Forum di Salute Naturale

Benvenuti nel forum di incontro per appassionati di salute naturale: Integratori alimentari, argento colloidale, tecniche di benessere e buona salute. Iscriviti per interagire con il forum
 
IndicePortaleFAQCercaRegistratiAccedi

SCONTO
SU ACQUISTI

Per tutti i lettori del forum facendo un ordine di prodotti naturali per la salute su


inserendo il codice sconto
LEONISINASCE2017

Condividere | 
 

 I sali minerali

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschile Messaggi : 3816
Punti : 9601
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 44
Località : Zion

MessaggioTitolo: I sali minerali   Sab 24 Ott 2009 - 13:19

I sali minerali sono dei composti inorganici (privi di carbonio) che hanno un ruolo fondamentale nel funzionamento degli organismi viventi, non solo umani, ma anche animali e vegetali. Sono detti anche minerali essenziali. Essi sono infatti coinvolti in alcuni fondamentali processi che vanno dalla produzione di determinate molecole (ad esempio l'emoglobina e la clorofilla), alla sintesi delle proteine, alla crescita e sviluppo di vari organi e tessuti (ad esempio denti e ossa), alla regolazione dell'equilibrio idrosalino delle cellule.
Nessun organismo è in grado di sintetizzare autonomamente alcun minerale, pertanto essi devono essere introdotti attraverso l'alimentazione.
Nell'uomo la quantità di sali minerali presenti è molto bassa, essi rappresentano circa il 6% del peso corporeo, pertanto il fabbisogno giornaliero è molto limitato, tuttavia essendo essi eliminati costantemente dall'organismo, attraverso le feci, l'urina ed il sudore, e non essendo producibili autonomamente, vanno costantemente reintegrati.
In base al fabbisogno giornaliero, i sali minerali vengono classificati in tre gruppi principali:

  • macroelementi: il fabbisogno è > 100 mg/giorno;
  • microelementi: il fabbisogno è tra 1 e 100 mg/giorno;
  • oligoelementi: il fabbisogno è < 200 mg/giorno;




Indice




//


Macroelementi


Sono detti macroelementi i sali minerali presenti nell'organismo umano in quantità relativamente elevate, il cui fabbisogno giornaliero è superiore a 100 mg. Fanno parte di questa categoria il calcio, il cloro, il fosforo, il magnesio, il potassio, il sodio e lo zolfo.
ElementoPresenza nell'organismoFabbisogno giornalieroFunzioniProblemi da carenzaProblemi da eccesso
Calcio (Ca)È l'elemento più presente: da 1,5 a 1,9 % del peso corporeo (circa 1.200 gr per un uomo adulto del peso di circa 70Kg), così distribuito:

  • 98% nello scheletro;
  • 1% nei denti;
  • 1% all'interno dei liquidi organici e del sangue


  • adulti: circa 800 mg;
  • anziani: 1000 mg;
  • adolescenti, donne in gravidanza o allattamento: 1200 mg.


  • costruzione dello scheletro e dei denti,
  • regolazione della contrazione muscolare (compreso il muscolo cardiaco),
  • coagulazione del sangue,
  • trasmissione degli impulsi nervosi,
  • regolazione della permeabilità cellulare
  • corretto funzionamento di numerosi enzimi.


  • rachitismo,
  • osteoporosi


  • nausea,
  • vomito,
  • stato confusionale,
  • sonnolenza
Cloro (Cl)0,15%. Il cloro si trova combinato soprattutto con il sodio. Disciolto in acqua forma acido cloridrico, sostanza presente nel succo gastrico.tra 0,9 e 5,3 gr,

  • digestione delle proteine,
  • regolazione del bilancio idrico,
  • regolazione pressione osmotica
  • corretto equilibrio acido-base.


  • apatia mentale,
  • anoressia,


  • vomito.
Fosforo (P)circa l'1% del peso corporeo così distribuito:

  • 85% in ossa e denti,
  • 10% nel tessuto muscolare,
  • 1% nel cervello come fosfolipidi.
  • 4% nel sangue (tampone fosfato).


  • adulti circa 800 mg;
  • anziani circa 1000 mg;
  • adolescenti e donne in gravidanza o allattamento circa 1200mg.


  • fondamentale per la formazione delle proteine e per il corretto sfruttamento energetico degli alimenti
  • partecipa alla formazione delle molecole di RNA e DNA.


  • debolezza,
  • demineralizzazione delle ossa,
  • anoressia


  • ipocalcemia,
  • calcificazione e ossificazione dei tessuti molli.
Magnesio (Mg)0,05% del peso corporeo, di cui il 70% nelle ossa.

  • dai 250 ai 350 mg per adulti e anziani;
  • circa 450 mg per donne in gravidanza e allattamento.


  • costituzione dello scheletro,
  • attività nervosa e muscolare,
  • il metabolismo dei grassi,
  • sintesi proteica.


  • anoressia,
  • vomito,
  • aumento dell'eccitabilità muscolare.


  • depressione;
  • disturbi cardiaci e respiratori
Potassio (K)0,35% del peso corporeo. È presente in forma di ione all'interno delle cellule e nei liquidi extracellulari.circa 3 gr.

  • funzionamento dei muscoli scheletrici e del miocardio;
  • regolazione eccitabilità neuromuscolare,
  • equilibrio acido-base,
  • ritenzione idrica,
  • pressione osmotica.


  • debolezza muscolare,
  • irregolarità cardiache (aritmia, tachicardia),
  • stato confusionale,
  • sonnolenza
  • crampi muscolari,
  • astenia,


  • ipotensione,
  • brachiacardia.
Sodio (Na)0,15% del peso corporeo. È contenuto nel sangue e nei liquidi intracellulari.tra 4 e 6 gr.

  • regolatore della permeabilità delle membrane cellulari


  • anoressia,
  • nausea,
  • vomito.


  • ipertensione arteriosa,
  • nausea,
  • vomito,
  • convulsioni
  • difficoltà respiratorie
Zolfo (S)0,25% del peso corporeo. È presente in molti tessuti dell'organismo. Si trova in due aminoacidi (metionina e cisteina) e in tre vitamine (tiamina, biotina e acido pantotenico)(dato non disponibile)

  • formazione di cartilagini, peli e capelli
la carenza di zolfo è molto rara

  • problemi di sviluppo fisico e scarsa crescita.
Microelementi


Il fabbisogno giornaliero dei minerali di questo gruppo varia da meno di 1 mg sino a 100 mg. Fanno parte di questa categoria: il ferro, il rame, lo zinco, il fluoro, lo iodio, il selenio, il cromo, il cobalto, il manganese, il molibdeno, il silicio, il nichel, il vanadio.

Oligoelementi


Sono detti oligoelementi (dal greco: ὀλίγος poco) i sali minerali presenti solo in tracce nell'organismo umano. Il reale fabbisogno di questi elementi non è stato ancora stabilito, ma si tratta di microgrammi:

  • arsenico (molto poco) (As)
  • stagno (Sn)
  • nichel (Ni)
  • germanio (Ge)
  • vanadio (V)
  • tungsteno (W)
  • piombo (molto poco) (Pb)

Assunzione dei sali minerali


Come detto in precedenza i sali minerali devono essere assunti dagli organismi viventi dall'esterno. Le piante li assorbono dal terreno e dall'acqua tramite l'apparato radicale; gli animali e gli esseri umani devono procurarseli dall'acqua e tramite gli alimenti vegetali e animali. Un minerale, così come le vitamine, viene considerato essenziale se: 1) la sua carenza provoca un deficit funzionale; 2) la somministrazione di supplementi del minerale è importante per lo sviluppo; 3) i sintomi da carenza sono associati a diminuite concentrazioni di un minerale nel sangue od in altri liquidi corporei. I cereali integrali sono la fonte più completa di minerali; forniscono il 40% dell'apporto totale di ferro, rame, manganese e nichel. La farina bianca contiene supplementi di ferro che soddisfano il 20% del fabbisogno quotidiano (4 g). I cereali integrali contengono solamente piccole quantità di calcio, selenio, zinco e boro e coprono meno del 10% del fabbisogno giornaliero di questi minerali.
I latticini contengono una elevata quantità di calcio (più del 80% dell'apporto proviene da questa fonte) e di fosforo (50% dell'apporto) ma con apporto alterato Ca/Mg. I latticini provvedono anche al 30% del fabbisogno di potassio, zolfo, zinco e molibdeno. D'altra parte, il latte ha un basso contenuto in ferro, manganese, nichel, silicio e boro.
I vegetali hanno un elevato contenuto in boro (che copre il 60% del fabbisogno) e di potassio (30% del fabbisogno).
Varie bevande forniscono una considerevole percentuale dell'apporto di fluoro (40%, prevalentemente tè), silicio (40%, prevalentemente birra) e alluminio. Il sodio ed il potassio sono minerali che competono tra loro, come lo sono il calcio ed il magnesio. Un elevato apporto di sodio e di calcio può pertanto disturbare l'equilibrio potassio-magnesio.
Di seguito alcuni cibi ricchi di sali minerali e relativo elemento contenuto.

I sali minerali presenti negli alimenti non si modificano durante la cottura o il riscaldamento, tuttavia la loro concentrazione può diminuire in quanto essi possono parzialmente sciogliersi nell'acqua utilizzata per la cottura. Il metodo di cottura a vapore dei cibi evita la diluizione dei sali.
Normalmente una dieta alimentare equilibrata è sufficiente per l'acquisizione da parte dell'organismo della quantità di sali minerali necessari. Tuttavia in casi specifici, dovuti a determinate patologie, o stati particolari (per esempio durante la gravidanza), o in persone che praticano discipline sportive in modo intenso, può essere necessario acquisire i minerali necessari attraverso specifici integratori alimentari. In questi casi è opportuno che la scelta della tipologia e della quantità di integratore da assumere avvengano sotto il controllo di un medico.

Fonte:
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

_________________
“male, molto male signor Anderson”
Tornare in alto Andare in basso
 
I sali minerali
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Sali e Tabacchi - Rivendita Pile elettriche
» sali di potassio
» Acqua: come berla? ❖ Vulvodinia.info
» Rimedi contro i dolori mestruali
» Attribuzione classi di pericolosità

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di Salute Naturale :: Rimedi Naturali per mantenersi in buona salute :: Integratori alimentari, supplementazione e loro proprietà-
Andare verso: