Forum di Salute Naturale

Benvenuti nel forum di incontro per appassionati di salute naturale: Integratori alimentari, argento colloidale, tecniche di benessere e buona salute. Iscriviti per interagire con il forum
 
IndicePortaleFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 ghiandola pineale e illuminazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
maurizio

avatar

Maschile Messaggi : 267
Punti : 3047
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 59
Località : castenof

MessaggioTitolo: ghiandola pineale e illuminazione   Dom 12 Giu 2011 - 22:33

Dal vangelo il riferimento al terzo occhio , all'illuminazione interiore

Dal Vangelo secondo Matteo “ La lucerna del corpo e’ l’occhio, se dunque il tuo occhio e’ chiaro, tutto il tuo corpo sara’ nella luce; ma se il tuo occhio e’ malato, tutto il tuo occhio sara’ tenebroso. Se dunque la luce che e’ in te e’ tenebra, quanto grande sara’ la tenebra”(Matt 6, 22s). Ed ancora nel Vangelo di Luca viene aggiunto “Bada dunque che la luce che e’ in te non sia tenebra. Se il tuo corpo e’ tutto luminoso senza avere alcuna parte nelle tenebre, tutto sara’ luminoso, come quando la lucerna ti illumina con il suo bagliore”




I metodi per risvegliare la consapevolezza ci sono.
Questa era di materialismo e di culto dell'apparenza che inganna ha sepolto la nostra consapevolezza di chi siamo e cosa siamo venuti a dover compiere nel nostro tragitto terreno.
Uno dei metodi principe per risvegliare la nostra vera anima e che io posso garantirne il risultato perchè l'ho sperimentato è la meditazione sul Jyoti .
Una pratica costante di questa meditazione apporta sicurezza in sè e calma interiore nonchè la possibilità di avere l'auspicabile darshan di yshwara ovvero l'incontro con il divino in noi .

La nostra fortuna è che l'ho trovata in rete e la propongo così come è perchè è fatta davvero bene . Sono sette video . Volendo con un programma è possibile anche scaricarne solo l'audio da poter mettere in un Mp3
Se tutti noi praticassimo questa meditazione il mondo cambierebbe in poco tempo .

Eccola qui , alla portata delle menti più disponibili e ....... buona pace



Tornare in alto Andare in basso
maurizio

avatar

Maschile Messaggi : 267
Punti : 3047
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 59
Località : castenof

MessaggioTitolo: Re: ghiandola pineale e illuminazione   Dom 19 Giu 2011 - 10:26

RIPRENDO LA MEDITAZIONE DI CUI SOPRA IN FORMA SCRITTA
QUESTA MEDITAZIONE è POTENTE E PORTA DRITTI ALLA META
Preparazione : prepara davanti a te una candela accesa, che abbia una fiamma stabile, non oscillante.
Siedi comodo, ma con la colonna vertebrale diritta, isolato da terra con materiale ligneo, o di lana. La fiammella della candela deve essre all'altezza dello sguardo .
Copriti con una coperta di lana o cotone (a seconda del clima).
Ricordati di rivolgere una preghiera a Dio, perché ti sia Guida e Sostegno durante questo viaggio verso di Lui.
Buona cosa è predisporsi recitando salmi, preghiere, ripetendo il Nome di Dio, oppure leggendo storie sacre.
Esegui alcuni respiri profondi, senza forzature. Le spalle ed il torace non devono alzarsi ed abbassarsi accentuatamente per accompagnare il respiro, ed il
respiro stesso deve essere così lieve da non essere percepito dagli altri.
Accompagna il respiro, senza intervenire sul suo ritmo, formulando mentalmente la sillaba SO, durante l'inspirazione, e HAM, durante l'espirazione.
Mentre sei in ascolto del SO-HAM, rimani testimone del tuo respiro: sii come un osservatore cosciente della tua respirazione e del profondo significato del mantra SO-HAM.
Mantieniti in questa fase per 5-10 minuti. Alla fine la respirazione sarà notevolmente più calma. Se sei particolarmente agitato, prolunga questa fase.
Omkara : ( l' omkara , l' OM è il suono della creazione )
Canta con decisione - ma, senza gridare e molto lentamente 21 OM, la sillaba sacra, da cui tutto l'Universo ha origine e vita.
Mentre esegui questo esercizio, gusta il silenzio che si sperimenta dopo ogni AUM.
"A" parte dall'ombelico, "U" è nella cavità orale, "M" fa vibrare le labbra e sale alla testa.
Concludi con SHANTI, SHANTI, SHANTI. Continua ad essere testimone del flusso e riflusso del respiro
La Luce (Jyotí) : A questo punto, puoi aprire gli occhi e guardare tranquillamente e stabilmente la fiamma della candela accesa all'inizio. La linea dello sguardo deve essere diritta.
Dopo circa 1 minuto di concentrazione sulla luce, richiudi gli occhi: vedrai una proiezione riflessa di quella fiammella.
Se non la visualizzi riapri gli occhi e punta nuovamente lo sguardo sulla fiamma della candela.
Diffondi quella luce all'interno della testa e fà che sfiori tutte le cellule del cervello. Afferma mentalmente: "Il mio intelletto è illuminato"
Porta lentamente e dolcemente la fiamma nella regione del cuore e visualizza la sua luce nel mezzo dei petali di quel loto (con la Forma di Dio che prediligi al centro
della luce: Baba, il Sacro Cuore di Gesù, il Buon Pastore, Krishna, la Madre Divina,...). Immagina i petali del loto che si schiudono a uno a uno, illuminando il cuore.
Detergi ogni pensiero, sentimento ed emozione in quella luce, rimuovendo così le tenebre.
La luce si estende sempre più e diventa sempre più intensa: i cattivi sentimenti non possono più sussistere.
Ora pensa: "Sento che l'amore abbraccia tutto"
Io sono Verità ...(pausa) Io sono Rettitudine .......... Pace....... Amore.......Non violenza.......Compassione....... Felicità.......Tolleranza
....... Umiltà....... Mitezza....... Pazienza....... Bellezza....... Divinità Tra una qualità e l'altra lascia qualche secondo di pausa.
Ora fa che la luce pervada tutte le membra del tuo corpo (non importa l'ordine seguito). La luce raggiunge la zona ombelicale e, da lì, si diparte per irradiare l'anca sinistra,
la gamba ed il piede sinistro, fino alla punta delle dita. Lo stesso deve avvenire per la parte destra.
Poi afferma: I miei piedi mi conducono solo in luoghi favorevoli ad una vita virtuosa.
La luce sale per il tronco, ne irrora tutti gli organi e tutti gli interstizi, poi pervade la spalla sinistra, il braccio e la mano sinistra, fino alla punta delle dita; lo stesso per la spalla, braccio e mano destra.
Afferma: Le mie mani possono compiere solo lavori buoni. Mani e piedi non possono più dedicarsi ad attività malvagie, sospette, losche, perché ormai sono diventate strumenti di luce e di amore.
Fai salire la luce sino alla gola, poi alla testa.
Afferma: Svanisce ogni falsità dalla parola e dal pensiero......La luce raggiunge gli occhi.......I miei occhi vedono solo il bene in tutto e in tutti
Pervade le orecchie: Le mie orecchie possono udire solo discorsi buoni
Inonda labbra e lingua:Le mie labbra vogliono esprimere solo le lodi divine; la mia lingua parla solo del bene; il mio palato gusta solo cibi adatti. non nocivi
La luce sale al naso: Posso annusare solo dolci profumi e sperimentare anche con essi il Divino.
La luce ora sale alla sommità del capo: la testa è tutta pervasa di luce ed in essa non c'è più alcun pensiero cattivo.
La luce diventa una corona luminosa che racchiude e ricopre la testa.
Affermo: IO SONO NELLA LUCE.
(In questa affermazione c'è ancora un senso di separazione fra il mio corpo e la Luce).
La luce si fa sempre più intensa: dalla sommità del capo risplende tutt'intorno e si sprigiona in circoli sempre più ampi, diffondendosi in ogni direzione.
Nel frattempo affermo: LA LUCE È IN ME E PERMEA TUTTO IL MIO ESSERE.
La Luce interiore e quella esteriore sono un'unica Realtà. II diaframma corporeo non mi separa più dal resto: anche il corpo è tutto luce.
Affermo: IO SONO LA LUCE. Non sono solo un essere vivente, ma sono lo Spirito Supremo. Non sono soltanto un 'Anima individuale ma anche l'Anima dell'Universo.
Non sono solo Atma, ma Paramatma. La Luce include tutto e tutti:
Affermo: Io sono uno con tutte le persone amate: parenti, amici, compagni. (Ricordo alcune persone che ora percepisco nella mia stessa Luce).
Sono uno con coloro che penso non siano amabili con me, uno con coloro che mi fanno del male (Se conosco persone che non mi sono amiche, avvolgo anch 'esse nella medesima Luce).
Sono uno coi miei governanti. uno con tutta l'umanità: ammalati, poveri, derelitti, moribondi. Sono uno con chi soffre e con chi gioisce.
Sono uno con tutti gli animali, dal più grande al più piccolo, dal pachiderma all'insetto, dal cetaceo al mollusco, dalla serpe all'agnellino,...
Sono uno con tutta la vita vegetale: fiori, prati, foreste, ... Sono uno anche col regno minerale: cristalli, rocce, montagne,...
Sono uno con i laghi, i mari, il pianeta, il sistema solare, la galassia, il cosmo.
Tutto e tutti sono pervasi dalla medesima Luce. La mia Luce è la stessa Luce di tutto l'Universo.
Tutto è Luce. Tutto è Amore.
Se adori Dio in qualche forma, cerca ora di visualizzarLa nella Luce onnipervadente, perché Dio è Luce, la Luce è Dio.
Afferma: Io non sono il corpo, non sono i sensi, non sono la mente, non sono l'intelletto.
Io sono Quello......Io e il Padre siamo uno..........Io sono uno con SAI, con Gesù, con Krishna.
Io sono divino. Io sono Quello: SO-HAM... SO-HAM ... SO-HAM ...
Qui puoi formulare una preghiera di lode, adorazione e ringraziamento a Dio.
"Signore, mia forza, mia difesa, mio rifugio, mia rocca, mio baluardo..." "Tu, Signore, mi conosci, mi vedi,
tu provi che il mio cuore è con te...""Mia grazia e mia fortezza, mio rifugio e mia liberazione, mio scudo in cui confido..."
"O Dio, mio re, voglio esaltarTi e benedire il Tuo nome in eterno e per sempre...""O Signore, quant'è grande il Tuo Nome su tutta la terra."
Continua con SO-HAM (Io sono Quello, Quello sono io).
Gusta per un po la gioia che questa consapevolezza ti dà e il silenzio che rende quieta la tua mente. Poi riporta la Luce nel cuore, dove la terrai custodita
per tutto il giorno o per tutta la notte, con la Forma che ti è più cara.
NOTA IMPORTANTE: Prima di muoverti, sta tranquillo e rilassato per qualche minuto. Non alzarti di colpo per riprendere l'attività giornaliera. Poi, apri lentamente
gli occhi e porta con te, nella tua attività, questa benedizione.
<<<<<<<<<<<Dal Vangelo secondo Matteo “ La lucerna del corpo e’ l’occhio, se dunque il tuo occhio e’ chiaro, tutto il tuo corpo sara’ nella luce; ma se il tuo occhio e’ malato, tutto il tuo occhio sara’ tenebroso. Se dunque la luce che e’ in te e’ tenebra, quanto grande sara’ la tenebra”(Matt 6, 22s). Ed ancora nel Vangelo di Luca viene aggiunto “Bada dunque che la luce che e’ in te non sia tenebra. Se il tuo corpo e’ tutto luminoso senza avere alcuna parte nelle tenebre, tutto sara’ luminoso, come quando la lucerna ti illumina con il suo bagliore
Tornare in alto Andare in basso
maurizio

avatar

Maschile Messaggi : 267
Punti : 3047
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 59
Località : castenof

MessaggioTitolo: Re: ghiandola pineale e illuminazione   Mer 7 Dic 2011 - 21:56

Un giorno Gesù ci disse: "Non perdete tempo a digiunare perchè così facendo, fate la vostra rovina spirituale. Non perdete tempo a pregare perchè così facendo, vi costruite un inferno. Molti di noi non capivano. Gesù, ridendo aggiunse: " Tu, Matteo, che eri chiamato il grassone, sai bene quale rovina fosse per te l'ingordigia che ti squilibrava, altrettanto squilibrante è il digiuno". Replicammo: "Questo lo abbiamo capito, ma perchè la preghiera ci danneggia?". Gesù ci chiese: " Come pregate?" "Diciamo: Signore, abbi pietà di noi!". Pensate forse che il Padre sia crudele? E cos'altro dite?". Diciamo: Signore facci avere questo, concedici quest'altro". "Questa è un'ingiustizia! Non così dovete pregare". "E come allora?". "Tacendo e ascoltando la voce del Silenzio che parla dentro di voi, il Pensiero Vivente, vera preghiera, che crea e non ripete, che entra in voi ed è pura. Ciò che entra non vi contamina, ma ciò che esce vi sporca". Chi ha orecchie per intendere, intenda!

dal vangelo di Tommaso Didimo , oscurato ai fedeli
Tornare in alto Andare in basso
maurizio

avatar

Maschile Messaggi : 267
Punti : 3047
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 59
Località : castenof

MessaggioTitolo: Re: ghiandola pineale e illuminazione   Sab 10 Dic 2011 - 14:52



Due mesi di meditazione producono effetti visibili sulla materia-grigia. Tanto è necessario secondo uno studio del Massachusetts General Hospital che per la prima volta ha stabilito con esattezza la “soglia” misurabile oltre la quale le tecniche di rilassamento cambiano il cervello: 8 settimane producono effetti associati a memoria, empatia e, per l’appunto, stress. Lo studio, pubblicato sulla rivista Psychiatry Research: Neuroimaging, ha “arruolato” 16 persone alle quali i ricercatori hanno “scattato” foto cerebrali prima e dopo un corso anti-stress presso l’Università del Massachusetts. Il confronto non lascia dubbi secondo gli scienziati: la densità della materia-grigia nell’ippocampo è davvero aumentata alla fine del percorso. Proprio l’ippocampo, ricordano, non è una regione del cervello qualsiasi, ma la “cabina di regia” di apprendimento e memoria. “È affascinante osservare in questo periodo i cambiamenti plastici del cervello”, afferma Britta Hölzel, tra gli autori dello studio.

I partecipanti allo studio hanno eseguito le tecniche in media per 27 minuti ogni giorno. Il protocollo comprendeva esercizi guidati per migliorare la consapevolezza. Oltre all’influenza sull’ippocampo, gli strumenti diagnostici a disposizione dei ricercatori hanno potuto rilevare un miglioramento nella funzione dell’amigdala, nota per svolgere un ruolo cruciale su ansia e stress. Attenzione, però, 8 settimane “cambiano” cervello, ma non eliminano lo stress. “L'esperienza personale dello stress non può essere ridotta solo con un programma di formazione di 8 settimane - avverte Amishi Jha, un altro dei ricercatori -, ma la scoperta apre le porte a possibilità per ulteriori ricerche sul potenziale delle meditazione come via per proteggere contro i disturbi legati allo stress, come quelli da stress post-traumatico”.

FONTE : http://salute24.ilsole24ore.com/articles/12567-due-mesi-di-meditazione-cambiano-davvero-il-cervello?refresh_ce di COSIMO COLASANTO il Sole24Ore Salute24
Tornare in alto Andare in basso
maurizio

avatar

Maschile Messaggi : 267
Punti : 3047
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 59
Località : castenof

MessaggioTitolo: Re: ghiandola pineale e illuminazione   Dom 1 Gen 2012 - 22:56

Il corpo fisico ha due occhi - positivo e negativo - a causa della legge della relatività. Il corpo astrale ha soltanto un occhio, variamente chiamato: occhio spirituale, occhio singolo (dalla Bibbia cristiana), terzo occhio (dalla Bibbia indù), stella dell'est, stella di saggezza, colomba che discende dal cielo, occhio interiore, occhio intuitivo, occhio di Shiva, stella attraverso cui vedono i saggi, ecc. Quando fu battezzato dallo Spirito Santo, Gesù lo percepì come un suono cosmico o Cielo, e vide l'occhio spirituale come una colomba.

La maggior parte della gente crede che dietro gli occhi chiusi ci sia soltanto il buio. Eppure, man mano che progredirete spiritualmente e vi concentrerete sull'occhio "singolo" nella fronte, scoprirete che la vostra vista interiore si è aperta. Contemplerete un altro mondo, un mondo di luce e di grande bellezza.

Paramahansa Yogananda - Come potete parlare con Dio, SRF, 1993, p. 12

Se attratti dal volere praticare la meditazione sulla luce la potete scaricare per intero e gratuitamente dal sito che vi potrò indicare se richiesto tramite messaggio privato
Namastè
Tornare in alto Andare in basso
maurizio

avatar

Maschile Messaggi : 267
Punti : 3047
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 59
Località : castenof

MessaggioTitolo: Re: ghiandola pineale e illuminazione   Mer 4 Gen 2012 - 22:13

breve ma intensa meditazione ideata da Umberto Tozzi

alle ore 22 ogni giorno in entanglement

su https://www.facebook.com/groups/171459866286511/171998922899272/

Precisazione importante: i pensieri creano!!
Le affermazioni sono pensieri creativi
e possono aiutarci a cambiare da cima
a fondo la nostra vita creando amore, pace,
amicizia, prosperità, benessere e lasciando
andare via da noi i nostri schemi limitanti.

Con la forza dei pensieri positivi possiamo
esprimere il meglio di noi stessi e vivere come
persone nuove, piene dell'Amore di Dio e
desiderose di amare tutti gli esseri dell'Universo.
Grazie ai pensieri positivi, la nostra fede può
brillare, concorrendo a renderci migliori e sani.

Tornare in alto Andare in basso
maurizio

avatar

Maschile Messaggi : 267
Punti : 3047
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 59
Località : castenof

MessaggioTitolo: Re: ghiandola pineale e illuminazione   Sab 7 Gen 2012 - 9:58

LA MEDITAZIONE È LA PIÙ ALTA FORMA DI ATTIVITÀ

Più grande dell'attività, della devozione e della ragione, è la
meditazione. Meditare veramente significa concentrarsi unicamente sullo
Spirito. Questa è la meditazione esoterica; è la più alta forma di
attività che l'uomo possa compiere, ed è la via più equilibrata per
trovare Dio.


Se lavorate continuamente, potete cadere nella meccanicità e perdere
Lui, nella preoccupazione per i vostri compiti; se Lo cercate solo
attraverso il pensiero discriminante, potete perderLo nei labirinti di
incessanti ragionamenti; e se coltivate soltanto la devozione per Dio,
la vostra evoluzione potrebbe divenire puramente emotiva. Ma la
meditazione combina ed equilibra tutti questi modi di avvicinarci a Lui.


Lavorate, mangiate, camminate, ridete, piangete, meditate: solo per Lui.
Questo è il miglior modo di vivere. Se lo farete, sarete veramente
felici nel servirLo, amarLo e comunicare con Lui. Finché permettete ai
desideri e alle debolezze del corpo fisico di influenzare i vostri
pensieri e le vostre azioni, non Lo troverete.


Siate sempre padroni del vostro corpo. Quando sedete in chiesa o nel
tempio, forse sentite un po' di devozione, una piccola percezione
discriminante, ma questo non basta. L'attività esoterica della
meditazione è necessaria se veramente volete essere consapevoli della
Sua presenza.

Forse penserete che, dopo due ore di meditazione, dovrei essere annoiato
a morte. No, non ho mai trovato alcuna cosa al mondo affascinante quanto
questo mio Dio. Quando bevo questo vino antico della mia anima, un cielo
di felicità pulsa nel mio cuore.


La gioia divina è in tutti. il sole splende egualmente sul carbone e sul
diamante, ma solo il diamante ne riflette la luce. Tali sono le menti
limpide che conoscono e riflettono lo Spirito.

Così, nell'attività esoterica della meditazione avete la soluzione del
mistero della conoscenza di Dio. Io non vi biasimo per quello che fate,
ma per quello che non fate.


Voi credete di non avere tempo per Dio. Supponete che il Signore fosse
troppo occupato per prendersi cura di voi. Cosa succederebbe allora?

Strappate la mente dal miraggio dei sensi e delle abitudini. Perché
lasciarvi ingannare così? Io vi indico un mondo più bello di qualsiasi
cosa possa mai esistere. Vi parlo di una felicità che vi inebrierà notte
e girno - non avrete bisogno di tentazioni sensorie per rendervi
incantati. Disciplinate il corpo e la mente. Dominate i sensi. Trovate
Dio!

Io dico spesso che questo corpo è un centralino telefonico e i cinque
sensi sono i telefoni. Per mezzo loro sono in contatto col mondo; ma,
quando non desidero comunicare, disconnetto i miei cinque sensi e vivo
nell'inesprimibile gioia di Dio.

Il Padre Celeste non vuole che voi, Suoi figli, continuiate a soffrire.
L'illusione dei sensi, nella quale vivete, deve essere superata.


Voi dovreste concepire Dio come la massima necessità della vita. Rompete
i ceppi delle limitazioni, delle oscure abitudini e della meccanica
routine giornaliera. Io non condanno nessuno, condanno solo
l'incredulità e la dimenticanza di Dio. Egli può essere conosciuto
usando la tecnica della meditazione. Allora Egli pulserà come saggezza
nella vostra mente e come gioia nel vostro cuore, e voi sarete più
attivi e avrete più successo di quanto ne abbiate mai avuto prima d'ora.


Miei cari, una volta ero come voi. Ho camminato sulla terra cercando la
verità e la felicità, ma ogni cosa che mi prometteva gioia mi ha dato,
invece, infelicità. Perciò mi sono rivolto a Dio. Tutti voi dovete
scoprire la vostra stessa divinità e guadagnarvi il regno di Dio.


[Da: Paramahansa Yogananda - L'eterna Ricerca dell'uomo
Tornare in alto Andare in basso
maurizio

avatar

Maschile Messaggi : 267
Punti : 3047
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 59
Località : castenof

MessaggioTitolo: Re: ghiandola pineale e illuminazione   Lun 9 Gen 2012 - 13:39

Guarisci te stesso con la pratica di Hooponopono

Tornare in alto Andare in basso
maurizio

avatar

Maschile Messaggi : 267
Punti : 3047
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 59
Località : castenof

MessaggioTitolo: Re: ghiandola pineale e illuminazione   Gio 12 Gen 2012 - 10:42

La rivoluzione mai vista in tv

Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: ghiandola pineale e illuminazione   

Tornare in alto Andare in basso
 
ghiandola pineale e illuminazione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Ghiandola pineale • VULVODINIA.INFO
» Raee illuminazione - 1 contro 1
» Sensazione di "corpo estraneo" nelle ghiandole del Bartolini • VULVODINIA.INFO
» corretto inserimento codice CER: lampade alta pressione al vapore di mercurio
» Ghiandola ascellare infiammata

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di Salute Naturale :: Varie :: Non trovi il forum adatto, scrivi pure qui-
Andare verso: