di genitori, neurologi e ospedali che si occupano a vario titolo del morbo di Parkinson. In futuro, cioè oggi, ritiene possibile una collaborazione con altri enti scientifici per cercare di debellare definitivamente questa malattia invalidante per migliaia e migliaia di persone?
R: Noi siamo disponibili ad aiutare chiunque. Attualmente ci sono centinaia di pazienti che si rivolgono a noi attraverso l’invio di e.mail. Un sito web britannico chiamato HealthUnlocked si è molto impegnato, visti i buoni risultati, a diffondere questo tipo di trattamento tra i suoi iscritti: hanno pubblicato delle linee guida con il nostro aiuto. Pertanto, un paziente può anche agevolmente curarsi da solo con forme orali di Vitamina B1. I risultati sono stati ben evidenti, tanto che alcuni utenti hanno potuto fare un elenco di circa 80 disturbi lamentati dai pazienti che regrediscono o migliorano di molto in seguito alla terapia con Tiamina. Talvolta chiedono a noi qualche consiglio per aggiustare la dose in itinere.
Giuseppe Careri
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/parkinsontiaminab1.htm
Inoltre, al riguardo del CAFFE' ed alla malattia Parkinson l'articolo riporta: 
"Quindi se le malattie, compreso la Parkinson non la curano i "principi attivi" come si potrà mai pretendere di prevenire o curare questa malattia con il CAFFE' DROGA-INSETTICIDA?
Sempre l'articolo in oggetto scrive:
"Il Parkinson è una patologia neurodegenerativa particolarmente diffusa e molto grave, che ha fra i suoi sintomi dolori muscolari, tremori, problemi nella regolazione dell’equilibrio e del movimento. Si tratta di una malattia che per molti versi è ancora un mistero per gli studiosi, che non sono riusciti ad individuare una terapia definitiva che riesca a sconfiggere il male.
Gli studi e le ricerche sono all’ordine del giorno, accompagnati dal tentativo di trovare una cura che possa prevenire il Parkinson."
e con tanta fantasia l'autore dell'articolo scrive:
"Gli esperimenti compiuti in laboratorio infatti hanno dimostrato che la caffeina consente di rallentare la degenerazione cerebrale nelle persone colpite dal Parkinson. Secondo la ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica Pnas, nei grani del caffè si trova una sostanza preziosa: l’Eht. Si tratta di un acido grasso che deriva da un neurotrasmettitore della serotonina e ha la capacità di proteggere il cervello da un accumulo di proteine, che solitamente causa il morbo.
Questo composto contenuti nei grani di caffè insieme alla caffeina crea un potentissimo scudo contro la malattia, bloccando il progredire dei sintomi e addirittura prevenendoli grazie ad un’azione protettiva delle cellule cerebrali. Non è la prima volta che il caffè viene indicato dagli scienziati come un ottimo alleato contro il Parkinson, già in passato numerosi studi avevano evidenziato come la classica tazzina consenta di ridurre il rischio di ammalarsi."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/caffeparkinson.htm
La pagina riporta della malattia beri-beri, guarita appunto da questa vitamina B1 (tiamina)
"Il beri-beri è una malattia da denutrizione provocata dalla carenza cronica di tiamina, meglio nota come vitamina B1. Si tratta di una patologia diffusa soprattutto nelle popolazioni orientali con alimentazione fondata prevalentemente sul consumo di riso brillato. La tiamina, particolarmente abbondante nella crusca di riso, quindi nel prodotto integrale, viene infatti perduta con il processo di raffinazione del cereale.
Beri-beri carenza vitamina B1Anche l'alcolismo può predisporre allo sviluppo del beri-beri, sia perché l'etanolo riduce l'assorbimento intestinale della tiamina, sia perché il danno epatico associato all'abuso di alcol riduce la capacità del fegato di convertire la vitamina nella sua forma attiva. Deficit di tiamina possono essere scatenati anche da disbiosi, specie quando caratterizzate da un'eccessiva proliferazione della flora batterica intestinale; alcuni di questi microorganismi sintetizzano infatti un enzima, chiamato tiaminasi, in grado di inattivare la vitamina B1. Deficit attenuati di tiamina, che spesso fuggono alla diagnosi, possono quindi registrarsi ancora oggi, specie nelle persone che fanno un eccessivo consumo di alimenti raffinati, negli alcolisti, in gravidanza ed allattamento, ed in caso di avvenimenti stressanti, incluso lo sport, o resezioni e disturbi gastrointestinali (celiachia, colite ulcerosa ecc.). Spie di tale deficit sono sintomi come nevriti, stato di stanchezza cronica, cefalee, irritabilità, disturbi della memoria, palpitazioni, affanno, costipazione, difficoltà digestive, vertigini ed inappetenza.
La B1 fu la prima vitamina scoperta dall'uomo, nel lontano 1911 grazie agli studi di Funk; già qualche anno prima Eijkam, incaricato di scoprire l'origine di una malattia che aveva improvvisamente assalito buona parte delle armate delle Indie olandesi, era giunto alla conclusione che il tegumento del riso conteneva una qualche sostanza la cui assenza causava il beri beri nell'uomo e nelle galline.
La vitamina B1 agisce essenzialmente come coenzima nella produzione di energia a partire da substrati energetici come glucidi ed aminoacidi glucogenici. In natura, si trova in alimenti come la carne fresca, le uova, i legumi, i cereali integrali, le verdure a foglia verde, la frutta ed il latte.
Sintomi Beri beri
Beri-beri è una parola della lingua cingalese, che significa letteralmente "non posso non posso", in riferimento agli effetti paralizzanti che può produrre nei soggetti affetti.
Il beri beri può dare tre diverse sintomatologie:
beri-beri umido: affligge principalmente il sistema cardiovascolare. Comporta un accumulo di liquido nei tessuti, con edema, tachicardia, difficoltà respiratorie e tendenza all'insufficienza cardiaca;
beri-beri secco: affligge principalmente il sistema nervoso. Il paziente appare estremamente emaciato, e lamenta atrofia dei muscoli degli arti inferiori e polineuropatia;
beri-beri infantile: colpisce i lattanti di 2-3 mesi di età. Può presentarsi in diverse forme, isolate o variamente associate tra loro: cardiache (fulminanti), afoniche e pseudomeningitiche. Può quindi essere letale se non si interviene celermente con un trattamento adeguato. Le cause del beriberi infantile vanno ricercate nell'assunzione di latte materno povero di tiamina.
Prima di assumere una precisa fisionomia, il beri-beri si manifesta con inappetenza, astenia, disturbi gastrointestinali, edemi (a volte), palpitazioni, disturbi della sensibilità, incertezza nei movimenti, debolezza alle gambe, dolori e spasmi muscolari.
La neuropatia è il segno caratteristico del beri-beri nell'adulto (forma secca); si manifesta con alterata percezione sensoriale, formicolio o perdita di sensibilità a mani e piedi, difficoltà deambulatorie, confusione mentale, difficoltà nella fonazione e movimenti involontari degli occhi (nistagmo optocinetico).
Trattamento
La terapia del Beri-beri si basa sulla somministrazione di tiamina (tiamina cloridrato) per via orale (10 mg/die), eventualmente supportata da un multivitaminico e multiminerale, ma soprattutto dalla correzione delle abitudini dietetiche. Nelle forme più gravi di beri-beri si rende necessaria una doppia iniezione quotidiana per via intramuscolare con circa 20 mg di vitamina cloridrato. Il recupero è spesso sorprendente nella sua rapidità, tanto da far registrare notevoli miglioramenti entro un'ora dall'inizio del trattamento specifico per il beri-beri.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova3/Immagini/beri-berivitaminab1.htm

La vitamina B1, detta anche tiamina, è una delle 8 vitamine facenti parte del gruppo B. Il nome B1 è dovuto al fatto che è stata la prima ad essere scoperta. È una vitamina idrosolubile, il che significa che non può essere immagazzinata dall’organismo, va quindi assunta attraverso l’alimentazione.

Tutte le vitamine del gruppo B aiutano l’organismo a trasformare carboidrati e zuccheri in combustibile per la produzione di energia. Inoltre, aiutano il corpo a metabolizzare i grassi e le proteine.

Fabbisogno Giornaliero

Il fabbisogno giornaliero varia a seconda del xexxo: secondo l’ Accademia Nazionale delle Scienze (USA) per le donne è di 1,1 mg al giorno mentre per gli uomini è di 1,2 mg al giorno. (1)
Vitamina B1 Proprietà e Benefici

Stress: è anche chiamata vitamina anti stress perché rafforza il sistema immunitario ed aumenta le capacità dell’organismo di resistere alle condizioni di stress.

Beriberi: il suo utilizzo più importante è quello che riguarda il trattamento del beriberi, una patologia caratterizzata da una carenza di Vitamina B1. I sintomi di questa malattia sono dovuti all’impossibilità delle cellule di usare gli zuccheri e possono essere:

    Gonfiore, formicolio e sensazione di bruciore alle mani
    Problemi respiratori
    Confusione mentale

Cataratta: la sua assunzione, insieme ad altre sostanze nutritive, sembra ridurre il rischio di sviluppare la cataratta.

Alzheimer: i ricercatori hanno ipotizzato che le proprietà della vitamina B1 potrebbero apportare benefici nei malati di Alzheimer. La tiamina orale ha dimostrato di migliorare la funzione cognitiva nei pazienti con il morbo di Alzheimer.

Depressione: è anche nota come la vitamina del morale. Le sue proprietà migliorano la qualità dello stato emotivo. Bassi livelli di tiamina causano depressione. Uno studio condotto in Cina su persone adulte ha dimostrato che bassi livelli di vitamina B1 sono associati ad un maggior rischio di depressione.
Fonti Alimentari

La vitamina B1 si trova sia negli alimenti di origine vegetale che in quelli di origine animale. Qui di seguito quelli con il maggior contenuto:
Vegetali

    Legumi
    Cereali
    Germe di grano
    Lievito di birra
    Melassa
    Crusca

Animali

    Carne di maiale
    Manzo
    Pollame
    Fegato, cervello, reni ed intestino degli animali

Carenza di Vitamina B1

Vitamina B1 100 mg x 90 Capsule

Tasto Amazon

Ai nostri tempi è raro sviluppare una carenza di tiamina se non si hanno particolari problemi di salute. Possono invece esserne carenti gli alcolisti, i soggetti con problemi di anoressia, con la malattia di Crohn e chi si sottopone a dialisi.

I sintomi sono:

    Nausea
    Mal di testa
    Stanchezza
    Vomito
    Depressione
    Irritabilità

Le persone con carenza di tiamina hanno anche difficoltà a digerire i carboidrati. Questo permette l’accumulo nel sangue di una sostanza chiamata acido piruvico che ha conseguenze negative sulla salute. Le conseguenze sono la perdita della prontezza mentale, difficoltà a respirare e danni al cuore.
Guarda anche le proprietà delle vitamine B2, B3, B6 e B12
Eccessi di Vitamina B1

Non si registrano invece sovradosaggi perché la quantità in eccesso viene eliminata dal corpo attraverso l’urina.
Precauzioni e Controindicazioni

Per evitare effetti collaterali o interazione con altri farmaci è consigliabile rivolgersi ad un medico se si intende assumere integratori.

Bisogna poi fare attenzione perché se si assume una sola vitamina per lungo tempo, questa può provocare uno squilibrio con le altre vitamine.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/tiaminab1eleenergie.htm

ciaooo Genfranco
.
.
Torna in alto Andare in basso
genfranco

genfranco

Maschio Messaggi : 1028
Punti : 7939
Data d'iscrizione : 07.11.09
Età : 79
Località : pinerolo

l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Empty
MessaggioTitolo: Re: l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio   l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Icon_minitimeVen 3 Apr 2020 - 11:57

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/marcogentiliniedilcolesterolo.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/pagineprecedenti.htm

Riporto molto volentieri la testimonianza di Marco Gentilini, il quale con questa sua, dimostra chiaramente la importanza della vitamina D3 per l'uomo, ma che sono certo lo è per TUTTI gli esseri viventi, con la differenza tra noi, specie umana, e loro sono le quattro mura in cui viviamo, che fanno la differenza per la esposizione al sole, il quel è il secondo fattore di cui il primo il COLESTEROLO per AUTOPRODURSI questa INDISPENSABILE vitamina D. Sono anche certo che il corpo dell'individuo, CARENTE di questa aumenta la AUTOPRODUZIONE di COLESTEROLO cercando di ovviare con questo. Ed è il chiaro segno che esponendosi al sole niente COVID-19.

La riprova ci viene addirittura dalla medicina che sul documento NOTA 96 AIFA scrive:
"La vitamina D viene prodotta per effetto sulla cute dei raggi ultravioletti di tipo B (lunghezza d’onda 290 - 315 nm) che trasformano un precursore, il 7 deidrocolesterolo (la pro-vitamina D), in pre-vitamina D e successivamente in colecalciferolo (vitamina D3). La vitamina D può essere quindi depositata nel tessuto adiposo o trasformata a livello epatico in 25OH vitamina D (calcidiolo o calcifediolo) che, veicolata da una proteina vettrice, rappresenta il deposito circolante della vitamina D. Per esercitare la propria attività biologica il 25OH colecalciferolo deve essere trasformato in 1-25 (OH)2 colecalciferolo o calcitriolo, ligando naturale per il recettore della vitamina D. La sede principale della 1-idrossilasi è il rene ma questo enzima è presente anche nelle paratiroidi, ed in altri tessuti epiteliali."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronanota96aifa.htm
Dal gruppo
Cloruro di Magnesio, i veri amici

Da notifiche
Genre Franco ha condiviso un link.
Amministratore · 30 marzo alle ore 09:28

http://acidoascorbico.altervista.org/…/coronavirusmaschimor…

Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:

http://acidoascorbico.altervista.org/…/Immagini/pagineprece…...Continua a leggere
acido ascorbico,acido ascorbico puro,acido ascorbico farmacia,acido ascorbico per la pelle,acido ascorbico pelle,acido ascorbico viso,vitamina c, legumi, frutta, verdure, cloruro di magnesio, magnesio, creme, creme viso, pelle, vertigini, vertisec, esperienze, acido ascorbico esperienze, chimica, me...
acidoascorbico.altervista.org
Coronavirus: Iss, in Italia i decessi accertati finora per causa del Covid-19 sono solo due
acido ascorbico,acido ascorbico puro,acido ascorbico farmacia,acido ascorbico per la pelle,acido ascorbico pelle,acido ascorbico viso,vitamina c, legumi, frutta, verdure, cloruro di magnesio, magnesio, creme, creme viso, pelle, vertigini, vertisec, esperienze, acido ascorbico esperienze, chimica, me...
11Franco Genre, Francesco Gerne e altri 9
Commenti: 9Condivisioni: 1
Mi piace
Commenta
Condividi
Commenti

    Luca Montanari
    Luca Montanari Ti ringrazio degli articoli Franco Genre. Io faccio un po' fatica a leggerli sia per l'impaginazione che per la lunghezza. Cmq appena avrò più tempo mi ci dedicherò
    1

    Mi piace
     · Rispondi · 1 g

Genre Franco
Genre Franco Ciao Luca Montanari, GRAZIE per il truo scritto, ma non perderti questa pagina che ritengo IMPORTANTISSIMA. ciaooo Franco

    Mi piace
     · Rispondi · 1 g

Marco Gentilini
Marco Gentilini Io sono uno di quelli che ha sempre avuto il colesterolo cattivo alto ma anche quello buono alto, però da quando mi sono trasferito ai tropici, ho scoperto che dopo circa 6 mesi si e' abbassato tantissimo, senza assumere statine ovviamente rifiutate a priori che il medico mi consigliava.
Ciao Francooo??
1

    Mi piace
     · Rispondi · 01 aprile 2020   ore  6.39 · Modificato

Genre Franco
Genre Franco Ciao Marco Gentilini, GRAZIE. La tua è la dimostrazione chiara che vivendo ai tropici dai la possibilità al tuo corpo di AUTOPRODURSI la INDISPENSABILE vitamina D3 e di conseguenza non ha più bisogno AUTOPRODURSI molto COLESTEROLO sperando che tu ti esponga al sole. Pertanto sono certo che ci hai guadagnato in VERA SALUTE. ------continua------>
1

    Mi piace
     · Rispondi · 28 min · Modificato

    Marco Gentilini
    Marco Gentilini Genre Franco il GRAZIE sempre a te caro Franco ??

        Mi piace
         · Rispondi · 17 min

Genre Franco
Genre Franco Al riguardo, dobbiamo capire il fatto che la EVOLUZIONE ha ritenuto che le AUTOPRODUZIONI sono IMPORTANTISSIME, quindi determina senza ombra di dubbio che avere a disposizione questi prodotti in ogni momento è BASILARE. Infatti il primo è l'ACIDO ASCORBICO di cui noi abbiamo perso questa possibilità, ma la seconda è il COLESTEROLO e NON la vitaminaD3. ------continua------>
1

    Mi piace
     · Rispondi · 17 min

Marco Gentilini
Marco Gentilini Invece a proposito del Covid-19 e provato che l'80% di infettati sono maschi adulti e molto, non ho sentito parlare di bambini (FORTUNATAMENTE)
cosa che io ricordo da bambino ogni anno me le prendevo tutte quelle che passavano

    Mi piace
     · Rispondi · 10 min

Genre Franco
Genre Franco Questo fatto determina che la EVOLUZIONE ha ponderato bene che l'individuo NON DEVE MAI ESSERE CARENTE di ciò che gli serve per AUTOPRODURSI la INDISPENSABILE vitamina D3, quindi come seconda AUTOPRODUZIONE ha fissato il COLESTEROLO. ------continua------>

    Mi piace
     · Rispondi · 5 min

Genre Franco
Genre Franco Solo che purtroppo questa EVOLUZIONE non ha previsto che l'uomo si chiudesse tra quattro mura rendendo impossibile la esporsizione al secondo fattore che le serve per l'AUTOPRODUZIONE della vitamina D3: IL SOLE. Ed è per questo semplice motivo che non ci si espone è necessario ingoiarla con costanza giornalmente.  ------continua------>

    Mi piace
     · Rispondi · 1 h · Modificato

Genre Franco
Genre Franco Posso quindi concludere che la esposizione al sole evita il COVID-19. ciaooo Franco

    Mi piace
     · Rispondi · 1 min
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/marcogentiliniedilcolesterolo.htm

ciaooo Genfranco
.
.
Torna in alto Andare in basso
genfranco

genfranco

Maschio Messaggi : 1028
Punti : 7939
Data d'iscrizione : 07.11.09
Età : 79
Località : pinerolo

l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Empty
MessaggioTitolo: Re: l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio   l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Icon_minitimeVen 3 Apr 2020 - 21:54

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/marcogentiliniedilcolesterolo.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/pagineprecedenti.htm

Riporto molto volentieri la testimonianza di Marco Gentilini, il quale con questa sua, dimostra chiaramente la importanza della vitamina D3 per l'uomo, ma che sono certo lo è per TUTTI gli esseri viventi, con la differenza tra noi, specie umana, e loro sono le quattro mura in cui viviamo, che fanno la differenza per la esposizione al sole, il quel è il secondo fattore di cui il primo il COLESTEROLO per AUTOPRODURSI questa INDISPENSABILE vitamina D. Sono anche certo che il corpo dell'individuo, CARENTE di questa aumenta la AUTOPRODUZIONE di COLESTEROLO cercando di ovviare con questo. Ed è il chiaro segno che esponendosi al sole niente COVID-19.

La riprova ci viene addirittura dalla medicina che sul documento NOTA 96 AIFA scrive:
"La vitamina D viene prodotta per effetto sulla cute dei raggi ultravioletti di tipo B (lunghezza d’onda 290 - 315 nm) che trasformano un precursore, il 7 deidrocolesterolo (la pro-vitamina D), in pre-vitamina D e successivamente in colecalciferolo (vitamina D3). La vitamina D può essere quindi depositata nel tessuto adiposo o trasformata a livello epatico in 25OH vitamina D (calcidiolo o calcifediolo) che, veicolata da una proteina vettrice, rappresenta il deposito circolante della vitamina D. Per esercitare la propria attività biologica il 25OH colecalciferolo deve essere trasformato in 1-25 (OH)2 colecalciferolo o calcitriolo, ligando naturale per il recettore della vitamina D. La sede principale della 1-idrossilasi è il rene ma questo enzima è presente anche nelle paratiroidi, ed in altri tessuti epiteliali."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronanota96aifa.htm
Dal gruppo
Cloruro di Magnesio, i veri amici

Da notifiche
Genre Franco ha condiviso un link.
Amministratore · 30 marzo alle ore 09:28

http://acidoascorbico.altervista.org/…/coronavirusmaschimor…

Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:

http://acidoascorbico.altervista.org/…/Immagini/pagineprece…...Continua a leggere
acido ascorbico,acido ascorbico puro,acido ascorbico farmacia,acido ascorbico per la pelle,acido ascorbico pelle,acido ascorbico viso,vitamina c, legumi, frutta, verdure, cloruro di magnesio, magnesio, creme, creme viso, pelle, vertigini, vertisec, esperienze, acido ascorbico esperienze, chimica, me...
acidoascorbico.altervista.org
Coronavirus: Iss, in Italia i decessi accertati finora per causa del Covid-19 sono solo due
acido ascorbico,acido ascorbico puro,acido ascorbico farmacia,acido ascorbico per la pelle,acido ascorbico pelle,acido ascorbico viso,vitamina c, legumi, frutta, verdure, cloruro di magnesio, magnesio, creme, creme viso, pelle, vertigini, vertisec, esperienze, acido ascorbico esperienze, chimica, me...
11Franco Genre, Francesco Gerne e altri 9
Commenti: 9Condivisioni: 1
Mi piace
Commenta
Condividi
Commenti

    Luca Montanari
    Luca Montanari Ti ringrazio degli articoli Franco Genre. Io faccio un po' fatica a leggerli sia per l'impaginazione che per la lunghezza. Cmq appena avrò più tempo mi ci dedicherò
    1

    Mi piace
     · Rispondi · 1 g

Genre Franco
Genre Franco Ciao Luca Montanari, GRAZIE per il truo scritto, ma non perderti questa pagina che ritengo IMPORTANTISSIMA. ciaooo Franco

    Mi piace
     · Rispondi · 1 g

Marco Gentilini
Marco Gentilini Io sono uno di quelli che ha sempre avuto il colesterolo cattivo alto ma anche quello buono alto, però da quando mi sono trasferito ai tropici, ho scoperto che dopo circa 6 mesi si e' abbassato tantissimo, senza assumere statine ovviamente rifiutate a priori che il medico mi consigliava.
Ciao Francooo??
1

    Mi piace
     · Rispondi · 01 aprile 2020   ore  6.39 · Modificato

Genre Franco
Genre Franco Ciao Marco Gentilini, GRAZIE. La tua è la dimostrazione chiara che vivendo ai tropici dai la possibilità al tuo corpo di AUTOPRODURSI la INDISPENSABILE vitamina D3 e di conseguenza non ha più bisogno AUTOPRODURSI molto COLESTEROLO sperando che tu ti esponga al sole. Pertanto sono certo che ci hai guadagnato in VERA SALUTE. ------continua------>
1

    Mi piace
     · Rispondi · 28 min · Modificato

    Marco Gentilini
    Marco Gentilini Genre Franco il GRAZIE sempre a te caro Franco ??

        Mi piace
         · Rispondi · 17 min

Genre Franco
Genre Franco Al riguardo, dobbiamo capire il fatto che la EVOLUZIONE ha ritenuto che le AUTOPRODUZIONI sono IMPORTANTISSIME, quindi determina senza ombra di dubbio che avere a disposizione questi prodotti in ogni momento è BASILARE. Infatti il primo è l'ACIDO ASCORBICO di cui noi abbiamo perso questa possibilità, ma la seconda è il COLESTEROLO e NON la vitaminaD3. ------continua------>
1

    Mi piace
     · Rispondi · 17 min

Marco Gentilini
Marco Gentilini Invece a proposito del Covid-19 e provato che l'80% di infettati sono maschi adulti e molto, non ho sentito parlare di bambini (FORTUNATAMENTE)
cosa che io ricordo da bambino ogni anno me le prendevo tutte quelle che passavano

    Mi piace
     · Rispondi · 10 min

Genre Franco
Genre Franco Questo fatto determina che la EVOLUZIONE ha ponderato bene che l'individuo NON DEVE MAI ESSERE CARENTE di ciò che gli serve per AUTOPRODURSI la INDISPENSABILE vitamina D3, quindi come seconda AUTOPRODUZIONE ha fissato il COLESTEROLO. ------continua------>

    Mi piace
     · Rispondi · 5 min

Genre Franco
Genre Franco Solo che purtroppo questa EVOLUZIONE non ha previsto che l'uomo si chiudesse tra quattro mura rendendo impossibile la esporsizione al secondo fattore che le serve per l'AUTOPRODUZIONE della vitamina D3: IL SOLE. Ed è per questo semplice motivo che non ci si espone è necessario ingoiarla con costanza giornalmente.  ------continua------>

    Mi piace
     · Rispondi · 1 h · Modificato

Genre Franco
Genre Franco Posso quindi concludere che la esposizione al sole evita il COVID-19. ciaooo Franco

    Mi piace
     · Rispondi · 1 min
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/marcogentiliniedilcolesterolo.htm

ciaooo Franco
.
.
Torna in alto Andare in basso
genfranco

genfranco

Maschio Messaggi : 1028
Punti : 7939
Data d'iscrizione : 07.11.09
Età : 79
Località : pinerolo

l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Empty
MessaggioTitolo: Re: l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio   l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Icon_minitimeDom 5 Apr 2020 - 17:23

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/pagineprecedenti.htm

Sul web ho trovato questo articolo, che mi sono permesso di modificare aggiungendo alcune mie informazioni con i relativi link, che però ritengo molto esplicativo riguardo ad una vitamina molto importante che lavora contro le cosi dette "calcificazioni".
Il suo nome è la vitamina K2.
Questo articolo in oggetto recita:
"PERCHE’ LA VITAMINA K2-MK7 E’ LA PIU’ EFFICACE DELLE varie FORME DI VITAMINA K?
Esistono varie forme di Vitamina K:
-Vitamina K1. La vitamina K1, noto anche come fillochinone, si trova nelle piante e alcuni di essi converte in vitamina K2 nel corpo.
Questa forma è considerata la meno efficace perché dipende dalla conversione nella forma K2 più attiva, per conferire una protezione significativa contro la calcificazione, ma ci sono comunque alcuni studi pubblicati mostrano la riduzione del rischio di malattia in risposta all'ingestione di vitamina K1. (86-90) -Vitamina K2 (MK-4). L’ MK-4 si trova nella carne, uova e latticini.
E’ la forma più studiata di vitamina K per preservare la salute delle ossa ed è rapidamente assorbita e metabolizzata rapidamente dall’ organismo.
-Vitamina K2 (MK-7). L’ MK-7 si trova nella carne grass-fed (cioè allevata ad erba), nei semi di soia fermentati e formaggi fermentati.
Purtroppo i semi di soia (natto) e i formaggi fermentati danno gravi problemi intestinali (come morbo di Crohn, Retto colite ulcerosa e tante altre malattie autoimmuni), quindi rimane solo la carne grass fed che però non è più diffusa da 150 anni, cioè da quando esistono gli allevamenti intensivi a cereali."
Riguardo al formaggio "natto", ricavato dai semi di soia non posso che confermare i problemi elencati, ma per i formaggi fermentati ho certezza che la informazione è FALSA, naturalmente ingoiando anche l'ACIDO ASCORBICO giornalmente come me da 28 anni, dato che ho iniziato con questo "ALIMENTO ESSENZIALE" nel 1992 ed oggi siamo nel 2020, ingoiando giornalmente almeno 40 grammi di grana o reggiano grattugiato sulla pastasciutta che adoro. Infatti mia moglie dice sempre che faccio la montagna bianca. Senza contare il latte e gli altri tipi di formaggio che ingoio a pranzo o cena.

E la pagina recita ancora:
"Per questo motivo l'integrazione della Vitamina K2-MK7 diventa praticamente indispensabile, specialmente chi è più portato di altri ad accumulare calcificazioni nelle arterie, nei reni, nella cistifellea, ecc.
La vitamina K2 infatti attiva la matrice GLA proteica (MGP) che evita l'eccesso di calcio per prevenire depositi nei tessuti molli come le arterie, un fattore di rischio significativo nelle malattie cardiovascolari e una condizione comune con l'avanzare
dell'età.
Ma ciò che rende al K2-MK7 così speciale rispetto alle altre forme è che rimane attiva nel corpo per più di 24 ore (figura sotto).
La vitamina K2 è carente nella dieta occidentale come la classica mediterranea con pasta-cornetto-cappuccino, oppure in caso di regimi dietetici vegetariani-vegani oppure invece sarebbe decisamente utile invece prenderli, insieme all’ integrazione di tante altre cose magari...
Inoltre ci sono persone a rischio di carenza di base come quelli con malnutrizione cronica, gli alcolisti, ostruzione biliare,celiachia,colite ulcerosa,fibrosi cistica, ecc.…
Un buon prodotto a base di Vitamina K2-MK7 è quindi fondamentale per una buona salute.
La forma MK-7 di K2 è ottimale per l'integrazione alimentare perché ha un'emivita (cioè una durata attiva nel sangue) di 2-3 giorni, rispetto alle 1-2 ore di MK-4.
Quindi appare evidente che è invece molto utile la corretta integrazione di vitamina K2-MK7, perchè questa forma rimane attiva nel corpo per più di 24 ore e questo è fondamentale per la protezione contro la calcificazione da matrice Gla-proteina che si inattiva rapidamente in assenza della vitamina K2.
Concentrazione nel sangue delle tre forme di Vitamina K2 dopo l'ingestione
Inoltre dal momento che la K è liposolubile, se si assume con il pasto più grasso della giornata sarà notevolmente aumentato l'assorbimento nel sangue.
Per quanto riguarda i dosaggi la letteratura non ha ancora dato delle sentenze definitive, ma stando agli studi fin qui pubblicati sembra che un dosaggio di 180 mcg al giorno sembra essere ottimale per la salute e per combattere l’ aterosclerosi. "Primal K2 1000" contiene appositamente 180 mcg di Vitamina K2 come MK-7 per aiutare a rimuovere i depositi di calcio dalle tue arterie, questo perchè non è estratta, come tutte le formulazioni simili, che pur di risparmiare, derivano dal natto (un fagiolo)
della soia, che può dare problemi intestinali e allergie diffuse,"

Su questa la pagina recita:
"ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI.
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Immagini/razionerg.htm

Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
COSI' TANTO?
Quante persone avranno la possibilità di farsela controllare?
Da incompetente, che differenza può esserci nella ricerca tra la vitamina D e questa vitamina K2?
Sono entrambe liposolubili, quindi il lavoro da effettuare dovrebbe avere uguale.
Già la ricerca della vitamina D è dalla medicina: DEMONIZZATA, addirittura i medici dichiarano che il farla controllare è diventata una moda e non vogliono farla fare, adducendo mille scusa: sì perchè in caso di CARENZA si sentono obbligati a prescriverla, ed ecco che allora, onde evitare di prescrivere anche la vitamina K2, le quali, come abbiamo capito DANNO LA SALUTE specialmente quest'ultima, A CHI NON NE E' CARENTE, ecco che è indispensabile che questa non possa essere controllata da chi non ne ha le possibilità.
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI AL CONTRARIO, LA PRIORITA' E' IL LUCRO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana quelli di Franca ed i miei.
Naturalmente con Franca questa vitamina K2 la ingoiamo dall'aprile 2018.
Devo quindi fare presente che all'atto del prelievo del sangue da parte del personale preposto del laboratorio analisi, di norma, finito il prelievo viene tolto l'ago e subito messo sul buco del cotone applicando uno scotck per tenuta e togliendolo poi dopo alcuni minuti. In passato, di solito togliendo questo cotone vi era del sangue e per Franca era normale che le venisse un piccolo ematoma blu. 
Stranamente questa volta per entrambi, il cotone aveva appena una piccolissima macchia di sangue e per Franca niente ematoma.
Questo fatto ci ha confermato che la vitamina K2 in noi, NON CARENTI, stà facendo il suo lavoro di anti-emorragico e ne abbiamo avuto soddisfazione."
Dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2base.htm
Devo aggiungere però che questa vitamina K2 lavora in tandem con la vitamina D3, quindi vi sottopongo la pagina sulla vitamina D3 che recita:
"Ed ora a mia difesa ecco il video di medici che dichiarano che per vincere questa pandemia si dovrebbe distribuire alle persone la vitamina D citandone 11 (undici) STUDI che lo dimostrano, ma questi STUDI sono solo una piccola parte:
Video del medico che dichiara che la vitamina D guarisce e PREVIENE i virus.
https://www.facebook.com/StudioMedicoOrlandini/videos/615756862487446/
Ma non basta, un altro alleato sono gli SCIENZIATI della Università di Torino di cui l'articolo recita:
"Proff. Giancarlo Isaia ed Enzo Medico dell’Università di Torino sul possibile ruolo preventivo e terapeutico della vitamina D nella gestione della pandemia da COVID-19
La presentazione clinica ed epidemiologica della pandemia da Coronavirus è certamente molto anomala e, alla ricerca di possibili concause o di specifici fattori di rischio, il Prof. Giancarlo Isaia, Docente di Geriatria e Presidente dell’Accademia di Medicina di Torino, e il Prof. Enzo Medico, Professore Ordinario di Istologia all’Università di Torino, anche a seguito delle recentissime raccomandazioni della British Dietetic Association, hanno approfondito il ruolo che potrebbe svolgere la carenza di Vitamina D, che in Italia interessa una vasta fetta della popolazione, soprattutto anziana.
Sono così emersi alcuni dati che, sintetizzati in un documento, già sottoposto ai Soci dell’Accademia di Medicina di Torino, sono stati giudicati molto interessanti. In esso gli Autori suggeriscono ai medici, in associazione alle ben note misure di prevenzione di ordine generale, di assicurare adeguati livelli di Vitamina D nella popolazione, ma soprattutto nei soggetti già contagiati, nei loro congiunti, nel personale sanitario, negli anziani fragili, negli ospiti delle residenze assistenziali, nelle persone in regime di clausura e in tutti coloro che per vari motivi non si espongono adeguatamente alla luce solare. Inoltre, potrebbe anche essere considerata la somministrazione della forma attiva della Vitamina D, il Calcitriolo, per via endovenosa nei pazienti affetti da COVID- 19 e con funzionalità respiratoria particolarmente compromessa.
Queste indicazioni derivano da numerose evidenze scientifiche che hanno mostrato:
1.a) Un ruolo attivo della Vitamina D sulla modulazione del sistema immune
2.b) La frequente associazione dell’Ipovitaminosi D con numerose patologie croniche che possono ridurre l’aspettativa di vita nelle persone anziane, tanto più in caso di infezione da COVID-19.
3.c) Un effetto della Vitamina D nella riduzione del rischio di infezioni respiratorie di origine virale, incluse quelle da coronavirus.
4.d) La capacità della vitamina D di contrastare il danno polmonare da iperinfiammazione.
Inoltre, i primi dati preliminari raccolti in questi giorni a Torino indicano che i Pazienti ricoverati per COVID-19 presentano una elevatissima prevalenza di Ipovitaminosi D. Il compenso di questa diffusa carenza vitaminica può essere raggiunto innanzitutto esponendosi alla luce solare per quanto possibile, anche su balconi e terrazzi, alimentandosi con cibi ricchi di vitamina D e, sotto controllo medico, assumendo specifici preparati farmaceutici."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronavirusvitaminaduniversita.htm
Dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronavirusmaschimorti.htm
.........................................................Svolta decisiva nelle patologie cardiovascolari
...............................................In questo articolo speciale studi clinici e ricerche dai più
..............................................................................accreditati centri
..........................................................................universitari mondiali
...................................................................lo "scavatore" NATURALE
........................................................................ del calcio nelle arterie
L' infarto che non e' (ancora) ACCADUTO
DALLA SCOPERTA DI UN PREMIO NOBEL ECCO UNA STRAORDINARIA MOLECOLA CHE PRELEVA IL CALCIO DALLE ARTERIE, VEDI SOTTO ...
• OLTRE LA CHELAZIONE!
• OLTRE IL BYPASS!
• OLTRE I FLUIDIFICANTI DEL SANGUE!
Caro amico,
Marta non si è sentita bene. Non aveva precedenti di problemi cardiaci. I valori di pressione sanguigna e di colesterolo erano buoni. Non era molto sovrappeso. E abbiamo appena festeggiato il suo 48esimo compleanno. Ma potrebbe essere stata l'ultima volta che Marta ha spento le sue candele.
Ha detto che una "piccola voce" l'ha spinta a farsi scansionare il cuore. Lei non sa perché. Dopotutto ... il suo medico ha detto che era in buona forma ... senza gravi problemi di salute.
Quello che Marta ha scoperto casualmente per un normale controllo potrebbe averle salvato la vita.
Se non hai familiarità con una scansione del cuore è come vedere cosa succede nelle tue arterie. a scansione controlla quanto bene scorre il sangue al tuo cuore. Quello che vuoi vedere sono le arterie pulite e chiare.
Ma Marta mostrava una miscela gialla e densa di depositi di calcio e colesterolo che le fiancheggiavano le arterie ... e col passare del tempo diventava sempre più densa.
Marta non era un maniaca. Sapeva quando le pareti delle arterie diventano troppo strette il sangue non può fluire correttamente.
E se il sangue non può raggiungere il tuo cuore -i dottori lo chiamano infarto del miocardio -detto anche... "infarto!"
Si sentiva bene e sembrava buona ma i dottori di Marta non si preoccupavano!
Non pensava che potesse apparire qualcosa di "cattivo" ma era in bianco e nero. Non riusciva a credere ai numeri del suo punteggio di calcio coronarico ... 399. Questo è solo ad un punto da "depositi di calcio severi!"
I depositi di calcio avevano già ridotto le pareti delle sue arterie ... era una bomba a orologeria.
• In Italia ogni anno 145.000 persone subiscono un infarto cardiaco, 12.803 al mese, 402 al giorno, 16 all' ora, uno ogni 4 minuti e 15 secondi.
• Ogni ora, su 16 persone che hanno avuto un infarto cardiaco, 5 muoiono.
Ma Marta era determinata a non essere inserita nel computo statistico!
Allora, cosa ha fatto Marta?
Sto condividendo la storia di Marta con te non perché è unica.In effetti, è comune.
Questo perché, a partire dal 20 ° compleanno, la placca di calcio inizia ad accumularsinelle arterie.e arterie di 40 anni contengono più placche di calcio. Le arterie di 50 anni contengono ancora di più e quelle di 60 beh ... guarda l'immagine qui sotto ...
Calcificazione delle arterie
Come ho detto, Marta non è unica ... ma la sua storia è ... è perché ha scoperto un modo sicuro e semplice per liberare depositi di calcio dalle sue arterie e tenere puliti i suoi vasi sanguigni!
Il nome di questo straordinario apri arterie è la vitamina K2-MK7. Se non ne hai mai sentito parlare, ti aspetta una scoperta che ti sorprenderà molto ...
Probabilmente hai sentito per tutta la vita che hai bisogno di calcio per le ossa forti . Ma quello che potresti non sapere è quando lo stesso calcio finisce nelle arterie, può restringere i vasi sanguigni e prepararti ad un disastro cardiaco!
I ricercatori lo chiamano "il paradosso del calcio".
Questo perché hai bisogno di calcio per le ossa forti -ma se finisce nelle tue arterie può ucciderti!
Ma come ci è arrivato il calcio?
La vitamina K2 agisce come un servizio navetta che dirige il calcio nel tuo corpo e può tranquillamente estrarre il calcio dalle arterie ... e rimetterlo nelle ossa dove appartiene!
Quando sei carente di vitamina K2 -il calcio diventa canaglia e finisce nelle pareti delle tue arterie -causando arterie "calcificate" o rigide!
Prima di andare avanti voglio chiarire che la vitamina K2 NON è la normale vitamina K trovata nelle verdure a foglia verde.
La vitamina K2 -conosciuta anche come menachinone -è molto diversa . La vitamina K2 è un nutriente fondamentale per il controllo dell'utilizzo del calcio nel corpo.
Buon cinquantesimo compleanno! Ora pero' fai un controllo cardiaco
Anche se ti senti "perfettamente bene", le statistiche non sono a tuo favore, perchè ogni 12 minuti, nel nostro paese, muore una persona per infarto cardiaco!
• Le malattie cardiovascolari continuano ad essere in assoluto la prima causa di morte nel nostro come in moltissimi Paesi del mondo.
• Ogni anno, sono responsabili di ben 17,5 milioni di morti premature e si prevede che nel 2030 aumenteranno a 23 milioni.
• In Italia ben 127mila donne e 98mila uomini muoiono ogni anno per le malattie cardio-cerebrovascolari, tra cui infarto, scompenso e ictus, e molte di queste morti si verificano prima dei 60 anni di età.
• Le morti per infarto/ictus rappresentano il 30% di tutti i decessi e colpiscono più dei tumori.
Spaventoso? Scommetti! E indovina cosa? Nel momento in cui inizi a manifestare sintomi di problemi cardiovascolari, potrebbe essere troppo tardi. Ecco perché per il 50% delle persone, un attacco di cuore, è il loro primo e ultimo sintomo di malattie cardiache!
Però per correre ai ripari da questi micidiali ICTUS ed INFARTI o PARESI, oltre ad ingoiare la vitamina K2 che leva le calcificazioni alle arterie come abbiamo appreso sopra, è bene farsi fare dal medico di base o anche pagandolo, un semplicissimo esame del sangue richiedendo i valori della
OMOCISTEINA della Vitamina B12 e e dello ACIDO FOLICO (vitamina B9)
In quanto se ci di DROGA, sia con il CAFFE’, il TE’ o il TABACCO il valore della OMOCISTEINA raggiunge un valore che è causa di questi tristi eventi.
Purtroppo non conta la età, e se i valori della OMOCISTEINA non sono nella norma, si potrà notare che l’ACIDO FOLICO è basso, nel qual caso si deve ingoiare come consiglia il dottor Angelo Bona cje scrive:
“Non devi sapere che esiste l’omocisteina: perché? Un amminoacido che smaschera il business.
Chi dice questo è un dottore, il dottor Angelo Bona il quale spiega molto dettagliatamente quali danni può causare la OMOCISTEINA e ne cita molti studi fatti al riguardo:
"Ciao, ieri ho visto un paziente che ha subito un infarto un anno fa e al quale hanno inserito uno “stent”. Dicesi stent un tubicino espandibile che viene posizionato in una arteria coronarica per ripristinare il flusso sanguigno.”
E consiglia quindi:
“In caso di Occlusione Vascolare è
l'OMOCISTEINA ALTA
può essere tenuta sotto controllo
con 5 VITAMINE
VITAMINE B6, B9, B12, BETAINA
e sopratutto
ACIDO ASCORBICO
e lo ZINCO
e RIDUCENDO
il consumo di Carni Rosse e caseine ricche di Metionina Zucchero ed amidi raffinati
http://acidoascorbico.altervista.org/prova03/Immagini/omocisteinavideo.htm

Questo è certamente il caso della famiglia di Marta.
La nonna, mentre si preparava a partecipare al matrimonio della nipote, morì per un grave attacco di cuore -anche se stava prendendo i farmaci che avrebbero dovuto impedirlo. Entrambi i miei bisnonni morirono giovani di attacchi di cuore ... uno era aveva 54 anni, mentre l' altro aveva solo 48 anni.
E la madre ha avuto un ictus -all'età di 47 anni -e un intervento chirurgico di quintuplo di emergenza all'età di 60 anni!
Eppure stavano assumendo farmaci per abbassare il colesterolo da anni.
Ora capisci perché adesso esistono dei centri ricerca specializzati come il nostro per formulare prodotti naturali più efficaci e pure per aiutarti a mantenere la tua salute cardiovascolare.
Ti preghiamo di dedicare alcuni minuti alla lettura di questo rapporto rivoluzionario.
Potrebbe solo aiutare a salvare la vita dei tuoi cari, o anche dei tuoi!
PS Ti incoraggio a fare un controllo del cuore se non ne hai avuto uno di recente. E agisci ORA per proteggere naturalmente il cuore e il sistema cardiovascolare.
Continua a leggere e ti dirò come ... quale vitamina K2?
E sulla base della ricerca clinica il sottotipo esatto di cui hai bisogno per ottenere il calcio dalle tue arterie -e di nuovo nelle tue ossa è la Vitamina K2 come MK-7 !
Ciò è stato dimostrato in un famoso studio di Rotterdam che ha scoperto il segreto per pulire le arterie ...
Per 10 anni, i ricercatori hanno monitorato 10.994 uomini e donne -tutti di età superiore ai 55 anni, sani.
Coloro che consumavano più di 32 mcg di K2 al giorno hanno avuto i migliori risultati:
1) **** RIDUZIONE DEL 50% IN **** MORTALITÀ CARDIACA ****
2) **** RIDUZIONE DEL 25% IN **** MORTALITÀ TUTTE LE CAUSE ****
I volontari erano diversi, ma c'era UNA cosa che avevano in comune: i partecipanti che avevano un'elevata assunzione di vitamina K2 avevano i più bassi livelli di calcio nelle loro aorte.
La vitamina K2 ha anche dimostrato di ... aumentare le HDL benefiche per le arterie,ridurre il colesterolo totale e migliorare il flusso sanguigno arterioso!
I motivi sono:
a) La vitamina K2 "dirige" il calcio. Il calcio dovrebbe andare nelle ossa e non nelle arterie.
b) La K2 aiuta le ossa a calcificare e indurire e aiuta a decalcificare e ammorbidire le arterie.
c) il flusso di calcio sta emergendo come una chiave per la salute
Questo è solo uno dei tanti studi scientifici che mostrano i benefici di compensazione delle arterie della vitamina K2!
Marta era così convinta che anche lei avrebbe dovuto prendere la vitamina K2, questo nutriente che proteggeva il cuore nella sua dieta.
Scoperta da un premio Nobel grazie a degli studi sui...polli
Nel 1929, lo scienziato danese Henrik Dam scoprì che quando i pulcini venivano nutriti con una dieta priva di grassi, le loro capacità di coagulazione del sangue erano seriamente compromesse. La dieta ristretta causava una carenza in un composto che è necessario per la normale coagulazione .
Questo salvavita è stato chiamato "vitamina koagulation" -che in seguito divenne noto come Vitamina K e la sua scoperta ha fatto guadagnare al dott. Dam e ai suoi colleghi ricercatori il premio Nobel nel 1943.
La ricerca moderna ha identificato che è la vitamina K2 che contiene i nutrienti essenziali necessari per rimuovere il calcio dalle arterie e reindirizzare il calcio alle ossa.
Purtroppo prendere la vitamina K2 come MK-7 dagli alimenti è come trovare un ago in un pagliaio!
Ma per fortuna, Marta ha scoperto la forma esatta di Vitamina K2 come MK-7 per rimuovere i depositi di calcio nelle arterie in una spettacolare formulazione chiamata
"Primal K2 1000"!
PERCHE’ LA VITAMINA K2-MK7 E’ LA PIU’ EFFICACE DELLE varie FORME DI VITAMINA K?
Esistono varie forme di Vitamina K:
-Vitamina K1. La vitamina K1, noto anche come fillochinone, si trova nelle piante e alcuni di essi converte in vitamina K2 nel corpo.
Questa forma è considerata la meno efficace perché dipende dalla conversione nella forma K2 più attiva, per conferire una protezione significativa contro la calcificazione, ma ci sono comunque alcuni studi pubblicati mostrano la riduzione del rischio di malattia in risposta all'ingestione di vitamina K1. (86-90) -Vitamina K2 (MK-4). L’ MK-4 si trova nella carne, uova e latticini.
E’ la forma più studiata di vitamina K per preservare la salute delle ossa ed è rapidamente assorbita e metabolizzata rapidamente dall’ organismo.
-Vitamina K2 (MK-7). L’ MK-7 si trova nella carne grass-fed (cioè allevata ad erba), nei semi di soia fermentati e formaggi fermentati.
Purtroppo i semi di soia (natto) e i formaggi fermentati danno gravi problemi intestinali (come morbo di Crohn, Retto colite ulcerosa e tante altre malattie autoimmuni), quindi rimane solo la carne grass fed che però non è più diffusa da 150 anni, cioè da quando esistono gli allevamenti intensivi a cereali.
Per questo motivo l'integrazione della Vitamina K2-MK7 diventa praticamente indispensabile, specialmente chi è più portato di altri ad accumulare calcificazioni nelle arterie, nei reni, nella cistifellea, ecc.
La vitamina K2 infatti attiva la matrice GLA proteica (MGP) che evita l'eccesso di calcio per prevenire depositi nei tessuti molli come le arterie, un fattore di rischio significativo nelle malattie cardiovascolari e una condizione comune con l'avanzare
dell'età.
Ma ciò che rende al K2-MK7 così speciale rispetto alle altre forme è che rimane attiva nel corpo per più di 24 ore (figura sotto).
La vitamina K2 è carente nella dieta occidentale come la classica mediterranea con pasta-cornetto-cappuccino, oppure in caso di regimi dietetici vegetariani-vegani oppure invece sarebbe decisamente utile invece prenderli, insieme all’ integrazione di tante altre cose magari...
Inoltre ci sono persone a rischio di carenza di base come quelli con malnutrizione cronica, gli alcolisti, ostruzione biliare,celiachia,colite ulcerosa,fibrosi cistica, ecc.…
Un buon prodotto a base di Vitamina K2-MK7 è quindi fondamentale per una buona salute.
La forma MK-7 di K2 è ottimale per l'integrazione alimentare perché ha un'emivita (cioè una durata attiva nel sangue) di 2-3 giorni, rispetto alle 1-2 ore di MK-4.
Quindi appare evidente che è invece molto utile la corretta integrazione di vitamina K2-MK7, perchè questa forma rimane attiva nel corpo per più di 24 ore e questo è fondamentale per la protezione contro la calcificazione da matrice Gla-proteina che si inattiva rapidamente in assenza della vitamina K2.
Concentrazione nel sangue delle tre forme di Vitamina K2 dopo l'ingestione
Inoltre dal momento che la K è liposolubile, se si assume con il pasto più grasso della giornata sarà notevolmente aumentato l'assorbimento nel sangue.
Per quanto riguarda i dosaggi la letteratura non ha ancora dato delle sentenze definitive, ma stando agli studi fin qui pubblicati sembra che un dosaggio di 180 mcg al giorno sembra essere ottimale per la salute e per combattere l’ aterosclerosi. "Primal K2 1000" contiene appositamente 180 mcg di Vitamina K2 come MK-7 per aiutare a rimuovere i depositi di calcio dalle tue arterie, questo perchè non è estratta, come tutte le formulazioni simili, che pur di risparmiare, derivano dal natto (un fagiolo)
della soia, che può dare problemi intestinali e allergie diffuse,
Per altre informazioni sulla vitamina K2 ecco la pagina giusta:
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2base.htm
In particolare però devo riportare in informazione che ritengo importantissima:
La pagina riporta:
"Chiedo scusa a chi mi sono permesso di dire che ingoiare insieme le 2 (due) vitamine, la D3 e la K2 non poteva causare alcuna perdita, quindi venuto in possesso di questo video, ve lo propongo al più presto onde correggere le mie parole.
Infatti il commentatore informa cosa succede ingoiandole nello stesso tempo, quindi il distanziarle nella giornata è consigliabile per il buon assorbimento di entrambe.
https://www.facebook.com/StudioMedicoOrlandini/videos/439536983330545/
Ora onde informare chi queste vitamina non le conosce, e purtroppo ho certezza che solo poche persone le conoscono. mi permetto di dare a queste modo di conoscerle meglio, in quanto le ritengo importantissime per la sua VERA SALUTE, leggendo sotto."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2evitaminaD3video.htm
La pagina sulla vitamina D3 recita:
“Ed ora a mia difesa ecco il video di medici che dichiarano che per vincere questa pandemia si dovrebbe distribuire alle persone la vitamina D citandone 11 (undici) STUDI che lo dimostrano, ma questi STUDI sono solo una piccola parte:
Video del medico che dichiara che la vitamina D guarisce e PREVIENE i virus.
https://www.facebook.com/StudioMedicoOrlandini/videos/615756862487446/
Ma non basta, un altro alleato sono gli SCIENZIATI della Università di Torino di cui l'articolo recita: "Proff. Giancarlo Isaia ed Enzo Medico dell’Università di Torino sul possibile ruolo preventivo e terapeutico della vitamina D nella gestione della pandemia da COVID-19
La presentazione clinica ed epidemiologica della pandemia da Coronavirus è certamente molto anomala e, alla ricerca di possibili concause o di specifici fattori di rischio, il Prof.
Giancarlo Isaia, Docente di Geriatria e Presidente dell’Accademia di Medicina di Torino, e il Prof. Enzo Medico, Professore Ordinario di Istologia all’Università di Torino, anche a seguito delle recentissime raccomandazioni della British Dietetic
Association, hanno approfondito il ruolo che potrebbe svolgere la carenza di Vitamina D, che in Italia interessa una vasta fetta della popolazione, soprattutto anziana. Sono così emersi alcuni dati che, sintetizzati in un documento, già sottoposto ai Soci
dell’Accademia di Medicina di Torino, sono stati giudicati molto interessanti. In esso gli Autori suggeriscono ai medici, in associazione alle ben note misure di prevenzione di ordine generale, di assicurare adeguati livelli di Vitamina D nella popolazione, ma soprattutto nei soggetti già contagiati, nei loro congiunti, nel personale sanitario, negli anziani fragili, negli ospiti delle residenze assistenziali, nelle persone in regime di clausura e in tutti coloro che per vari motivi non si espongono adeguatamente alla luce solare. Inoltre, potrebbe anche essere considerata la somministrazione della forma attiva della Vitamina D, il Calcitriolo, per via endovenosa nei pazienti affetti da COVID-19 e con funzionalità respiratoria particolarmente compromessa.
Queste indicazioni derivano da numerose evidenze scientifiche che hanno mostrato:
1.a) Un ruolo attivo della Vitamina D sulla modulazione del sistema immune
2.b) La frequente associazione dell’Ipovitaminosi D con numerose patologie croniche che possono ridurre l’aspettativa di vita nelle persone anziane, tanto più in caso di infezione da COVID-19.
3.c) Un effetto della Vitamina D nella riduzione del rischio di infezioni respiratorie di origine virale, incluse quelle da coronavirus.
4.d) La capacità della vitamina D di contrastare il danno polmonare da iperinfiammazione.
Inoltre, i primi dati preliminari raccolti in questi giorni a Torino indicano che i Pazienti ricoverati per COVID-19 presentano una elevatissima prevalenza di Ipovitaminosi D. Il compenso di questa diffusa carenza vitaminica può essere raggiunto innanzitutto esponendosi alla luce solare per quanto possibile, anche su balconi e terrazzi, alimentandosi con cibi ricchi di vitamina D e, sotto controllo medico, assumendo specifici preparati farmaceutici."
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronavirusvitaminaduniversita.htm
A riprova della ESSENZIALITA' della vitamina D3:
"Al riguardo, dobbiamo capire il fatto che la EVOLUZIONE ha ritenuto che le AUTOPRODUZIONI sono IMPORTANTISSIME, quindi determina senza ombra di dubbio che avere a disposizione questi prodotti in ogni momento è BASILARE. Infatti il primo è l'ACIDO ASCORBICO di cui noi abbiamo perso questa possibilità, ma la seconda è il
COLESTEROLO e NON la vitaminaD3.
Questo fatto determina che la EVOLUZIONE ha ponderato bene che l'individuo NON DEVE MAI ESSERE CARENTE di ciò che gli serve per AUTOPRODURSI la INDISPENSABILE vitamina D3, quindi come seconda AUTOPRODUZIONE ha fissato il COLESTEROLO. Solo che purtroppo questa EVOLUZIONE non ha previsto che l'uomo si chiudesse tra
quattro mura rendendo impossibile la esposizione al secondo fattore che le serve per l'AUTOPRODUZIONE della vitamina D3: IL SOLE. Ed è per questo semplice motivo che se non ci si espone è necessario ingoiarla con costanza giornalmente
Posso quindi concludere che la esposizione al sole evita il COVID-19.
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/marcogentiliniedilcolesterolo.htm
E sulla vitamina D3 che si deve ingoiare insieme alla vitamina K2, ma lontane tra le due,ritengo di riportare quanto sia sbagliato seguire la prescrizione dei medici checonsigliano di ingoiare questa vitamina D3 un tot alla settimana, oppure un tot al mese od un tot ogni tre mesi. Si deve ingoiarne 10.000 UI giornalieri.
Questo ce lo dice un medico nel suo video dal titolo:
“VITAMINA D: ADESSO MI HANNO DAVVERO “ROTTO I CABBASISI”…come
diceva uno dei due per….
Il video del dottor Gabriele Pinzi di conferma al nostro pensiero:
https://www.facebook.com/dottgabrieleprinzi/videos/546523222837114/
31 marzo 2020
Ciaooo Franco Genre
http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/coronavirusmaschimorti.pdf

http://acidoascorbico.altervista.org/prova04/Immagini/vitaminaK2.htm

ciaooo Genfranco
.
.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Empty
MessaggioTitolo: Re: l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio   l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio - Pagina 35 Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
l'acido ascorbico ed il cloruro di magnesio
Torna in alto 
Pagina 35 di 35Vai alla pagina : Precedente  1 ... 19 ... 33, 34, 35

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di Salute Naturale :: Rimedi Naturali per mantenersi in buona salute :: Integratori alimentari, supplementazione e loro proprietà-
Vai verso: