Forum di Salute Naturale

Benvenuti nel forum di incontro per appassionati di salute naturale: Integratori alimentari, argento colloidale, tecniche di benessere e buona salute. Iscriviti per interagire con il forum
 
IndicePortaleFAQCercaRegistratiAccedi

SCONTO
SU ACQUISTI

Per tutti i lettori del forum facendo un ordine di prodotti naturali per la salute su


inserendo il codice sconto
LEONISINASCE2017

Condividi | 
 

 Tecniche di disinformazione

Andare in basso 
AutoreMessaggio
maurizio

avatar

Maschio Messaggi : 267
Punti : 3464
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 60
Località : castenof

MessaggioTitolo: Tecniche di disinformazione   Sab 2 Apr 2011 - 10:22

Come il potere ci manipola
File allegati
www_masternewmedia_org_it_2009_09_02_tecniche_di_disinfo.pdf
Non hai il permesso di scaricare i file.
(41 kB) Scaricato 14 volte
Torna in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin


Messaggi : 90
Punti : 3504
Data d'iscrizione : 16.10.09

MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Sab 2 Apr 2011 - 13:27

ciao maurizio , bravo hai messo un link molto interessanti . tutti dovrebbero leggerlo e si potrebbe sviluppare una interessante discussione utile a tutti .

per ora ho dato una lettura veloce, cercherò di leggere bene perchè è un testo molto interessante che può essere applicato non solo ai mass media intesi come tv - radio - giornali , ma inteso in senso lato come anche forum blog e quant'altro dove vi sono spesso presenti persone che approfittando della loro posizione di gestore ovvero dalla loro anzianità tendono a fuorviare fatti e notizie per scopi meschini .

Proprio in questi giorni ho un caso tra le mani di questo tipo !

bene, aspettiamo che legga qualcuno in più e poi possiamo approfondire .

bravo
ciao
Torna in alto Andare in basso
http://leonisinasce.forumattivo.com
maurizio

avatar

Maschio Messaggi : 267
Punti : 3464
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 60
Località : castenof

MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Dom 3 Apr 2011 - 14:28

1° esempio sul che cosa non veniamo informati adeguatamente:
Cosa c'è in un normale vaccino antinfluenzale?

Proteine dell'uovo: possono essere contaminate col virus dell'aviaria e c'è la possibilità di reazioni allergiche e di shock anafilattico ad esse collegate
Gelatina: può causare reazioni allergiche e shock anafilattico
Polisorbato 80 (Tween80™): può causare serie reazioni allergiche e schock anafilattico
Formaldeide: nota sostanza cancerogena
Triton X100: un potente detergente
Saccarosio: il normale zucchero da tavola
Resina: può causare reazioni allergiche
Gentamicina: un antibiotico
Thimerosal: composto a base di mercurio ( altamente tossico ) che si trova ancora nelle fiale dei vaccini multidose
Squalene: se presente innesca malattie auto-immuni

Torna in alto Andare in basso
maurizio

avatar

Maschio Messaggi : 267
Punti : 3464
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 60
Località : castenof

MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Dom 3 Apr 2011 - 14:46

2° esempio
Ci fanno credere che sono scie di condensa , ma guardate nei cieli quelle scie che non si disperdono ma anzi si allargano , non sono cristalli di ghiaccio perchè si disperderebbero in pochi attimi con il calore del sole e dell'atmosfera, sono scie di composti chimici pericolosissimi per la nostra salute. qui potete vedere un aereo cisterna
(tratto da http://scienzamarcia.altervista.org/dossier.html )



http://www.tanker-enemy.tv/la-guerra-climatica.htm







File allegati
volantino-scie-chimiche.pdf
Non hai il permesso di scaricare i file.
(22 kB) Scaricato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
Nello81

avatar

Maschio Messaggi : 170
Punti : 3234
Data d'iscrizione : 18.09.10
Età : 36
Località : Napoli-Milano

MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Lun 4 Apr 2011 - 2:38

Cari amici ho letto tutto ma posso dirvi che gia sapevo....io diffido di tutto infatti nel mio profilo facebook ha questo messaggio:
Nulla è sbagliato,se per me è giusto.

Maurizio tu hai fatto degli esempi io ne faccio un altro piu stupido forse,ma credo sia in tema....

Gli Ultras....centinaia di persone che pendono dalla bocca di due tre st.....i
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Lun 4 Apr 2011 - 11:50

Per Nello81 e Maurizio.

State semplicemente guardando lo stesso quadro da due posti diversi.

Lo sbaglio sta' nel credere che siano due quadri diversi e che uno sia vero e l'altro no.

Questo sbaglio e' il risultato di una grande strategia.

Buona giornata a tutti. flower
Torna in alto Andare in basso
maurizio

avatar

Maschio Messaggi : 267
Punti : 3464
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 60
Località : castenof

MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Lun 4 Apr 2011 - 13:40

lo sbaglio di chi scusa? Smile Spiegati meglio .
Forse i concetti meriterebbero di essere un pò circostanziati
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Lun 4 Apr 2011 - 15:54

Lo sbaglio sta' nel credere che cio' che di negativo accade sia casuale o dovuto alla stupidita' (es: gli ultras che pendono dalle bocche di due o tre persone) od ad incapacita' (es: i vaccini che invece di far bene fanno danni) o ad incoscienza ( es: gli aerei che rilasciano le scie chimiche, per manipolare il clima, dicono) od all'avidita' (es: controllo del danaro da parte di banche private.
Io penso che non sia una situazione di caos fuori controllo ma un chiaro piano ben controllato e che le stesse persone ai vertici di tutto quello che stiamo vedendo non sono altro che piccole pedine ignoranti, ricattate ed impotenti.
I registi stanno altrove.
Ciao. flower
Torna in alto Andare in basso
Nata

avatar

Femmina Messaggi : 564
Punti : 3975
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 58
Località : Torino

MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Lun 4 Apr 2011 - 17:59

È quello che credo anch´io: i registi, quelli che tirano i fili delle marionette (i politici) sono persone pressoché sconosciute ai piú, appartengono a poche famiglie nel mondo, e hanno le mani in pasta OVUNQUE. Evil or Very Mad
Torna in alto Andare in basso
sandra parmigiani

avatar

Femmina Messaggi : 164
Punti : 3183
Data d'iscrizione : 07.10.10
Età : 65
Località : piacenza

MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Mar 5 Apr 2011 - 14:46


In parole comprensibili a tutti mia figlia, laureata in ingegneria aereospaziale al politecnico di Milano, laurea che stà applicando nel campo dell'areonautica a Toulose lavora con AirBuss e Boeing.....(forse ne sa un pò!!!) mi ha spigato cosa sono le "scie chimiche:
"Le scie degli aerei sono dovute allo scarico dei prodotti della combustione del kerosene.
Si tratta di gas caldi che cambiano l'indice di rifrazione dell'aria, per questo sono visibili ad occhio nudo.
La lunghezza e l'intensità della scia dipende dalle condizioni atmosferiche: temperatura, umidità dell'aria, forza delle correnti d'aria."
Cercando in internet ho poi trovato questo "foglio" ben dettagliato e semplice da leggere:
http://sciechimicheinfo.blogspot.com/

Relativo alla foto delle cisterne stoccate su un'aereo chiedo: cosa c'è dentro a quelle botti? Perchè Maurizio è cosi sicuro che ci siano veleni? Un altra cosa mi chiedo: ma i piloti e gli scienziati che secondo Maurizio "lanciano" le scie chimiche vivono dentro un bunker? perchè se cosi non fosse sarebbero come quello che per fare dispetto alla moglie se lo......(capito cosa vero? )
Seconda foto: ma quanti aerei killer volano nello stesso momento?!?!?! o è uno solo impazzito?
Torna in alto Andare in basso
maurizio

avatar

Maschio Messaggi : 267
Punti : 3464
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 60
Località : castenof

MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Mer 6 Apr 2011 - 10:54

1) Il 24 settembre 2008 la trasmissione Voyager su Raidue in prima serata ripropone il servizio sulle scie
chimiche già andato in onda a marzo con l’aggiunta di nuovi contenuti. In questa occasione il conduttore
Roberto Giacobbo introduce il servizio in modo più esplicito: “Perché questo fenomeno [delle scie
bianche lasciate dagli aerei] avvenga in modo naturale si devono rispettare contemporaneamente tre
condizioni: la temperatura deve essere tra i 40 e i 45 gradi sotto zero, l'altitudine dell'aereo deve essere
almeno di 8000 metri, e l'umidità deve essere superiore al 70%. Se solo una di queste condizioni non si
verifica, la scia bianca dell'aereo non avviene in modo naturale. Ma molte volte abbiamo visto degli
aerei che lasciavano delle scie ad altitudini inferiori, a temperature diverse. E allora? Cosa stavano
lasciando nell'atmosfera?...”.
2) L’emittente televisiva spagnola Cuatro, durante la trasmissione “Cuarto Milenio” trasmette un servizio
sulle scie chimiche.
3) Nel comune di Ladispoli si predispone una petizione popolare per protestare contro le scie chimiche e
chiedere alle Istituzioni comunali di sollecitare gli Enti pubblici preposti (ASL, ARPA, Regione,
Provincia e Governo) affinchè si adoperino in iniziative necessarie a garantire la tutela della salute dei
cittadini.
4) Il quotidiano Il Gazzettino pubblicò un esposto-denuncia prsentato alla Procura della Repubblica compentente per territorio. L'esposto è stato redatto dall'avvocato Claut, presidente regionale del Codacons. E' evidente che il professionista ha deciso di assumere tale iniziativa, in quanto il problema delle scie chimiche è reale ed inoppugnabile. Da rilevare che l'esposto non accenna a teorie o ad ipotesi, ma contesta fatti, anzi reati precisi, con l'esplicito riferimento a quote basse, dove, come è noto, le scie di condensazione non si formano.

5) IL FENOMENO DELLE ‘SCIE CHIMICHE’ E IL DIRITTO ALL’INFORMAZIONE
DOSSIER SULLE SCIE CHIMICHE
1 - La mozione contro le scie chimiche dei comuni romagnoli.
Nel maggio del 2008 l’amministrazione comunale del Comune di Savignano sul Rubicone (provincia
di Forlì-Cesena, Emilia Romagna) ha denunciato la pericolosa realtà delle scie chimiche, seguita a
giugno da quella di Sant’Arcangelo di Romagna. Entrambi hanno approvato la seguente mozione:

(…) Premesso che:
- in tutta Italia, nella nostra Regione e soprattutto per quanto ci riguarda nel nostro territorio
provinciale e comunale, da alcuni anni e in modo sempre più intenso, vengono rilevate scie
chimiche (chemtrails), rilasciate da aerei militari non meglio identificati;
- diversamente dagli aerei civili, i quali su rotte predeterminate rilasciano scie di
condensazione, le scie chimiche riscontrate sono di natura gelatinosa e vengono nebulizzate da
aerei che volano a bassa quota e sono irrorate nell’aria attraverso sistemi di distribuzione ben
visibili con normali cannocchiali;
- non possono essere normali scie di condensazione in quanto nella maggior parte dei casi
rilevati non sono presenti le condizioni per la formazione di scie di condensa, le quali
sono dalla N.A.S.A. cosi definite: 71% di umidità, temperatura di -40° C e dunque una
quota di volo non inferiore agli 8000 metri alle latitudini italiane;
- da denunce di cittadini, alcune dirette anche alle autorità giudiziarie, risulta che da tali scie
chimiche derivino conseguenze pericolose sulla salute dei cittadini; il CNR, nel 2005, e
ricercatori indipendenti, hanno rilevato, nelle analisi effettuate su campioni di pioggia coincidenti
con il rilascio delle scie chimiche, e su piante bagnate da questa pioggia, una concentrazione al
di sopra della norma di sostanze chimiche come quarzo, ossido di titanio, alluminio, sali di bario,
sicuramente pericolose per la salute, e secondo alcuni fonti anche cancerogene;
Considerato che:
- alle numerose interrogazioni parlamentari fatte, anche di recente, ai dicasteri competenti,
non sono mai arrivate risposte chiare, convincenti ed esaustive e tale silenzio ha rafforzato il
convincimento che si tratti di fenomeni da tenere nascosti perché pericolosi;
Ritenuto, sulla scorta della normativa in precedenza indicata ed anche ai sensi dell’art. 32,
primo capoverso, della Costituzione legittimo chiedere e ricevere informazioni dalle competenti
autorità in materia in ordine a:
- congrue informazioni riguardo alle sostanze chimiche che vengono irrorate nell’aria e al loro
grado di inquinamento e pericolosità per la salute pubblica;
- quali circostanze e significato abbiano i voli aerei che rilasciano queste scie chimiche e per
quali ragioni vengano eseguiti con tali caratteristiche di rotta (al di fuori delle rotte ordinarie) e
di quota;
- chi autorizza e con quali obiettivi, la manipolazione climatica attualmente in atto attraverso
le operazioni di aerosol clandestine, visto che leggi internazionali vietano tali interventi sui
fenomeni meteorologici e climatici.;
- per quale motivo i numerosi esposti presentati alle Procure della Repubblica da diversi
cittadini, singoli o associati, i numerosi esposti supportati di una documentazione imponente sul
tema, sono stati, ad oggi, completamente ignorati; per tutto quanto sinora esposto:
Impegna
Il Sindaco e la Giunta Comunale a farsi interpreti della diffusa esigenza, da parte della
comunità locale, a ricevere le auspicate rassicurazioni sulla tutela della loro salute da parte del
Presidente della Repubblica, dei Ministri della Salute, della Difesa e dell’Ambiente mediante
l’inoltro del presente documento alle summenzionate autorità.
Il Sindaco ad inviare il presente Ordine del Giorno a tutti i Comuni della Provincia invitandoli
ad assumere un’analoga iniziativa al fine di garantire sull’intero territorio la dovuta e condivisa
informazione.
Invita
Il Sindaco e la Giunta a promuovere ogni utile ed opportuna campagna di informazione e
sensibilizzazione in merito al fenomeno delle scie chimiche.
Che dire di questo documento ufficiale?
Se fosse veramente come dice Sandra il prodotto della combustione del cherosene , sarebbe da preoccuparsi lo stesso , perchè in trent'anni che guardiamo il cielo non abbiamo mai visto dei reticolati di inquinamento così venefici e persistenti .
Di fronte alle interrogazioni parlamentari sulla questione i ministeri interessati non fanno che ribadire che si tratta di normale condensa di vapore.
Io in 40 anni non ho mai visto il cielo assumere una consistenza gelatinosa per il passaggio degli aerei e voi?
Forse è meglio che detti aerei si procurino la marmitta catalitica ???
('Very Happy')
Very Happy

Dottor Giorgio Pattera biologo
http://scienzamarcia.blogspot.com/2010/05/mistero-i-video-scie-chimiche-vulcani-e.html
Torna in alto Andare in basso
maurizio

avatar

Maschio Messaggi : 267
Punti : 3464
Data d'iscrizione : 25.09.10
Età : 60
Località : castenof

MessaggioTitolo: Lettera inviata al Al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano   Gio 7 Apr 2011 - 11:08

A questa pagina puoi firmare la petizione contro le scie chimiche
http://www.sciechimiche.org/petizione/petizione.php
e a questa pagina si può scaricare il DOSSIER sulle SCIE CHIMICHE
http://scienzamarcia.altervista.org/dossier_scie_chimiche.pdf

Oltre alle circa 12 interpellanze parlamentari rimaste senza risposta dei vari deputati è stato scritto a GIORGIO NAPOLITANO
Lettera inviata al Al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
Illustrissimo Signor Presidente, nel discorso augurale dell’anno passato, Lei ci ha invitati a non avere paura se non della paura stessa. Ci ha invitati a guardare in faccia la realtà, a parlare il linguaggio della verità che non induce al pessimismo ma sollecita a reagire con coraggio, determinazione e lungimiranza. Ha detto, altresì, che non dobbiamo esitare ad affrontare decisamente le debolezze del nostro sistema, le insufficienze e i problemi che ci portiamo dietro da troppo tempo, guardando all'assetto delle nostre istituzioni, al modo di essere della pubblica amministrazione, al modo di operare della giustizia. La mia lettera, Signor Presidente, è la messa in atto del Suo gentilissimo invito. Già tempo fa, precisamente nel mese di novembre 2008 e successivamente nel febbraio 2009, Lei ha ricevuto da parte mia due lettere per conoscenza, lettere inviate al Ministro della Difesa Ignazio La Russa. Non avendo la questione trovato una soluzione, mi rivolgo a Lei personalmente, ringraziandoLa fin d’ora per l’attenzione che vorrà gentilmente porre alla vicenda. Da moltissimo tempo la valle in cui abito è sorvolata costantemente da velivoli non identificati. Vivo a (omissis) nei pressi di (omissis) Nel corso del giorno, vediamo e udiamo il rombo di decine e decine di aerei. Il traffico prosegue ininterrotto nelle ore notturne. Il mio paese non è situato nei pressi di un aeroporto. In tal modo la questione si complica e si ammanta di una patina di mistero. Non sono aerei di linea, né civili, né commerciali. Secondo i responsabili dell’aeroporto di Pescara, nonché dell’Enac e dell’Enav, la zona è attraversata solo da un paio di aerovie, le quali, fra l’altro, devono essere autorizzate. Questi aerei volano a bassa quota: possiamo distinguerne forma, colore (sono bianchi, assolutamente anonimi), udirne il rombo. Spesso volano a distanze ravvicinate, sovente s’incrociano, effettuano strane “inversioni a U formando dei cerchi o dei reticolati (sicuramente gli aerei civili o commerciali non effettuerebbero inversioni di direzione, se non in casi eccezionali!). Essi, inoltre, rilasciano una scia molto densa che nel corso delle ore, unita alle altre, copre il cielo e lo vela; successivamente le velature diventano nuvole, come da foto allegate. Eppure, secondo quanto affermato da uno studio che mi è stato inviato dalla stessa Aeronautica Militare, le scie dovrebbero verificarsi soltanto oltre gli 8.000 metri, mentre questi aerei volano chiaramente a quote inferiori. Il Ministro La Russa dice non trattarsi di velivoli militari, poiché gli aerei che sorvolano la zona di Sulmona si spingono oltre gli 8.000 metri, mentre quelli da me citati volano generalmente a quote inferiori, sopra le nostre case, sopra le teste di ignari cittadini. E comunque, se trattasi di aerei militari, mi è stato riferito che essi non potrebbero sorvolare centri abitati. Si pone allora la domanda: “A chi appartengono questi aerei?” Nessuno sa chi siano. Sicuramente l’Italia non avrà concesso ad altri Paesi il permesso di sorvolare i nostri spazi per scopi imprecisati! Sembra, invece, che aerei militari stranieri abbiano la libertà di sorvolare i nostri cieli senza offrire spiegazione alcuna. Lo stesso di Pietro, in relazione a tale argomento, ha riferito, in una trasmissione televisiva, che “I nostri spazi aerei, i nostri siti marini e terrestri, ancora oggi sono occupati da realtà militari non italiane. Non è possibile che altri decidano per noi, è una limitazione di sovranità”. Nella mia seconda lettera, molto più incisiva e precisa della prima, chiedevo al Ministro La Russa di avviare un’indagine e di scoprire la natura, la provenienza, lo scopo di questi aerei. Dal Ministro non sono giunti, purtroppo, chiarimenti. Le allego le lettere, affinché possa farsi un’idea più esaustiva. Le chiedo, Signor Presidente, di occuparsi della questione, poiché è inammissibile ed incivile che un territorio sia sorvolato da aerei non identificati, che tali aerei, con le loro scie, coprano il sole e, infine, che noi cittadini si venga tenuti all’oscuro sugli scopi di tali attività. Il problema si pone nei seguenti termini: un velivolo rilascia la scia intorno agli 8.000 m. e con determinati valori di temperatura e di umidità. Tali aerei volano a quote più basse, per cui mi chiedo: “Se ciò che vediamo non è comune condensa, cos’è?”. Ho fatto analizzare alcuni campioni di cibo del mio orto, ritenuti fino a quel momento biologici. Sono stati evidenziati valori elevati di alluminio. Le allego il parere di un docente universitario e di un responsabile dell’Asl.
3 Anche in altri paesi italiani si vanno riscontrando, specialmente nell’acqua, livelli abnormi di alluminio, bario e altri metalli tossici. Qui nella valle ormai il clima è determinato dalle scie degli aerei. Essi generano le nuvole, essi le dissolvono. Non mi sembra faccenda di poco conto, soprattutto perché ciò accade, ormai, nella totalità del territorio italiano. Di quali modificazioni climatiche ci parlano i media? Di quelle naturali o di quelle provocate dall’uomo? Esperimenti di inseminazione delle nubi si svolgevano già negli anni 50 del secolo scorso. Esistono centinaia di brevetti riguardanti il controllo climatico.
I primi sono vecchi di 80 anni: 1338343 - 1920 – Procedimento ed apparato per la produzione di intense nuvole nebbie o foschie artificiali [Process And Apparatus For The Production of Intense Artificial Clouds, Fogs, or Mists] 1619183 - 1927 – Procedimento per la produzione di nuvole di fumo da aerei in movimento [Process of Producing Smoke Clouds From Moving Aircraft] 1665267 - 1928 – Procedimento per la produzione di nebbia artificiale [Process of Producing Artificial Fogs] 1957075 - 1934 – Equipaggiamento per l’irrorazione aerea [Airplane Spray Equipment] 2409201 - 1946 – Mistura per la produzione di fumo [Smoke Producing Mixture] 2476171 - 1945 – Generatore di fumo schermante [Smoke Screen Generator] 2550324 - 1951 – Procedimento per il controllo climatico [Process For Controlling Weather] 2582678 - 1952 – Apparato per la disseminazione di materiali dagli aerei [Material Disseminating Apparatus For Airplanes] Secondo l’Organizzazione Meteorologica Mondiale, nel 2000 sono state circa 26 le nazioni che hanno condotto sperimentazioni di alterazione climatica, fra cui l’Italia con il “Progetto pioggia” della Tecnagro. Mi sorge allora il dubbio che quegli aerei non siano stranieri ma italiani e che stiano tentando di modificare il clima nella nostra vallata, non solo, dell’Italia intera. A tal proposito, nessuno ci ha chiesto il parere; non ho ricordo di un referendum sulle manipolazioni climatiche.
Dove si è nascosta la corretta informazione nel nostro Paese? C’è poi da considerare il rovescio della medaglia. I metalli utilizzati per provocare o ridurre le piogge cadono sulle nostre teste, sui nostri suoli. Chi sta monitorando le conseguenze sulla salute di uomini, animali, piante? Quei metalli li ritroviamo nel piatto, come si evince dalle analisi allegate. Qui nella valle c’è stato un aumento di patologie: difficoltà respiratorie, otiti, dolori articolari e altro ancora. E le conseguenze sull’ambiente? A cosa andiamo incontro? E se gli smottamenti idrogeologici fossero una conseguenza di tali attività? Mi auguro vivamente Lei voglia prendere in considerazione la questione ed intervenire. Le ricordo che alcuni Onorevoli, nonché Ministri, fra cui Di Pietro, Martino, Brandolini, hanno già presentato interrogazioni parlamentari, alle quali non è stato dato, purtroppo, credito. E questo mi sconcerta! Come si può non dar credito all’evidenza? A ciò che persino un bambino vede accadere nei cieli? Le allego la documentazione. Le allego altresì alcune foto, da me scattate, che lasciano intravedere chiaramente la gravità del fenomeno. In attesa, Le rivolgo un cordiale saluto e La ringrazio nuovamente per la cortese attenzione. ………….,
31 marzo 2010
lettera firmata
di seguito c'è la Risposta fornita
Nel 2003, l'Italia ha stipulato un accordo di collaborazione con gli ... Italia-USA su Scienza e Tecnologia dei cambiamenti climatici"
per questo nella risposta SOTTO si parla di materie regolate da precise disposizioni di legge di cui è competente il Ministero della dfesa



FOTO: Il S.U.L.T.A. di Fiumicino denuncia alla Procura gli aerei tankers senza sigle.
per la cronaca il S.U.L.T.A è Sindacato Unitario Lavoratori del Trasporto Aereo


Anche nelle pubblicità e nei cartoni animati per bambini stanno passando i messaggi subliminali per farci accettare questa nuova realtà delle scie chimiche Sto parlando della pubblicità, dei film e dei cartoni animati che improvvisamente mostrano scie nel cielo in gran quantità, e così potete trovare cieli con scie nella pubblicità di uno stracchino o di un pesto alla genovese, nella pubblicità delle compagnie aeree, in film come Iron man, in cartoni animati come La gang del bosco, in libri per bambini, nello scenario dei videogiochi, nelle locandine dei film. Per non parlare delle immagini sullo sfondo del TG1 che sono un vero e proprio “inno alle scie intorno al mondo”1. Tutto questo succede solo ed esclusivamente in questi anni: vi sfido a trovare simili scenari nei film e nelle pubblicità di 10 o 20 anni fa, eppure gli aerei volavano lo stesso.



D'ora in poi il sottoscritto, per quanto la passione per la verità delle informazioni me lo consenta, si asterrà dal pubblicare nuovi post nel merito di cui sopra. La difficoltà a far comprendere il declino - tracollo sociale , politico e culturale cui stiamo assistendo propendono nel farmi credere che i giochi di potere stanno evolvendo nella direzione verso cui non vorremmo andare. Sono però certo che, come una donna soffre il proprio travaglio per la nascita del proprio figlio sopportandone i dolori , così l'umanità intesa come entità individuale e collettiva compartecipe del progetto universale, dopo aver sofferto i dolori del proprio travaglio ormai iniziato , saprà risorgere ad un nuovo contesto di era sociale in cui il bene autentico , l'amore e la verità trionferanno relegando gli ultimi abbagli del male a meri ed inconsistenti ronzii di fondo destinati a scomparire.
Ringrazio tutti per la vostra presenza
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Gio 7 Apr 2011 - 19:12

Bene, ora gli uomini di buona volonta' dovranno decidere se farsi delle domande o scegliere di accontentarsi delle risposte.
Non e' la prima volta nella storia che gli uomini decidono di raccontarsi una verita' tranquillizzante.
Tutti noi pensiamo che se fossimo vissuti allora...................(scegliete pure il periodo che preferite) non avremmo permesso che succedesse!
Bene, viviamo oggi, non e' che lasciamo che succeda ancora?
Ciao. flower
Torna in alto Andare in basso
Nata

avatar

Femmina Messaggi : 564
Punti : 3975
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 58
Località : Torino

MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Gio 7 Apr 2011 - 20:52

Tu hai ben dire Chicca, ma , farsi delle domande invece di accettare risposte significa una montagna di cose, mettere in discussione tutto quello che viene raccontato, avere voglia e tempo e tenacia per controllare diverse fonti, leggere molto e, soprattutto, sviluppare un certo senso critico.
Se poi, al fine di questa ricerca, venisse fuori che ci sono state raccontate palle per anni
bisogna avere anche il coraggio di guardarsi allo specchio e dirsi che ci si é fatti prendere per il naso dal gatto e dalla volpe:
Pinocchio insegna! pollicesu
Torna in alto Andare in basso
Nata

avatar

Femmina Messaggi : 564
Punti : 3975
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 58
Località : Torino

MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Gio 7 Apr 2011 - 21:14

A scanso d´equivoci vorrei solo dire che anch´io, e tutte le altre persone che credono che le scie chimiche siano volute e dannose, sono stata presa per il naso per anni, ho creduto a tutto quello che mi veniva raccontato, alle prove che mi venivano presentate, anch´io ho pensato che gli altri fossero dei debunker malati di persecuzione, che si dovevano fare curare, peró poi ho cominciato ad avere un dubbio e da lí ho cominciato ad informarmi in maniera indipendente, usando il pc, leggendo tutti i pareri disparati e contrastanti, vedendo video, ecc.
Mi sono dovuta ricredere, e ho dovuto accettare 2 amare veritá:
la prima é che loro avevano ragione, che non erano né pazzi, né stupidi
la seconda é che mi ero fatta infinocchiare per decenni!!!

Ognuno segue il proprio cammino, ha i propri tempi e su questo non si puó e non si deve fare pressione.
buona serata
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   Ven 8 Apr 2011 - 15:04

Cara Nata, la strada che hai percorso tu e' anche la strada che ho percorso io e che hanno dovuto percorrere tutti quelli che ora con dispiacere scoprono una realta' che non vorrebbero esistesse.
Purtroppo i fatti sono fatti e tutti sappiamo quanto sia difficile accettare la realta' nuda e cruda quando non e' quella che vorremmo fosse.
Anche a me hanno in diversi campi dovuto dirla piu' e piu' volte.
Tutti siamo passati attraverso la negazione, mica solo riguardo le scie chimiche, anche in tanti altri campi.
Per fare un esempio: quanti sarebbero in questo forum se avessero ancora fiducia cieca ed unica nella MU? Per quale motivo pensiamo che la nostra societa' abbia a cuore il nostro benessere escluso per quanto riguarda medicinali.
Pensiamo davvero che persone avide e diaboliche operino solo nel campo della salute?
Negli altri campi tutte persone dotate di umanita' e disinteresse?
E' ingannevole anche la domanda "ma non danneggiano anche loro stessi?" perche' la risposta e' no.
Sanno benissimo come essere sempre al sicuro!
Ciao. flower
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Tecniche di disinformazione   

Torna in alto Andare in basso
 
Tecniche di disinformazione
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Caratteristite tecniche semirimorchio ADR
» Tecniche di ipnosi e del mesmerismo
» Schede tecniche
» caratteristiche del deposito temporaneo
» [TOP] Deposito temporaneo

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di Salute Naturale :: Varie :: Non trovi il forum adatto, scrivi pure qui-
Vai verso: