Forum di Salute Naturale

Benvenuti nel forum di incontro per appassionati di salute naturale: Integratori alimentari, argento colloidale, tecniche di benessere e buona salute. Iscriviti per interagire con il forum
 
IndicePortaleFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Krill, l'olio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschile Messaggi : 3816
Punti : 9548
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 44
Località : Zion

MessaggioTitolo: Krill, l'olio   Ven 30 Ott 2009 - 12:05

In norvegese, krill significa «cibo di balena», con riferimento ai nugoli di crostacei minuscoli che costituiscono i banchi di zooplancton. Il più noto di questi crostacei, l'Euphrasia superba, è una specie diffusa soprattutto nelle acque fredde dell'Antartico. Si tratta di un gamberetto di 0,6 - 10cm, attualmente oggetto di numerosi studi scientifici dai risultati promettenti.

Si stima che la quantità di krill attualmente disponibile sia di 6.000 milioni di tonnellate. Si tratta infatti della specie multicellulare più rappresentata sul nostro pianeta. Si osservi peraltro che il krill vive nei fondali dell'Oceano Antartico, al riparo dell'inquinamento che rappresenta effettivamente un rischio per gli oli di pesce.

Una composizione interessante e una miriade di proprietà
L'olio di krill è ricco di sostanze nutrienti di grande valore:



  • acidi grassi omega-3, -6 e -9 nelle proporzioni ideali;
  • fosfolipidi;
  • antiossidanti.

Influenza favorevole sui lipidi sanguigni, azione anticoagulante (e quindi protezione cardiovascolare), effetto antinfiammatorio, sviluppo del sistema nervoso ecc.
I benefici degli acidi omega-3 sono ben noti, e non si limitano a quelli sopra elencati. Come gli omega-6, anche gli omega-3 aiutano il morale, combattono lo stress, migliorano le condizioni di pelle e capelli e alleviano la sindrome premestruale. Quanto agli acidi omega-9 (tra cui in particolare l'acido oleico), influenzano favorevolmente il colesterolo «buono». I fosfolipidi, abbondamentemente presenti nel cervello, contribuiscono al funzionamento di quest'organo e più specificamente ai processi di concentrazione, di memorizzazione e di apprendimento.
Infine, gli antiossidanti o antiradicalici esplicano un duplice ruolo. Innanzi tutto, impediscono il degrado dell'olio di krill, rendendolo particolarmente stabile. Inoltre, proteggono le cellule dall'effetto nocivo dei radicali liberi, molecole ossidanti che ne provocano l'invecchiamento precoce, con il suo corollario di problemi di salute a carattere di gravità e cronicità. L'olio di krill contiene astaxantina, un carotenoide, e inoltre vitamine A ed E.

Fonte: rete

_________________
“male, molto male signor Anderson”
Tornare in alto Andare in basso
 
Krill, l'olio
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Classe di pericolo per... olio non pericoloso
» Aprire un impresa che si occupa della raccolta dell olio vegetale esausto
» piccola industria - olio esausto
» olio di olivello spinoso
» Olio esausto CER e Classi di Pericolo?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di Salute Naturale :: Rimedi Naturali per mantenersi in buona salute :: Integratori alimentari, supplementazione e loro proprietà-
Andare verso: