Forum di Salute Naturale

Benvenuti nel forum di incontro per appassionati di salute naturale: Integratori alimentari, argento colloidale, tecniche di benessere e buona salute. Iscriviti per interagire con il forum
 
IndicePortaleFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Tutto sul Noni! ( lungo )

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschile Messaggi : 3816
Punti : 9431
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 44
Località : Zion

MessaggioTitolo: Tutto sul Noni! ( lungo )   Ven 30 Ott 2009 - 11:10

Il frutto tropicale con 101 indicazioni terapeutiche


Neil Solomon Dr. Med. Dr. Fil.


Autore di Best – Sellers per il New Your Times
Ex columnist del Los Angeles Times
Ex commentatore sulla salute per la CNN-TV
Primo Segretario della salute e igiene mentale del Maryland
Medico praticante del Johns Hopkins
Presidente del centro delle Ricerche sulla Salute e sulla Scienza, organizzazione non governativa delle Nazioni Unite

L’informazione in questo libro è destinata solo a scopo educativo e non deve essere utilizzata per diagnosi o cura di malattie. Tutti i problemi fisici e la salute psichica devono essere trattati sotto lo stretto controllo di uno specialista esperto nella cura di questi stati.
Né l’editore né l’autore danno, direttamente o indirettamente consigli medici, né prescrivono qualche sorta di farmaco o si addossano la responsabilità per chiunque si curi da solo.
L’informazione di questo libro è basata sulla sostanza nutritiva salutare del NONI.


Prefazione
Dal 1997 ho esaminato la prova scientifica e le osservazioni pratiche del NONI per sondare gli effetti terapeutici di questo frutto delle isole della Polinesia Francese.
Ho trascorso diverse ore studiando casi di malattie e relazioni di dottori ed esperti e ho analizzato un gran numero di rapporti su esperimenti clinici.
Ho intervistato anche più di 50 medici e specialisti, raccogliendo i dati su più di 10.000 persone tra coloro che avevano utilizzato il NONI o che lo assumevano in quel momento.
Mentre mettevo insieme i dati mi veniva sempre in mente una domanda: "Com’è possibile che il NONI possa aiutare così tante persone con così tanti differenti problemi
Di salute? Qual’è il suo segreto?" Giunsi alla conclusione che esso in realtà non può aiutare chiunque e che non risolve tutti i problemi di salute.
Tuttavia mediamente più del 78% dei 10.000 individui che nella nostra ricerca utilizzavano il NONI, riferiva che esso li aveva aiutati in qualche forma, inclusa la lotta contro il cancro, malattie del cuore, disturbi della digestione, diabete, disturbi del sistema immunitario, ictus, problemi di peso e problemi di pelle e capelli.
Questo libretto riporta una sintesi della mia ricerca.


Introduzione

IL NONI è un frutto tropicale con insolite proprietà salutari delle quali la maggiore parte di nord americani non ha mai sentito parlare. Da più di 2000 anni viene adoperato con successo in Polinesia, Cina, India ed altrove.
Il NONI migra insieme agli abitanti verso le isole del pacifico Tahiti, Hawaii, Malaysia e cresce meglio su terreni vulcanici , liberi da inquinamento.
Come è stato dimostrato con Aloe Vera, Papaia, Pinogenol ™ e altre sostanze vegetali, anche l’estratto della pianta del NONI porta giovamenti a molteplici problemi di salute .
Per l’impiego negli Stati Uniti , il frutto del NONI viene preparato principalmente in forma di succo
con aggiunta nutrizionale .
Benchè il frutto sia molto amaro e abbia un odore sgradevole, il succo diventa molto buono nel gusto e nell’odore grazie all’aggiunta di uva naturale e succo di mirtilli, una miscela particolare secondo una ricetta di due noti chimici alimentari, Sthephen Story e John Wadsworth.

Gli effetti meravigliosi del NONI sulla salute

I risultati delle ricerche dimostrano che il NONI rafforza il sistema immunitario regolando la funzione e la rigenerazione delle cellule danneggiate.
Il fatto che faccia effetto su fondamenta così importanti della cellula potrebbe spiegare come mai esso aiuti in molteplici disturbi.
Il Dr, Richard Dichs, un clinico del New Jersey dice. "Noi veniamo lentamente a conoscenza del fatto che dobbiamo ritornare alle unzioni basilari del nostro corpo.
Detto brevemente, o bruciamo sostanze alimentari o il nostro corpo . Il NONI salva il nostro corpo perché ci fornisce le sostanze alimentari necessarie".
Effettivamente il NONI ha più di 100 campi di applicazioni principali e secondari:
questo libretto si concentra prevalentemente sulle applicazioni principali.
Come pianta salutare il NONI è inestimabile per i seguenti effetti di cui parleremo singolarmente:

· Abbassa l’alta pressione

· Opera con Melatonina e Serotonina per la regolazione del sonno, della temperatura e del morale.

· Aumenta l’energia del corpo

· Opera come antistaminico e ostacola le infiammazioni

· Allevia i dolori

· Ha proprietà antibatteriche che possono proteggere dai danni del sistema digerente e del cuore.

· Impedisce lo sviluppo del primo stadio del cancro e la crescita dell’ulcerazione carcinomatosa.

La tabella 1 comprende le statistiche dei dati, applicazioni principali e secondarie incluse , che io ho elaborato attraverso la consultazione di 50 dottori e altri specialisti che avevano assunto il NONI e/o lo avevano dato a più di 10.000 pazienti.
Essa indica il numero delle persone che hanno bevuto il succo di NONI per 23 diverse tipologie di dolore, la percentuale a cui ha giovato e la componente attiva principale che probabilmente è responsabile.
Benchè il PAC è la sostanza attiva principale, secondo me esso è la miscela predominante di tutte le sostanze naturali che rendono possibile l’effetto ottimale del NONI sulla salute.


Tabela 1. stati che sono migliorati nelle persone che hanno assunto il NONI


Condizioni che hanno reagito al NONI
Numero di pazienti per patologia
Percentuale che ha ricevuto benefici
Principio attivo
Allergia, diminuzione dei sintomi
948
84
xeronina
Anti-invecchiamento, migliore aspetto
148
78
terpene
Artrite, diminuzione dei sintomi
719
81
terpene
Respiro, miglioramento
2.854
77
xeronina
Cancro, diminuzione dei sintomi
889
65
xeronina
Depressione, diminuzione dei sintomi
807
77
xeronina
Diabete, tipo 1 e 2
2.773
84
scopoletina
Digestione, miglioramento
1.593
89
xeronina
Energia, aumento
8.327
92
xeronina
Malattie cardiache, diminuzione dei sintomi
1.123
80
xeronina
Ipertensione arteriosa, diminuzione dei sintomi
938
85
scopoletina
Problemi renali, miglioramento
2.372
67
xeronina
Muscoli, aumento della massa muscolare
816
71
proteine
Obesità, perdita peso in eccesso
2.841
75
xeronina
Dolori, incluso mal di testa, diminuzione
4.231
88
xeronina
Sessualità, aumento del desiderio
1.608
87
xeronina
Fumo, aiuto per smettere
452
58
xeronina
Sonno, miglioramento
1.231
73
xeronina




* Percentuale riassuntiva delle persone che hanno un miglioramento soggettivo e/o oggettivo dei loro disturbi. e/o dei loro sintomi. Per la maggior parte di coloro che utilizzavano il NONI senza grande successo, la mancanza dei risultati ottimali è da imputare al fatto che prendevano una dose troppo bassa e/o per poco tempo, come viene consigliato nella Tabella 3.
** PAC (primari Active Component) componente essenziale attiva.


Osservazione: Il NONI può essere preso assieme a tutti gli altri farmaci, non ci sono quasi controindicazioni. In alcuni casi esso rafforza l’efficacia di altre medicine. Dovreste dire al vostro medico o specialista che fate uso di NONI poiché egli probabilmente vi ridurrà le dosi dei farmaci prescritti.
In questo modo spesso sono così ridotti gli effetti collaterali del medicinale originale.

E’ stato riferito solo di minimi effetti collaterali.
Meno del 5% ha notato una leggera acidità di stomaco, diarrea o reazioni allergiche o è comparsa una lieve eruzione cutanea.

L’acidità di stomaco è scomparsa con la riduzione delle dosi.
L’eruzione cutanea e la diarrea sono cessate entro le 72 ore dalla cessazione del trattamento.
Come rapportato, il NONI non è pericoloso durante la gravidanza e/o l’allattamento.

Panorama generale sui principali modi di utilizzo del NONI

Secondo il Dr. Steven Hall dello Stato di Washington, un altro medico che ho intervistato e che utilizzava il succo di NONI: "Non solo il NONI ha molti vantaggi, ma esso aumenta anche l’efficacia di altri trattamenti".
Egli scoprì che "Il NONI è così incredibile poiché giova alle persone che non potrebbero essere aiutate dalla scienza medica tradizionale".

Maggior efficacia e cura alternativa ai prodotti farmaceutici sono solo due dei motivi della validità del NONI come pianta salutare.
I risultati del Dr. Hall corrispondono alle reazioni positive precedentemente riportate del 78% delle persone che lo utilizzavano.
Esso ha inoltre le seguenti proprietà:


Il NONI agisce in modo sinergico assieme con altri integratori alimentari e/o farmaci.
Il NONI probabilmente aiuta nella prevenzione e agisce in modo ottimale insieme ad altri antossidanti.
Il NONI aiuta a una più veloce guarigione degli animali.

Il Dr. Schechter, direttore dell’Istituto di medicina Naturale in California dice che esiste una gran quantità di informazioni sull’uso tradizionale del NONI e sui suoi effetti sulla salute.
Il suo lavoro conferma ciò che i Kuhunas (i vecchi guaritori delle Hawaii) sapevano e che utilizzavano per la salute da un migliaio di anni.
Egli asserisce in una intervista che i risultati positivi raggiunti utilizzando il NONI corrispondono ai risultati delle ricerche cliniche della medicina naturalista.
Il Dr, Schechecter ha curato un centinaio di pazienti con il NONI ed era molto impressionato dalla molteplicità delle malattie che adesso reagivano.

Segue il riassunto di alcuni dei dati più importanti in riferimento alle ricerche cliniche del Dr. Schecther:


Il NONI stimola produzione delle cellule "T" nel sistema immunitario, queste giocano un ruolo principale nella lotta contro le malattie.
Il NONI rafforza il sistema immunitario attraverso il macrofaco e/o i linfociti i quali sono un elemento importante nella difesa del nostro corpo.
Il NONI combatte diversi tipi di batteri.
Il noni ha straordinarie proprietà calmanti.
Il NONI agisce come ritardante nel viluppo del cancro e impedisce la crescita del tumore obbligando le cellule anormalio a funzionare regolarmente.

Il Dr. Schecther dichiara: "Come terapeuta ho osservato che in una molteplicità di problemi di salute il NONI, tanto nella prevenzione quanto nel giovamento personale, ottiene persino profondi effetti terapeutici".

Dalla sua lista e dalle informazioni di altri specialisti con i quali ero in confatto ho stabilito delle categorie di utlizzo principali di cui vi parlerò nel seguente prospetto.
Benché ci siano moli altri modi preziosi per l’impiego del NONI, come mostra la tabella, saranno presi in considerazione solo quelli che sono stati maggiormente documentati.

Pressione alta


Nel 1992 la Dr.ssa Isabelle Abbott, un’apprezzata esperta di botanica, indicò il controllo del diabete, la pressione alta e il cancro come i più diffusi modi di utilizzo del NONI.
Io ho ricercato negli studi una sostanza nutritiva, detta fito sostanza alimentare, con proprietà salutari contenuta nel NONI che potrebbe aiutare ad abbassare la pressione.
La scopoletina, una fito sostanza alimentare presente nel NONI, allarga anticipatamente i vasi sanguigni ristretti. Ciò significa che è evitato uno sforzo eccessivo del cuore a causa del pompaggio contro i vasi sanguigni ristretti. Di conseguenza si giunge ad una normalizzazione della pressione, il che produce una minore sollecitazione del cuore.

La scopoletina fu isolata per la prima volta nel 1993 da una scoperta del NONI nell’università delle Hawaii.

Viene accertato che questa non solo allarga i vasi sanguigni, ma si associa anche con Serotina. Ricerche sugli animali hanno dimostrato che la Scopoletina è in grado di abbassare sia la pressione alta che quella normale fino valori di bassa pressione (pressione bassa anormale). Tuttavia nel NONI la Sopoletina agisce con altre sostanze alimentari salutari (cibi che agiscono come medicinali) in modo sinergico e ottiene in questo modo l’abbassamento della pressione alta fino al raggiungimento dei valori, ma non a valori più bassi del normale. Per esperienza la pressione normale non viene portata a bassa pressione.

Negli ultimi tempi il NONI è stato studiato negli stati Uniti nell’Università di Stanford, nell’Università della California a Los Angeles (UCLA) e nell’Università delle Hawaii, in Inghilterra all’Union College di Londra e in Francia all’Università di Metz. Le scoperte convergono sul fatto che nella maggior parte dei casi il NONI può giocare un ruolo importante nell’abbassamento della pressione alta.

Ho intervistato il medico di New York, il Dr. Scott Gerson, che ha condotto uno studio controllato sul placebo per la valutazione dell’effetto del succo di NONI sull’abbassamento della pressione alta. Per 14 settimane egli ha tenuto in osservazione nove pazienti, sei uomini e tre donne. I pazienti con la pressione alta sono stati presi tra i volontari e non sapevano che prendevano il NONI. Avevano la stessa alimentazione ed esattamente la stessa attività fisica che avevano avuto prima della sua assunzione. In otto dei nove pazienti si è verificata una diminuzione della pressione. In media la pressione sistolica era scesa del 7,5% e il valore diastolico (quello basso) del 4%.

Lo stesso Dr,. Gerson ha indicato che questa era solo una piccola ricerca clinica e non un grande esperimento scientifico. Tuttavia i risultati concordavano con le esperienze della maggior parte delle persone che assumevano il NONI. Nessun dottore mi disse che esso diminuiva la pressione normale a valori anormali, e nessuno ha notato effetti secondari se non minimi. Molti di coloro che utilizzavano il NONI riferirono che la loro pressione risaliva quando cessavano di prenderlo, ma ritornava subito a valori normali appena ricominciavano il loro regime a base di NONI.

La Dr.ssa Mona Harrison, un dottoressa del Maryland, riferì che in ogni caso il NONI migliora la pressione alta. La pressione di una donna era di 170/100 e il suo medico non riusciva a fargliela abbassare, dopo due mesi con il NONI raggiunse i valori normali di 130/80 . Lo prende ancora e la sua pressione da nove mesi è normale.

_________________
“male, molto male signor Anderson”
Tornare in alto Andare in basso
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschile Messaggi : 3816
Punti : 9431
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 44
Località : Zion

MessaggioTitolo: Re: Tutto sul Noni! ( lungo )   Ven 30 Ott 2009 - 11:11

...continua....



Cambiamenti di umore e di energia nel corpo

Il Dr. Harrison crede che oltre al rapporto NONI-Scopoletina_Serotinina molti risultati del NONI sono da attribuire all’aumento dell’attività dell’ipotalamo che si trova nella parte bassa del cervello.
Questa importante ghiandola è uno dei luoghi dove è prodotta la serotonina, la quale è poi utilizzata per generare altri ormoni. Infatti, Melatonina e Serotonina aiutano nella regolazione del sonno, della temperatura, dell’umore, della pubertà e delle mestruazioni.
Il Dr. Harrison suppone che il NONI agisca modificando la frequenza dell’energia corporea.

Egli pensa che la regolazione della frequenza dell’energia del corpo è dovuta agli effetti positivi del succo del NONI. Si ottiene una stabilizzazione della glicemia, una diminuzione dei crampi mestruali e, attraverso una riduzione dell’ingrossamento della prostata, un minore bisogno per gli uomini di urinare durante la notte.

Il D. Ralph Heinicke, un autorità riconosciuta a livello internazionale da 40 anni per le ricerche sul sistema della Xerotonina , crede che il succo del NONI aiuti il corpo a guarire attraverso la preparazione di una modesta quantità di Proxeronina, che attraverso la sintesi può essere trasformata nell’alcaloide Xeronina. Inoltre crede che una delle molteplici funzioni di questo alcaloide sia quella di assorbire, quando si trova in prossimità della stessa, l’endorfina e di agire come co-ormone nell’attività di recettore di proteine del "senso di benessere".
Di conseguenza la maggiore parte delle persone si sente meglio e ha più energia dopo l’assunzione del NONI.
(Da più di 10.000 intervistati, l’80% ha riferito di provare maggiore benessere dopo l’assunzione del NONi. Non ci si meravigli che la gente con problemi di salute abbia bisogno di più Proxeronina e perciò impieghi più NONI).

Donovan Lazar, un bancario che cura gli investimenti di Scootts Valley, dice:

" Inclusi il NONI nella mia dieta ed esso ridusse notevolmente il tempo per la mia guarigione. I miei dolori muscolari non sono più così forti dopo un allenamento pesante. Questo benessere accresciuto in modo naturale che ho avuto dopo l’assunzione del NONI , mi consente di ottenere di più ed è incredibile com’è diminuita notevolmente la stanchezza. Non vedo l’ora di raccontare a tutti i miei conoscenti di questo incredibile NONI ".

Noni contro infiammazioni e come antistaminico

Prima abbiamo parlato di come il NONI, che contiene l’elemento della Scopoletina abbia aiutato i pazienti del Dr. Harrison nel controllo della pressione. Esso è anche efficace contro infiammazioni e come antistaminico. La letteratura medica fa numerosi riferimenti al successo del trattamento con Scopoletina di artriti, borsiti, tenosinoviti,e allergie.
Il Dr. Bloss, un chirurgo ortopedico dell’Indiana, in questo scritto dimostrò la sua esperienza personale con il NONI:

"Prima di impiegare il NONI nella mia prassi, lo provai io stesso e ottenni un grandissimo successo personale. A causa dei dolori alla schiena non mi era possibile dormire sulla pancia.
Il succo di NONI non solo eliminò questi problemi ma alleviò anche il dolore alla spalla sinistra e aumentò anche la mia energia. Le persone con cui giocavo a tennis notavano che i miei riflessi erano molto più veloci. Da allora utilizzo il NONI per una settantina di pazienti.
Quindici di loro con dolori alla schiena cronici trovano che i loro dolori si sono alleviati notevolmente grazie al NONI. Altri otto avevano dolori alle ginocchia a causa dell’osteoartrite fino a quando il succo non ha risolto il loro problema".

Tre pazienti asmatici del Dr. Bloss sentirono migliorare notevolmente la loro tosse dopo l’assunzione del succo del NONI. Egli notò in particolare un miglioramento vitale nei pazienti con l’artrite. Molti di loro avevano avuto considerevoli risultati. Due pazienti, dei quali uno è medico, lo chiamarono per considerevoli risultati. Due pazienti, dei quali uno è medico, lo chiamarono per dirgli che in 24 ore il NONI aveva eliminato una grossa parte della rigidità nelle mani.

Il Dr. Bloss riferisce che il NONI ha aiutato la maggior parte dei suoi pazienti. Egli lo propone come aggiunta nutritiva e non come medicinale e molti pazienti vogliono provarlo. La nostra inchiesta mostra che il 69% di coloro che lo hanno preso non solo continua ad utilizzarlo, ma anche dice che non lo abbandonerebbe.

Il Dr. Bloss, riassume nel seguente modo il NONI. " Il NONI non solo ha migliorato la mai vita, ma anche la vita di molti miei pazienti". Altri medici raccontano del successo nel trattamento di pazienti con "problemi di infiammazioni quali artriti, tendinite, borsiti o tenosinoviti".

Una paziente donna che aveva un’artrite degenerativa, disse di avere ottenuto risultati positivi dopo l’assunzione di NONI. Da circa 20 anni aveva dolori. Nel 1990 le fu applicata un’articolazione del ginocchio artificiale, che però non risolse il problema. Doveva camminare con un bastone e aveva grandi difficoltà ad alzarsi dalla posizione seduta, in particolare dal divano. Dopo sole 72 ore

Dall’assunzione del NONI le era possibile alzarsi dal divano e camminare senza il bastone e senza dolori per tutta la stanza. Crede che l’ha aiutata il NONI poiché non ha cambiato nulla nel suo stile di vita. Dottori e specialisti intervistati credono che questo frutto ha aiutato l’80’% dei pazienti con artriti. Ancora più sorprendente è il fatto che il dr. Gary Tran, un veterinario del Kentucky , curò 100 cani e gatti e altri animali con artriti e notò che il NONI era efficace su più del 90% dei loro. La dose giornaliera consigliata per gli animali sotto i 50 chili è la stessa che viene indicata ai bambini mentre per quelli sopra i 50 chili la dose consigliata è la stessa indicata per gli adulti come indicato nella tabella 5.



Dolore


E’ riconosciuto che il sollievo dal dolore di quasi tutti gli arti è uno dei più considerevoli vantaggi del Thaitiano NONI. Dagli esperti in medicina orientale ai Kahunas delle Hawaii fino agkli studiosi odierni come il Dr. Ralph Heinicke e agli asserti in medicina naturale come il Dr. Steve Schechter, tutti concordano che il NONI può calmare il dolore. I Kahunas attribuiscono la cosa all’unione di NONI e preghiera

Ma non è così facile ottenere un accordo su come il NONI affievolisce il dolore, diverse teorie sono venute a galla. Il Dr. Heinicke crede che la diminuzione del dolore viene causata dalla Xeronina. Il Dr. Schechter crede che il NONI aiuti il corpo con l’autoguarigione e perciò mitiga il dolore. Chi ha ragione? Io presumo entrambi. Io presumo che probabilmente molti altri elementi sconosciuti che favoriscono l’alleviamento del dolore, sono presenti nel NONI.

Cosa dice la scienza sulla diminuzione del dolore grazie al Thaitiano NONI? Viene riferito che la Xeronina, un suo elemento determinante, ha la capacità di aiutare attraverso la normalizzazione delle proteine anormali e della conseguente funzione delle cellule, inclusa la funzione del cervello ovvero il luogo dove si forma il dolore. Il Dr, Heinicke ha riunito tutti i dati che dimostrano che la Xeronina occupa un posto vicino al luogo dove si raccoglie l’endorfina.

Ciò che continuano a credere i medici e altri specialisti intervistati è che il NONI aiuta l’80% di tutti i pazienti con dolore. Nel 1990 Chafique Younos riferì che il Dr. Joseph Betz, un ricercatore e chimico all’interno del reparto FDA (Food & Drug Administration) per i prodotti naturali al centro per la sicurezza alimentare e l’alimentazione utilizzata, disse che la radice della pianta del NONI ha presumibilmente "proprietà calmanti e allevianti".

Nel maggio 1995 fui inviato come relatore al secondo congresso internazionale Pynogenol a Biarritz in Francia e ho avuto l’occasione di parlare con alcuni scienziati francesi. La scoprii che nei laboratori farmaceutici dell’Università di Metz in Francia avevano scoperto che il NONI ha un effetto analgesico centrale. Detto semplicemente, mi dissero che l’alleviamento del dolore in tutto il corpo è un effetto del NONI sul cervello. Il NONI raggiunge il 75% dell’efficacia del solfato di morfina per la diminuzione del dolore ed inoltre il NONI non crea dipendenza.

Secondo il Dr. Schechter, il NONI è adoperato da qualche tempo in modo efficace e sicuro contro i dolori. Effettivamente i suoi due nomi tradizionali sono "pianta che calma il dolore" e "Pianta per il mal di testa". Il Dr. Schechter curò con il NONI numerosi pazienti che avevano diversi dolori cronici. Quando l’ho intervistato, mi raccontò di molti singoli studi soprattutto negli stati Uniti, di gente che aveva utilizzato il NONI con successo per alleviare dolori debilitanti.

Ora porgo la domanda: il NONI calma i dolori senza effetti secondari tossici o crea dipendenza? Nel 1990 alcuni studiosi scoprirono che "l’impiego dell’estratto del NONI, a seconda del dosaggio, mostra nei topi un notevole effetto analgesico centrale". Un analgesico è una sostanza che allevia o elimina il dolore. Gli studiosi dissero inoltre che "l’estratto del NONI non mostra alcun effetto tossico" ed è stato anche ampiamente documentato che non crea dipendenza.

Sistema digerente e malattie del cuore


Relazioni scientifiche pubblicate a partire dal 1950 e apparse nel Pacific Science Journal dimostrano che il NONI ha proprietà antibatteriche che possono proteggere il sistema digerente ed il cuore dalle malattie. Il Dr, Gerson ha esaminato e presentato dati convincenti che dimostrano che i diversi antrachiononi presenti nel NONI (molto amari) vengono utilizzati con successo contro lo stafilococco, le infezioni del cuore e il batterio della dissenteria seghella.

Gli antrachinoni del NONI stimolano l’attività dell’intero processo digestivo attraverso l’indispensabile aumento di secrezioni, enzimi, e flusso biliare. Essi sono anche efficaci per lenire il dolore e come additivo per il trattamento del cancro. L’inchiesta sulle 10.000 persone che utilizzavano il NONI ha dimostrato che dopo la sua assunzione, i problemi di digestione venivano alleviati nell’ 85% dei casi, e l’80% parlava di un sintomatico miglioramento delle malattie del cuore

La serotonina potrebbe essere in parte responsabile del positivo influsso del NONI sulla digestione. In tutto il corpo e nel cervello ci sono recettori di questa sostanza e la più alta concentrazione non si trova nel cervello ma nell’intestino tenue. Il Dr. Harrison ha riferito di molti casi in cui il NONI migliorava la digestione.

Il Dr. Robert Young scoprì che muffe e funghi insieme alle loro tossine, attraverso l’aumento del valore acido della cellula, facevano ammalare le cellule stesse. Nelle relazioni seguenti affermava che il NONI con la compensazione del valore del PH delle cellule, o acidità del corpo, aiuta a rendere possibile una maggiore assimilazione di vitamine, sostanze minerali e proteine.

.......continua.....

_________________
“male, molto male signor Anderson”
Tornare in alto Andare in basso
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschile Messaggi : 3816
Punti : 9431
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 44
Località : Zion

MessaggioTitolo: Re: Tutto sul Noni! ( lungo )   Ven 30 Ott 2009 - 11:12

....continua.....



Cancro

Probabilmente l’azione comune delle numerose fito-sostanze alimentari(sostanze alimentari vegetali) del NONI agisce come adattogeno, una sostanza alimentare che aiuta le cellule anormali funzionare normalmente. Importanti scoperte sull’uso in medicina del NONI furono presentate nell’83°, 84° e 85° incontro annuale dell’American Association for Cancer Research. Studi dell’Istituto di Patologia e farmacologia della John Buns School of Medicine di Honolulu, Hawaii, presentarono nel 1992, in occasione dell’83° conferenza di san Diego, California, un lavoro significativo. Le conclusioni furono riassunte più avanti dall’American Association for Cancer Research in un protocollo dal titolo: "l’effetto antitumorale della Morinda Citrifolia sul carcinoma polmonare Lewis nel peritoneo dei topi". Ciò non significa nient’altro che il NONI agisce contro le cellule tumorali quando queste vengono inserite nell’addome. I topi alimentati con il frutto del NONI vivevano il 105-123% più a lungo degli altri e il 40% sopravvivevano 50 giorni in più. Questi studi sono stati spesso ripetuti e ogni volta è stato dimostrato che il NONI allungava notevolmente la vita dei topi rispetto ai topi malati di cancro che non lo assumevano. Questo frutto potrebbe arrestare l’avanzare del tumore, il tempo di sopravvivenza dopo la sua assunzione è stato in media del 119% ed è stato persino maggiore se veniva assunto insieme a noti farmaci antitumorali come Adriamicina, 5-Fluoroucil (5FU) o Vincristine.

Ancora di più viene detto in una relazione sulle Cancer Letter, nella quale l’Università di Keio e l’Istituto per la Scienza Biomedica in Giappone hanno documentato l’isolamento di un nuovo composto nel NONI, chiamato Damnacanthal. Questo lavoro è stato condotto a Yokohama, Giappone, in vasi Petri, non nel corpo umano. Per essere compresi dagli inesperti, il NONI potrebbe trasformare le cellule precancerogene in cellule normali, sane e funzionali attraverso il rallentamento della loro riproduzione al Gennivaeu.


Nel 1994 A. Hirazumi e tre suoi colleghi parlarono nel Pharmacological Society Journal "dell’effetto antitumorale del NONI nei topi con cancro ai polmoni". Un anno prima Tomori Hiramatsu e altri tre ricercatori giapponesi avevano detto nelle Cancer Letters che, dopo l’analisi di più di 500 diversi estratti dalle piante, la fito sostanza alimentare Damnacanthal, scoperta nel NONI, è una nuova sostanza che blocca alcune cellule precancerose.


Uno dei pazienti del Dr. Harrison con cancro al fegato ebbe un rigonfiamento nel basso ventre, causato da una eccessiva liquidità. Il suo oncologo aspirò (tolse) il liquido e trovò cellule tumorali. Dopo sette giorni di assunzione del NONI questo rigonfiamento era notevolmente diminuito. Una successiva analisi mostrò che non erano presenti cellule tumorali.

Come medico non riuscivo a capire come ciò fosse possibile. Contattai il Dr. Harrison che mi confermò che era proprio così. Non ho nessuna spiegazione in merito al di fuori del succo di NONI e dell’intervento di Dio.

In considerazione dei risultati resi noti recentemente sugli esperimenti sui topi del Dr. Judan Folkman, è possibile che il NONI agisca insieme ad altre micro sostanze alimentari che diminuiscono l’apporto di sangue al tumore.

Un simile comportamento è stato attribuito all’olio che proviene dal fegato dei pescecani, era dimostrato che una sua componente, la Squalamina, limitava la crescita del tumore al cervello e anche la vita dei ratti si allungava grazie alla distruzione dei vasi sanguigni che sostenevano il male. Questa scoperta scientifica fu pubblicata nel 1997 dal Dr. Henry Brem, professore di neurochirurgia presso l’istituto dei medicina del Johns Hophins. Nello stesso anno egli stesso e il Dr. Alan Sills, durante una conferenza dell’American Association of Neurological Suegeons di Minneapolis, Minnesota, dissero che la Squalamina "aggredisce il tumore reprimendo la formazione di nuovo vasi sanguigni" che, in caso contrario, lo sostenterebbero e lo lascerebbero crescere.


Componenti attive nel NONI


Il Dr. Heinicke crede che il NONI normalizzi le cellule che funzionano in modo anormale i quanto rifornisce il corpo dell’essenziale composto biochimico Proxeronina, dal quale le nostre cellule formano l’alcaloide Xeronina.

Quest’ultima ha effetti positivi su di loro, cosa che nella maggior parte dei casi porta a un aumento del benessere. Per capire l’effetto del Tahitiano NONI è necessario sapere in che modo il corpo produce la Xeronina (biosintesi).

Negli anni 50 il Dr, Heinicke isolò al Pineapple Research Institute un elemento cristallino che non apparteneva a nessuno dei composti biochimici conosciuti. Anni dopo riconobbe che esso è un componente essenziale per la sintesi dell’alcaloide Xeronina e inoltre notò che la concentrazione di questi elementi nella pianta dell’ananas si era abbassata notevolmente nel corso degli anni a causa della carenza di microsostanze alimentari nel suolo e dell’inquinamento.

Oggi il frutto del NONI è di gran lunga la migliore fonte per questo importante componente.

Il Dr, Heinicke crede che la Xeronina compia due funzioni principali nelle cellule. Poiché possiede una struttura rigida, a forma di trave, può creare un punto d’appoggio appena si inserisce nell’apertura di una determinata proteina. Queste sostanze proteiche possono poi essere più flessibili e allo stesso tempo più forti nella struttura. La xeronina può anche abilitare una proteina a concentrare l’enorme quantità di energia contenuta nell’acqua del corpo, che può poi essere utilizzata per diverse attività meccaniche, chimiche o elettriche. Questi processi consentono ad una cellula normale di funzionare in modo efficace e a una cellula danneggiata di riparare le sue lesioni.


Il rapporto Proxeronina –Xeronina –NONI


La sostanza più promettente nel NONI è la Proxeronina, la quale viene trasformata in xeronina nel corpo. Quest’ultima è un composto biochimico che gioca un ruolo molto importante in una molteplicità di fenomeni biochimici umani. Nelle zone infiammate la Proxeronina filtra dai vasi capillari per rendere possibile alle cellule la produzione di Xeronina. Questa potrebbe impedire all’infiammazione che suscita il Peptide di assorbire determinate proteine e ciò diminuisce chiaramente l’intensità dell’infiammazione, il gonfiore e il dolore.

Le pietre miliari della biosintesi della Xeronina nel nostro corpo sono Proxeronina, Proxeronase, un enzima necessario per la biosintesi della Xeronina e Serotonina. Il nostro fisico le contiene tutte, ma la Proxeronina è presente in quantità limitata. Il Dr. Heinicke crede che la biosintesi della Xeronina si verifichi nel seguente modo.
Di regola il fegato immagazzina Proxeronina. Ogni due ore circa il cervello gli manda un segnale di rilasciare un po’ di questa sostanza che i diversi organi del corpo assorbono dal flusso sanguigno in quantità sufficiente alla produzione necessaria di Xeronina. Normalmente le cellule ricevono quanto basta agli altri prodotti biochimici per la sintesi di Xeronina : generalmente manca solo la Proxeronina.

Tutto va bene tranne nel caso di un alto bisogno di Xeronina. L’attività anormale delle cellule precancerogene, così come numerosi problemi di salute, inclusi problemi fisici e /o emotivi, oppure infezioni da funghi o sostanze tossiche, possono produrre il bisogno di Xeronina. Quando succede sale improvvisamente la richiesta di quest'ultima. Solitamente il fegato non ha abbastanza Proxeronina per le cellule malate, il cui tessuto ha abbastanza Proxeronase e Serotonina manca solo la Proxeronina. Il NONI aiuta perché contiene abbondantemente questa sostanza.



....continua....

_________________
“male, molto male signor Anderson”
Tornare in alto Andare in basso
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschile Messaggi : 3816
Punti : 9431
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 44
Località : Zion

MessaggioTitolo: Re: Tutto sul Noni! ( lungo )   Ven 30 Ott 2009 - 11:13

.....continua....



Xeronina, Serotonina e depressione

Un altro potere curativo del NONI deriva probabilmente dal composto della Serotonina. Il Tahitiano NONI appartiene alle 50 specie che fanno parte di una delle famiglie delle piante curative maggiormente efficaci, le antiche Rubicacee e proprio qui ha il compito di formare la Serotonina. Durante i miei anni di training e di lezioni alla scuola di Medicina presso la clinica Johns Hopkins sviluppai un particolare interesse per i destinatari di serotonina e dei suoi composti. Avevo osservato che la condizione di parecchi pazienti con depressione e/o emicrania era migliorata notevolmente dopo l’assunzione di un analogo di Serotonina (un analogo di Serotonina è una sostanza che agisce sul corpo come se fosse questa) .
Tuttavia molti di loro avevano effetti collaterali come nausea, diarrea, vertigini, stati d’ansia, reazioni allergiche e persino aritmia, cioè battiti cardiaci irregolari.


Il Dr. Heinicke riferì che molte persone con depressione che avevano bevuto il NONI avvertivano un considerevole sollievo. Egli mi comunicò (e ciò fu ripetuto da molte cliniche) che esso aiutò a stabilizzare malattie nevrotiche come depressione e ipomanie (elevazione di sé-depressione). Scoprì anche che il NONI ha aiutato molti a disassuefarsi da diversi tipi di dipendenza. Mi raccontò della moglie di un medico che aveva provato, senza successo, ogni metodo possibile per togliersi il vizio del fumo. Dopo due settimane di assunzione del NONI era in grado di smettere e da più di un anno non tocca più una sigaretta. Il Dr. Henicke e altri medici parlarono anche della disassuefazione da alcool, cocaina, marijuana e eroina attraverso l’aggiunta del NONI alla psicoterapia, generalmente conosciuta come terapia di gruppo.

Oggi molti scienziati sono dell’idea che la Serotonina è realmente una parte essenziale della biosintesi dell’alcaloide Xeronina. Su più di 10.000 persone che utilizzavano il NONI come integratore alimentare, il 92% riferiva di un notevole aumento di energia e il 72% di più attenzione e chiarezza rispetto a prima della sua assunzione.


Altri modi utilizzo del NONI


Il Proxeronase, un altro componente del NONI, appartiene ad un interessante gruppo di enzimi , chiamato Lisozima. Il Dr. Heinicke nel 1954 isolò per puro caso il cristallino Lisozima dall’ananas e annotò solo la sua presenza. Poi cambiò il procedimento per ostacolare ogni formazione di questo cristallo. Senza saperlo aveva isolato il Proxeronase.

Partendo dal dibattito sulla Xeronina, composto del NONI, ho semplificato un sistema altrimenti molto complesso, in cui molti altri fenomeni avvengono contemporaneamente. Il Dr. Henicke ci diede originariamente la base biochimica per il rapporto NONI-Xeronina , ora il Dr. Gerson ci aiuterà in questo legame clinico. Egli presuppone che il NONI, come specificato nella tabella 2., giova clinicamente.

Come detto prima, il Dr. Gerson ha completato le ricerche mediche su pazienti con pressione alta e su altri con colesterolo alto e il NONI ha avuto un effetto positivo nell’abbassamento dei valori di entrambi. Egli è anche a conoscenza che altri lo utilizzano con successo per crampi mestruali, ulcere gastriche e diabete. Poiché ha scoperto che il NONI vanta i migliori risultati curativi dell’intera famiglie delle Rubiacee, ha documentato come quest' ultima giovi ad altri sistemi corporei. Ciò è indicato nella Tabella 3.


Efficacia di Xeronina libera e Proxeronina sulla muscolatura dello stomaco.


Nel 1973, nel momento in cui il Dr. Heinicke aveva già sviluppato il concetto del sistema della Xeronina, confrontò l’effetto di questa e della Proxeronina sul gastrico o mobilità dello stomaco. Per questa scoperta mise una striscia di muscolatura dello stomaco dei topi in un tensiometro (un apparecchio per la misurazione della tensione dello stomaco) . Egli poteva aggiungere test di prova all’incessante flusso di soluzione salina e sostanze alimentari.

Tabella 2. Malattie cliniche per le quali può essere utilizzatoli NONI
(Nota: molte di queste malattie possono essere compresenti)


Mutamenti nello stato energetico
Esempi rappresentativi: carenza di energia vitale e AES (Altered Energy response), vale a dire una diversa reazione energetica a stress, la quale fu elaborata dal dr. Solomon all’Istituto di Medicina e Istituzione sullaSalute Internazionale Johns Hopkins.
Sostanze attive efficaci: Xeronina

Malattie auto immuni
Esempi rappresentativi: artriti reumatiche, psoriasi, diabete Mellito tipo 3, malattie della tiroide, malattia Chrons e eritema Lupus.
Sostanze attive efficaci: Xeronina, Scopoletina e terpene

Immunodeficienza
Esempi rappresentativi: malattie da virus come HIV e Epstein-Barr, candida cronica, carenza di energia e AES, la quale è una reazione energetica modificata nel superamento dello stress.
Sostanze attive efficaci: Xeronina, terpene

Infezioni
Esempi rappresentativi: Herpes 2 e 2, epatite cronica, infiammazione del bacino, sindrome dopo una malattia virale, infiammazione del pancreas, infiammazione della tiroide provocata da virus, muco, muffa e infezioni da funghi come funghi dei piedi, infiammazioni del muco della vagina, Soor e molte altre infezioni (funghi) micotiche.
Sostanze attive efficaci: Xeronina, D-Glucopiranoside.

Degenerazione progressiva dei tessuti specifici
Esempi rappresentativi: fibrosi dell’utero, arteriosclerosi, diverticoliti, verruche, e il crollo delle difese contro
le cellule maligne che possono portare al cancro.
Sostanze attive efficaci: Xeronina

Diminuzione della secrezione della membrana mucosa
Esempi rappresentativi: congiuntivite,asma,bronchite e naso colante in modo cronico
Sostanze attive efficaci: Xeronina

Diminuzione dell’alta produzione di acido gastrico
Esempi rappresentativi: stomaco e ulcera duodenale, gastrite e riflusso di acido gastrico nell’esofago.
Sostanze attive efficaci: Xeronina

I risultati erano impressionati. Appena la soluzione di Xeronina raggiungeva il muscolo aumentavano sia la frequenza , o velocità., sia l’ampiezza, o forza della contrazione, e quando commutava nella standardizzata soluzione salina subito la frequenza e l’ampiezza della contrazione ritornavano ai valori base.


....continua....

_________________
“male, molto male signor Anderson”
Tornare in alto Andare in basso
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschile Messaggi : 3816
Punti : 9431
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 44
Località : Zion

MessaggioTitolo: Re: Tutto sul Noni! ( lungo )   Ven 30 Ott 2009 - 11:14

......continua.....


Tabella 3. Corpo umano e stati patologici che reagiscono positivamente al trattamento con NONI (famiglia delle Rubicacee)


Analgesico
Esempi rappresentativi: I principali tipi di.
Sostanze attive efficaci: Xeronina

Cuore e Apparato Circolatorio
Esempi rappresentativi: pressione alta, aumento del miocardio(come ipertrofia del ventricolo destro).
Sostanze attive efficaci: Xeronina, Scopoletina

Apparato digerente
Esempi rappresentativi: diarrea, vermi,nausea e intossicazione alimentare
Sostanze attive efficaci: Xeronina

Malattie febbrili
Esempi rappresentativi: le principali malattie febbrili nonostante la causa
Sostanze attive efficaci: Xeronina

Infiammazioni
Esempi rappresentativi: artriti, tendosinovite e fibromialgia.
Sostanze attive efficaci: Xeronina e Terpene

Apparato Respiratorio
Esempi rappresentativi: tosse, infiammazioni della gola, tubercolosi, colera e bronchite dei bambini
Sostanze attive efficaci: Xeronina

Pelle e Capelli
Esempi rappresentativi: ustioni, ferite,ulcere,ascessi,cellulite,tumefazioni, tigna,scottature,infiammazioni, malattie del cuoio capelluto incluse forfora e prurito
Sostanze attive efficaci: Xeronina

Altri dolori
Esempi rappresentativi: tumore, fratture,malattie del fegato,asma,dissenteria e cellule malate
troppo acide.
Sostanze attive efficaci: Xeronina, Scopoletina


Al contrario non succedeva niente appena la soluzione con Proxeronina raggiungeva il muscolo. Circa due secondi dopo aumentavano la frequenza e l’ampiezza delle contrazioni nella stessa misura della soluzione di Xeronina. Nel reinnestare la soluzione salina la frequenza e l’ampiezza delle contrazioni rimanevano le stesse per due secondi, fino a che non ritornavano ai valori base. Egli ripetè questo esperimento più volte con gli stessi risultati.

Questi dati indicano che la Xeronina causa un’immediata reazione muscolare, mentre la Proxeronina deve essere trasformata, dopo la penetrazione nel muscolo, prima in Xeronina, colei che provoca la reazione.

Tutte le parti del sistema Xeronina sono contenute nel NONI e il Dr. Heinicke crede che la Proxeronina del NONI sia un fattore decisivo che aiuta il corpo a guarire da solo. Ciò avviene attraverso il suo sostentamento con ricche quantità di Proxeronina, la quale viene poi disposta per l’alcaloide Xeronina.

Inoltre, egli crede che questo alcaloide Xeronina sia adatto a ricevere la cellula vicino al campo di assorbimento della Beta-endorfina. Secondo lui di conseguenza la maggior parte degli uomini si sente bene. La nostra inchiesta su più di 10.000 persone che prendevano il NONI mostrò che dopo la su assunzione l’80% riferiva di un maggiore senso di benessere. Non è da meravigliarsi che la gente con problemi di salute aveva bisogno di più Proxeronina e perciò prendeva più NONI.

Fino ad allora sono state trovate più di 150 singole sostanze nutritive curative.
Nella tabella 4 sono contenute alcune tra le più importanti.



Tabella 4. Sostanze nutritive curative identificate nel NONI

Xeronina
Scopoletina
Proxeronina
Morindiadol
Proxeronase
Rubidio
Serotonina
Magnesio
Damnacanthal
Antrachinone
Sosio
Carotene
Bioflavoniode
Morindine
Morindone
Terpene
Acido Palmatico
Ferro
Sitosterolo
Fosfato
Glucosio
Carboidrati
Alizarina
Acino GlucoP
Acido Politosaturo
Proteine
Asperula
Precursore di Serotonina
Vitamine
Microelementi
Alcaloide
Enzimi
Co-fttori
Attivatori per svariati recettori


Clorubina
Metionina
Alanino
Isoleucina
Arginino
Leucina
Aspartate
Lisina
Cistina
Glicina
Tritofane
Glicerolo
Valina
Tiroxina
Istamina
Prolina
Serina


Quanto succo di NONI bisogna assumere?


Nella tabella 5 sono indicate le dosi di succo di NONI consigliate per adulti e bambini per testare, trattare, guarire e per il miglioramento /prevenzione. Agli animali sotto i 50 chili deve essere data la dose per i bambini , e a quello sopra i 50 chili il dosaggio per adulti. Una dose di prova di 2 cucchiai da tè al giorno del succo di NONI dovrebbe precedere il passaggio alla dose di trattamento. Non solo quasi tutti (più del 99%) tollerano questa dose, ma ne trarranno effetti benefici. Tuttavia può verificarsi una reazione allergica in un percentuale inferiore all’1% . In presenza di eruzioni cutanee, difficoltà di respiro o gonfiori a nuca/viso cessare subito l’assunzione del NONI ed andare da un dottore. Ci potrebbe essere qualcuno che reagisce in modo allergico.
Secondo il Dr. Heinicke originariamente non è necessario modificare il dosaggio a seconda del peso dell’uomo, poiché la Proxeronina del succo di NONI è immagazzinata nel fegato che la fornirà liberamente. Ma dalla nostra inchiesta a più di 10.000 persone che prendevano il NONI sono stati ottenuti risultati migliori quando per ogni 25 chili sopra i 125 chili del peso corporeo è stato aggiunto un cucchiaio di succo. Idealmente il succo del NONI dovrebbe essere preso prima della colazione e prima di cena ( tuttavia è meglio prendere il NONI a qualsiasi ora piuttosto che non prenderlo) . I risultati del Dr. Henicke furono con una miscela del 89% di succo puro, succo di mirtilli e altri succhi particolari . Questo determinato composto che fu miscelato in particolare dai chimici alimentari Stephen Story e John Wadsworth , ha un sapore e un odor gradevole.
Il NONI fa valere velocemente il suo influsso corretto su molte persone e la maggiore parte di loro ha risultati entro un giorno o una settimana. Ma per scoprire a fondo gli effetti benefici del NONI , bisognerebbe prenderlo per 5 mesi. Se secondo loro non si raggiunge il benessere ottimale tra i due e i sei mesi, allora aumentare per sette giorni l’assunzione quotidiana del succo di NONI di un cucchiaio e suddividere l’intera quantità tra mattino mezzogiorno e sera. Aumentare l’intero dosaggio tutti i sette giorni per avere lo stesso quantitativo fino al successo desiderato oppure fino a quando non si arriva a bere una bottiglia o più di succo al giorno (pochissime persone necessitano di più) . Il NONI può essere utilizzato insieme ad ogni altro medicinale per qualsiasi integrazione alimentare o procedimento medico. Esso può anche essere utilizzato da donne in gravidanza e/o che allattano. Prima della sua assunzione o dell’assunzione di altri integratori alimentari dovreste sempre consultare il vostro medico e/o specialista.

Tabella 5. Dosaggio di prova, trattamento guarigione e mantenimento del NONI per animali e uomini (gli animali sopra i 50 chili prendono la dose per adulti; gli animali sotto i 50 chili quella dei bambini).

Dose di prova: 3 giorni
Cucchiai da tè di succo di NONI – assunzione prima di colazione e cena

Adulti (sopra i 16 anni)
Prima di colazione 1
Prima di cena 1
Bambini (sotto i 16 anni)
Prima di colazione 1


Dose di trattamento: 1 mese
Cucchiai di succo di NONI – assunzione prima di colazione e cena

Adulti (sopra i 16 anni)
Prima di colazione 4
Prima di cena 4
Bambini (sotto i 16 anni)
Prima di colazione 2
Prima di cena 2


Dose terapeutiche: da 2 a 6 mesi
Cucchiai di succo di NONI – assunzione prima di colazione e cena

Adulti (sopra i 16 anni)
Prima di colazione 4
Prima di cena 2
Bambini (sotto i 16 anni)
Prima di colazione 2
Prima di cena 1


Mantenimento e prevenzione dai 7 mesi in poi
Cucchiai di succo di NONI – assunzione prima di colazione e cena

Adulti (sopra i 16 anni)
Prima di colazione 2
Prima di cena 2
Bambini (sotto i 16 anni)
Prima di colazione 2

Riepilogo


Nelle interviste fatte a più di 50 medici e altri specialisti che avevano trattato più di 10.000 persone con l’integratore alimentare NONI, abbiamo scoperto che la maggior parte di pazienti ottenevano buoni risultati nelle loro affezioni. I dottori ed altri nell’ambito della sanità intervistati fecero notare che il NONI aveva giovato al 78% di coloro, con uno o più problemi, che lo avevano assunto.
Gli effetti collaterali riferiti in questa inchiesta sono stati minimi. Meno del 3% aveva un leggera acidità di stomaco, diarrea o era allergico al NONI e compariva una lieve eruzione cutanea. Acidità di stomaco e diarrea cessavano con un dosaggio minore; l’eruzione cutanea cessava entro le 72 ore dall’interruzione dell’assunzione.
Come già detto, il NONI è sicuro per gestanti e/o donne che allattano. Esso inoltre può essere preso insieme a tutti gli altri medicinali e integratori alimentari. Non è stata rilevata nessuna reazione e in alcuni casi il NONI può favorire l’effetto di altri farmaci e ridurre i loro effetti collaterali. Dovreste comunicare al vostro medico o specialista che assumete il NONI, perché egli probabilmente ridurrà la dose delle altre medicine.
Gli specialisti mi hanno informato che dei loro esperimenti sul dosaggio, risultato il più efficace per la maggior parte delle 7.800 persone (su 10.000) con una reazione positiva ai problemi per i quali assumevano il NONI. La maggioranza di coloro che non ottenevano risultati ottimali dopo la sua assunzione o non lo prendevano per abbastanza tempo oppure in quantità non sufficiente. Per la maggior parte di animali e uomini è un buon integratore alimentare per la prevenzione.
I dati dimostrano che forse il Dr. Heiniche ha scoperto un nuovo alcaloide, la Xeronina, che serve come modificatore decisivo per una o più proteine.
Egli crede che la pietra miliare decisiva per la formazione di Xeronina è contenuta nel NONI. Le persone sane normalmente hanno ricche quantità di tutti gli altri componenti del NONI ad eccezione della Proxeronina, che spesso è disponibile solo in piccola quantità.
Una carenza di Proxeronina nel nostro corpo può portare o rafforzare una molteplicità di problemi di salute, incluso alcuni tipi di cancro, problemi dei vasi sanguigni, malattie mentali, problemi della digestione, malattie croniche e molto altro.
Spesso mi pongo la domanda. "Chi dovrebbe prendere il NONI e per quali disturbi?". Detto brevemente la mia risposta è la seguente: il NONI è un mezzo di prevenzione e di guarigione meraviglioso che può essere preso da quasi tutti, per quasi tutti i disturbi ed in qualsiasi momento. Questo libretto deve aiutarvi a giudicare il NONI e utilizzarlo correttamente. Appena lo farete, vedrete come esso può cambiare la vostra vita.


Riconoscimenti


Desidero qui riconoscere il merito ed essere grato al Dr. Ralph Heinicke, un uomo di scienza in anticipo sui tempi che formulò la teoria del "sistema della Xeronina" e il suo rapporto con il NONI; e alla D.ssa Ann Hirazumi, che nella sua tesi di laurea illustrò l’effetto del NONI sul cancro.

Desidero anche ringraziare le innumerevoli persone che hanno preso il NONI e mi hanno comunicato i loro "risultati sul NONI", e anche le seguenti persone nel campo della medicina che mi permisero generosamente di prendere parte alle loro conoscenze, alle loro informazioni e alle loro esperienze con il NONI.

Allan Bailey, BSc. Phm Farmacista naturista , Canada
Bryant Bloss, M.D. Indiana
Richard T. Diks, pedagoga naturista, New Jersey
Frank Etaty, M.D. New York
Scott Gerson, M.D. New York
Steven hall, M.D. Washington
Dr.Delbert Hatton, California
Dr. Ralph Heinicke, Kentuky
Dr. Ann Hirazumi, Hawaii
Dr. Samual Kolidney, Pensylvania
Dr. Jim marcous, Michigan
Dr. William T. Meier, Florida
Louise Morin, D.V.M. Pensylvania
Dr. Alan Newman, Florida
Dr. Lois H. Rezler, California
Dr.NelsonT.Rivers, California
Dr. Rick M. Smith, Florida
Dr. Stephen Schechter, California
Gary Tran D.V.M. , Kentuky
e molti altri…

Notizie sull’autore


Il Dr. Neil Solomon, Dr. Med., Dr. Fil. è un riconosciuto esperto di medici



FINE!

_________________
“male, molto male signor Anderson”
Tornare in alto Andare in basso
Lion
Admin
Admin
avatar

Maschile Messaggi : 3722
Punti : 9507
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 48
Località : Civitanova Marche

MessaggioTitolo: Re: Tutto sul Noni! ( lungo )   Ven 30 Ott 2009 - 11:46

Citazione :
FINE!

menomale

cmq molto interessante

_________________
LION.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.santenaturels.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Tutto sul Noni! ( lungo )   

Tornare in alto Andare in basso
 
Tutto sul Noni! ( lungo )
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Se carico poi come lo scarico? Rimane tutto in giacenza?
» Noleggio a lungo termine e rottamazione delle macchine
» Succo di Noni (Morinda citrifolia) - antinfiammatorio - migliora la dismenorrea (il dolore mestruale) e regolarizza il ciclo ❖ Vulvodinia.info
» Erasmus: tutto cio' ke sapete
» prima o poi tutto finirà...

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di Salute Naturale :: Rimedi Naturali per mantenersi in buona salute :: Virtù delle Erbe e ...non solo erbe-
Andare verso: