Forum di Salute Naturale

Benvenuti nel forum di incontro per appassionati di salute naturale: Integratori alimentari, argento colloidale, tecniche di benessere e buona salute. Iscriviti per interagire con il forum
 
IndicePortaleFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Omega 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Lion
Admin
Admin
avatar

Maschile Messaggi : 3722
Punti : 9623
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 48
Località : Civitanova Marche

MessaggioTitolo: Omega 3   Gio 29 Ott 2009 - 13:37

Si parla molto di Omega 3 in trasmissioni televisive o su riviste come dei componenti salutari dei nostri alimenti, ma pochi spiegano con precisione cosa siano realmente, che benefici forniscano al nostro organismo e dove si trovino. Tecnicamente gli Omega 3 sono acidi grassi polinsaturi che, dal punto di vista chimico, hanno la caratteristica di possedere un doppio legame in posizione 3 (omega 3) o in posizione 6 (omega 6), della catena che li forma. Sono tecnicamente definiti EPA (acido eicosapentaenoico), e DHA (acido docosaesaenoico). Questi acidi hanno dei precursori, cioè delle sostanze che dopo l'introduzione nel nostro organismo vengono trasformati, nello specifico l'acido linoleico è il precursore dell'acido grasso omega 6, mentre l'acido linolenico è il precursore dell'acido grasso omega 3. Gli omega 3 e 6 sono acidi grassi essenziali: con questo termine si intende che il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli, e quindi l'introduzione attraverso la dieta è assolutamente fondamentale. Per ciò che concerne le funzioni biologiche nell'organismo umano, si evidenzia dalle più recenti acquisizioni e studi scientifici, condotti su questo argomento, è possibile sostenere che, tra gli effetti protettivi degli omega 3 i più rilevanti sono sicuramente:


  • azione antiaggregante piastrinica (effetto antitrombotico), cioè ridurrebbero la possibile formazione di coaguli nel sangue.
  • controllo del livello plasmatico dei lipidi, soprattutto dei trigliceridi.
  • controllo della pressione arteriosa , mantenendo fluide le membrane delle cellule, e dando elasticità alle pareti arteriose.
Gli effetti principali sono soprattutto legati alla protezione del cuore e del sistema circolatorio, aspetto positivo già evidenziato dagli studi epidemiologici iniziati intorno agli anni' 70. In quegli anni furono studiati gli "Inuits" una popolazione eschimese che si cibava prevalentemente di pesce proveniente dalle coste della Groenlandia e del Giappone, già allora emerse molto chiaramente un'incidenza particolarmente bassa di malattia all'appararto cardiovascolare, correlata a quel tipo di alimentazione "marittima".
Recentemente si stanno estendendo gli studi sugli omega 3 anche nell' ambito della nutrizione neonatale, dove un'introduzione quantitativamente adeguata di questi acidi sarebbe importante per favorire lo sviluppo del bambino. Esistono inoltre, studi preliminari, dove si controlla l'applicazione degli omega 3 sul morbo di Crohn (patologia a carico dell'apparato intestinale): l'effetto studiato sarebbe legato all'attività antinfiammatoria di queste importanti sostanze. Per rimanere in tema di ricerche su questo argomento è importante ricordare che nel 1999 è stato pubblicato sul "The Lancet " un'importante studio iniziato nel 1996 su 11324 pazienti colpiti da infarto miocardico, il quale ha dimostrato che, la somministrazione di un farmaco a base di acidi grassi polinsaturi omega 3 ai pazienti colpiti da infarto riusciva a ridurre considerevolmente la mortalità legata a questa patologia.




.ad-box { margin: 3px 5px 0px 3px; float:left; }



In sintesi, queste ricerche hanno riscontrato che, la somministrazione quotidiana di un farmaco contenente un grammo di acido grasso omega 3 associata, ovviamente, a un regime dietetico equilibrato (contenente un buon quantitativo di pesce), è importante per curare i problemi di tipo cardiovascolare.
Esistono in commercio degli alimenti a cui è stata aggiunta una sostanza in più (ad esempio degli omega 3) rispetto alla composizione originaria; si tratta di cibi "funzionali", chiamati dagli americani "nutriceutical", ovvero prodotti che si posizionano al confine tra l'alimento e il farmaco. Ne sono un esempio il latte arricchito in omega 3 cosi come le uova addizionate delle stesse sostanze, l'importante è che al momento dell'acquisto il consumatore legga attentamente l'etichetta la quale riporterà l'intera composizione comprese le integrazioni.
Ma per mantenere il benessere del nostro organismo cosa è più corretto fare?
E' consigliabile seguire un'alimentazione varia ed equilibrata caratterizzata da armonia sia qualitativa che quantitativa tra i singoli nutrienti. Per favorire l'introduzione degli omega 3 è opportuno consumare dalle 2 alle 3 porzioni settimanali di pesce, la cui tipologia potrà variare tra le seguenti: sgombro, merluzzo, pesce spada, tonno, trota. sardina e aringa, altre fonti di omega 3 sono i cereali, le noci, i legumi e l'olio di lino. Per quanto riguarda le tipologie di cottura più indicate, perché il pesce possa mantenere inalterate le sue benefiche proprietà, le migliori sono sicuramente: al forno, in umido o alla griglia.
Una considerazione da non sottovalutare mai è che un'attività di prevenzione rivolta alle malattie cardiovascolari deve primariamente concentrarsi sulla dieta equilibrata, e parallelamente sulla eliminazione dei fattori di rischio (fumo, obesità e sedentarietà). La società occidentale essendo caratterizzata da un consumo scarso di pesce è maggiormente esposta alle malattie cardiovascolari rispetto a tutte quelle popolazioni (ad esempio quelle orientali) che hanno abitudini alimentari diverse, ecco perché l'indicazione ad un aumento del consumo di pesce è fondamentale. I composti farmacologici a base di omega 3 possono rappresentare una aiuto soprattutto nei casi in cui l'alimentazione è particolarmente deficitaria, ma in linea di massima è possibile dire che, attraverso una dieta di tipo mediterraneo, caratterizzata dalla presenza di frutta, verdura, pesce, olio extra vergine di oliva ecc, la fonte di vitamine, sali minerali, proteine nobili e ovviamente omega 3 è assicurata.


Fonte : http://www.benessere.com/dietetica/arg00/omega3.htm

_________________
LION.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.santenaturels.it
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschile Messaggi : 3816
Punti : 9547
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 44
Località : Zion

MessaggioTitolo: Re: Omega 3   Ven 26 Feb 2010 - 17:36

novità :

Scoperto un segreto che si nasconde dietro gli effetti benefici del pesce per la salute: alcuni dei suoi grassi omega 3 vengono trasformati dal nostro corpo in una sostanza antinfiammatoria potentissima, la Resolvina D2, che protegge contro l'artrite reumatoide e potrebbe essere utile anche contro altre malattie, perché non presenta gli stessi effetti collaterali dei farmaci antinfiammatori oggi in uso.

La scoperta si deve al farmacologo italiano Mauro Perretti, che lavora alla Queen Mary University di Londra, in uno studio condotto in collaborazione con la Harvard Medical School di Boston e pubblicato sulla rivista Nature. L'esperto ha scoperto che il grasso omega 3 chiamato 'DHA' viene trasformato dal nostro corpo in questa molecola, la resolvina D2, di cui poi il team di farmacologi ha studiato in dettaglio i meccanismi d'azione.

Ne è emerso che la molecola impedisce l'attivazione dei processi infiammatori nei vasi sanguigni, inducendo le cellule delle pareti dei vasi (endoteli) a produrre un inibitore del processo infiammatorio. La resolvina D2 è apparsa potentissima, ne bastano piccole dosi per ottenere un effetto antinfiammatorio notevole, inoltre non ha gli effetti collaterali tipici dei farmaci antinfiammatori e quindi potrebbe essere usata contro molte malattie i cui processi biologici sono legati all'infiammazione, come artrite reumatoide, ictus e setticemia.

_________________
“male, molto male signor Anderson”
Tornare in alto Andare in basso
rosenz

avatar

Maschile Messaggi : 186
Punti : 3384
Data d'iscrizione : 05.03.10
Età : 54
Località : Como

MessaggioTitolo: Re: Omega 3   Ven 11 Feb 2011 - 12:57

Sfrutto l'egregio lavoro della ditta Lion&Smith Cool per aggiungere questo articolo del dottor Speciani sempre in tema di Omega 3 e allungamento dei telomeri. Wink

Ne evidenzio l'ultima parte in quanto recentemente mi è capitato spesso di sentire professoroni che vanno per la maggiore raccontare delle emerite str****** sui micronutrienti accusati di trasformarsi addirittura in letali killer per il nostro organismo....

Tutti vorrebbero soddisfare l'introduzione di micronutrienti con l'alimentazione ma basterebbe guardarsi un poco attorno (usando un minimo di spirito di osservazione) per comprendere che non può essere sempre possibile.

Questo l'articolo/studio:

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

ALLUNGARE LA VITA CON GLI OMEGA 3
Dottor Attilio Speciani

Si sta scoprendo come allungare la vita: non servono farmaci strani e costosi ma cambi di abitudini, come un po' di attività fisica e un po' di acidi Omega 3, cioè l'olio di pesce. Come per la camminata, gli Omega 3 allungano i telomeri e rendono molto meno probabile la morte da invecchiamento cellulare.
Un lavoro prospettico effettuato per 5 anni su soggetti sofferenti di malattia coronarica ha consentito di capire che l'utilizzo di olio di pesce rallenta l'invecchiamento cellulare. Indipendentemente dalle altre possibili condizioni di rischio. Alcuni studi in passato hanno precisato che l'utilizzo di Omega 3 (mantenendo la loro assunzione entro la dose di 1 grammo al giorno) riduce drasticamente la mortalità cardiologica, in base probabilmente ad una azione sull'equilibrio dei grassi. Oggi, in aggiunta, arriviamo a capire che questo avviene anche per un meccanismo preciso di interferenza sulla lunghezza dei telomeri.
Come avviene per altre forme di intervento che contemporaneamente toccano infiammazione e insulino resistenza (basti pensare alla attività fisica), anche l'olio di pesce induce nell'organismo un allungamento dei telomeri, riducendo cioè la predisposizione delle cellule alla morte apoptosica, cioè a quella forma di morte cellulare preordinata dalle caratteristiche genetiche.
In pratica allungare i telomeri di una cellula significa allungarle l'esistenza, regalarle in un certo senso dei buoni sconto per proseguire nelle sue attività. Grazie agli studi sui topi si è scoperto che l'allungamento dei telomeri nelle cellule del sistema immunitario (valutabili in modo molto rapido) corrisponde ad un allungamento anche della vita biologica dell'essere vivente che li possiede.

Si presume, in modo molto ragionevole, che la stessa cosa avvenga nell'uomo. Grazie ad un preciso lavoro scientifico, effettuato da un gruppo di ricerca Californiano, e pubblicato sul JAMA, gli autori hanno evidenziato appunto che 608 pazienti malati di malattia coronarica stabile, seguiti per 5 anni, avevano telomeri cellulari tanto più corti quanto più basso era il valore di Omega 3 presente nell'organismo (Farzaneh-Far R et al, JAMA. 2010 Jan 20;303(3):250-7).
Questi studi aprono la strada alla comprensione maggiore dei grandi vantaggi acquisibili da ogni essere vivente grazie a piccoli cambi di abitudini e di comportamenti.
Oggi c'è una drammatica tendenza da parte di molti lavori scientifici a minimizzare le possibili influenze benefiche di integratori e vitamine. Questo lavoro invece definisce una precisa traccia di lettura sull'effetto biologico ed epigenetico che si può indurre nell'essere vivente. Una traccia per ogni medico che voglia essere di aiuto alla guarigione ed aiutare la prevenzione anziché limitarsi ad essere prescrittori di farmaci.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.enzoverga.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Omega 3   

Tornare in alto Andare in basso
 
Omega 3
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Delusione Stax Omega
» Meditazione e Meditazioni guidate ❖ Vulvodinia.info
» Europa: cosa è una Omega Blocking ?
» Quando dici elettrostatica dici Stax!

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di Salute Naturale :: Rimedi Naturali per mantenersi in buona salute :: Virtù delle Erbe e ...non solo erbe-
Andare verso: