Forum di Salute Naturale

Benvenuti nel forum di incontro per appassionati di salute naturale: Integratori alimentari, argento colloidale, tecniche di benessere e buona salute. Iscriviti per interagire con il forum
 
IndicePortaleFAQCercaRegistratiAccedi

SCONTO
SU ACQUISTI

Per tutti i lettori del forum facendo un ordine di prodotti naturali per la salute su


inserendo il codice sconto
LEONISINASCE2017

Condividi | 
 

 La scala dei valori del pH

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschio Messaggi : 3816
Punti : 9815
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 45
Località : Zion

MessaggioTitolo: La scala dei valori del pH   Mer 28 Ott 2009 - 17:14

IIl pH trattasi della misura di acidità e di alcalinità. La scala dei valori del pH va da 0 a 14.
Al pH 7, a metà, c'è l'equilibrio fra l'acidità e l'alcalinità. Tale soluzione è neutrale.
I principii del pH iniziano con la definizione del termine di pH. La p proviene dalla parola potere. La H, ovviamente, costituisce il simbolo dell'elemento dell'idrogeno. Insieme, il termine pH significa la concentrazione dell'idrogeno. Il potenziale, che una sostanza possiede per liberare
gli ioni dell'idrogeno, maggiore è, minore è il valore del pH. In altre parole, maggiormente elevato è il grado di acidità, maggiormente bassa è la lettura del pH.

La scala del pH è logaritmica, significa che i valori che separano ogni unità non sono valori equivalenti lungo la scala, però aumentano in proporzione alla distanza relativa, dal punto di mezzo di un equilibrio alla pari, fra l'acidità e l'alcalinità.I valori sono moltiplicati per 10 in ciascuna unità. Pertanto il valore del pH di 6 è 10 volte più acido di un valore del pH di 7
; però un pH di 5 è 100 volte più acido di un pH di 7. In altre parole, un pH di 8 è 10 volte più alcalino di un pH di 7 ed un
pH di 9 è 100 volte più alcalino di un pH di 7.

Nota: Quando si analizza il pH della vostra saliva o della vostra urina, mentre una lettura di 5.5 può non essere così acida
(dopotutto, è solamente 1.25
l'unità più bassa di 7), è certamente più acida. Infatti, è 50 volte più acida di ciò che si ritiene salutare.

Un'altra nota importante è che, allo scopo di invertire tutto questo e neutralizzare quell'acidità, si richiede una quantità abbondante di elementi alcalini. I numeri matematici, pertanto, dovrebbero essere come segue:

allo scopo di cambiare il pH di 3.78lt di una soluzione, che
ha un ph di 5.5, a 7.0, si richiederebbe certamente di più di 75.70lt di una soluzione che ha un pH di 7.5.




_________________
“male, molto male signor Anderson”


Ultima modifica di Smith il Mer 10 Feb 2010 - 19:13, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschio Messaggi : 3816
Punti : 9815
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 45
Località : Zion

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mer 10 Feb 2010 - 19:10

per chi non avesse letto, voglio che lo faccia!

_________________
“male, molto male signor Anderson”
Torna in alto Andare in basso
Vale@

avatar

Femmina Messaggi : 589
Punti : 4300
Data d'iscrizione : 29.11.09
Età : 48
Località : Pescara

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mer 10 Feb 2010 - 20:58

Embarassed
Torna in alto Andare in basso
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschio Messaggi : 3816
Punti : 9815
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 45
Località : Zion

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mer 10 Feb 2010 - 21:20

Vale@ ha scritto:
Embarassed

t'ho pizzicato che non avevi letto è??? Iemeno ridere

_________________
“male, molto male signor Anderson”
Torna in alto Andare in basso
Vale@

avatar

Femmina Messaggi : 589
Punti : 4300
Data d'iscrizione : 29.11.09
Età : 48
Località : Pescara

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mer 10 Feb 2010 - 21:41

..... pirat e lo chiami pizzicare!?
Torna in alto Andare in basso
Vale@

avatar

Femmina Messaggi : 589
Punti : 4300
Data d'iscrizione : 29.11.09
Età : 48
Località : Pescara

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mer 10 Feb 2010 - 21:47

ho letto ho letto...study
peccato che non ho compreso la finalita'.......
Torna in alto Andare in basso
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschio Messaggi : 3816
Punti : 9815
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 45
Località : Zion

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mer 10 Feb 2010 - 21:50

è importante vale, ma devi valutare l'informazione unitamente all'acidità e alla basicità dell'alimentazione, alla candida, agli studi di young e molto altro...

è un mosaico......

_________________
“male, molto male signor Anderson”
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Lun 10 Gen 2011 - 14:45

Ho letto, ma anche io sono confusa come Vale@. Ho un nipotino e uso per lui un sapone neutro che dichiara ph 4. Come mai? Essendo un sapone va bene? Question
Torna in alto Andare in basso
rosenz

avatar

Maschio Messaggi : 186
Punti : 3652
Data d'iscrizione : 05.03.10
Età : 55
Località : Como

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Lun 10 Gen 2011 - 15:25

L'importante controllo del Ph urinario stabilisce il livello eventuale di acidosi a livello dei tessuti interni ed in particolare della matrice extra cellulare...

Diverso il discorso sul Ph della pelle, che è tendenzialmente e fisiologicamente acido...

Torna in alto Andare in basso
http://www.enzoverga.it
Smith
Admin
Admin
avatar

Maschio Messaggi : 3816
Punti : 9815
Data d'iscrizione : 23.10.09
Età : 45
Località : Zion

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Lun 10 Gen 2011 - 16:03

pollicesu sono 2 cose diverse.

_________________
“male, molto male signor Anderson”
Torna in alto Andare in basso
Dezeb

avatar

Maschio Messaggi : 85
Punti : 3409
Data d'iscrizione : 29.11.09
Età : 49
Località : Stato Estero

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mar 11 Gen 2011 - 11:37

il discorso PH nell'alimentazione è una cosa fondamentale: secondo questa teoria - e pratica - alimentare l'80% del cibo dovrebbe essere alcalinizzante (che è il contrario di -acidificante-) e il resto acidificante...

generalmente però si mangia cibo acidificante, il cibo acidificante per esempio quello trattato, conservato, elaborato, che ha perso lo stato naturale iniziale (perdendo anche gli enzimi) attraverso vari processi, si può dire che quello da supermercato è generalmente cibo acidifcante, il caffè è anche acidificante, i dolci sono acidificanti. I farmaci sono acidificanti.

Sono acidificanti anche le proteine, animali e da latticini bovini
(il latte e i latticini ovino-caprini sono invece tendenzialmente alcalinizzanti)
il ph posto digestione del latte bovino tuttavia dipende dallo stato dell'animale che l'ha prodotto, il latte di una volta della mucca che pascolava in prati liberi da inquinamento o che non sta rinchiusa o trattata con farmaci vari, è più alcalinizzante di latti da mucche da allevamento intensivo-innaturale

per acidificante si intende l'alimento prima della digestione:
la carne prima della digestione non è acida, dopo la digestione si forma -acido- urico che è appunto (un) acido,
il limone prima della digestione ha un (debole) acido organico, dopo però è alcalinizzante
esiste frutta più o meno acida o alcalinizzante, c'è sempre una gradualità;
le verdure sono generalmente alcalinizzanti, se consumate crude, tipo in succhi centrifugati, conservano gli enzimi e sono depurative e ripristinano la salute corporea, non a caso la Terapia Gerson prevede la somministrazione di succhi fino a diversi litri al giorno per chi ha malattie gravi come i tumori, il corpo immerso in questi liquidi sani e naturali comincia a ripristinare la salute (ci sono sempre sintomi di deacidificazione però da tenere in conto, almeno inizialmente)

le malattie provocano acidità,
invecchiando si diventa più acidi,
le persone aggressive stizzite e arrabbiate producono ricadute acide nell'organismo, quindi all'acidità corporea contribuiscono anche i comportamenti e i pensieri...

per avere una lista di cibi distinta tra alcalinizzanti o acidificanti (c'è sempre una gradualità) si potrebbe cercare su internet, gli elenchi a volte però sono, un pò discordanti, perchè dipende dal modo di valutarne il ph,
ci sono diversi modi di valutare il ph del cibo:
per esempio dall'esame delle ceneri se si vede che vi è una predominanza di minerali alcalinizzanti che sono: calcio, magnesio, ferro, manganese, sodio... il cibo è alcalinizzante dopo la digestione..
altrimenti è acidificante se in predominanza i minerali acidicanti che sono: cloro, zolfo, azoto... e qualche altro...

oppure altri metodi che mettono in conto, (è importante) la reazione personale (che dipende dalle risorse alcaline nel corpo) e lo stato di salute, questi metodi sono più personalizzati e riflettono la risposta più reale che si può avere mangiando un cibo,
infatti se non si è in buona salute, anche il limone tenderà a produrre acidificazione,
è importante notare anche che un ECCESSO di cibo, anche se alcalinizzante, provoca acidificazione,

non si devono escludere nè gli alimenti alcalinizzanti nè gli alimenti acidificanti, come detto prima, la cui proporzione dovrebbe essere 80% e 20%...

nell'uomo l'acidità corporea si concentra preferibilemente sul cuoio capelluto Very Happy provocando se protratta la perdita dei capelli, basterebbe controllare il ph alimentare o assumere polveri alcalinizzanti,
ci sono anche dei prodotti detergenti alcalinizzanti tipo Ovimed (li uso) che permettono di rientrare, lavando, un poco dall'acidità locale,

nella donna l'acidità corporea si concentra, e si elimina, con l'apparato sessuale (mestruazioni), lo stato psichico durante quelle fasi è non tranquillo e questo dipende dall'acidità, almeno così dicono.

ovvio che nelle malattie l'acidità si concentra per esempio nell'apparato digerente, ingolfandolo e allora bisogna agire di conseguenza, questa è una cosa SICURAMENTE trascurata per esempio nella chemioterapia, così come nell'eliminazione delle tossine metaboliche prodotte ogni giorno,
ci sono erbe e composti ayurvedici per esempio il Trikatu che permette di eliminare queste tossine che in Med. Ayurvedica sono dette -ama-

si potrebbe anche usare un pò di bicarbonato di ottima qualità prima o lontano dai pasti (non più di 2 massimo 3 cucchiaini al giorno) mi pare che si produca acido carbonico che passa nel sangue e va a sciogliere depositi acidi in giro nel corpo, la costituzione kapha in ayurveda dovrebbe usare meno sale ovvero in questo riferendosi al bicarbonato
tutto questo però vale come indicazione generica, ognuno deve valutare la propria risposta e meglio se si hanno in mano analisi del ph urinario e da considerare anche se ci sono malattie in atto

ci sono malattie infatti che possono essere date da un eccesso di alcalinizzazione,

il ph del sangue è stabile il più possibile, intorno a 7,4 (lievemente alcalino), pochi decimi da questo valore e si hanno problemi anche molto gravi, ma prima di arrivarci il sangue preleva minerali alcalinizzanti per esempio dal tessuto osseo, il calcio, se non riesce a bilanciare acidità eventualmente data per esempio da un pasto,
il calcio del latte tanto indicato non è detto che possa servire, bisogna considerare il processo di produzione di quel latte (farmaci dati all'animale) e alla fine il calcio che ha non basta nemmeno a risalire dal ph acido prodotto, oltre al fatto che è un alimento povero di enzimi poichè trattato termicamente...

gli acidi sono eliminati anche o con la respirazione o per via renale (urine) o con le feci o attraverso la pelle
il bilancio tra acidi-alcali è un processo continuo

se ho messo qualcosa di inesatto (generalmente è tutto verificato da quanto ho appreso da internet) ditelo.
Torna in alto Andare in basso
anto62

avatar

Femmina Messaggi : 125
Punti : 3020
Data d'iscrizione : 30.10.10
Età : 56
Località : torino

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mar 11 Gen 2011 - 18:57

Grazie Dezeb per questo 'trattao'.
Puoi dirmi qualcosina di piu' circa il Trikatu?
Grazie
Torna in alto Andare in basso
Dezeb

avatar

Maschio Messaggi : 85
Punti : 3409
Data d'iscrizione : 29.11.09
Età : 49
Località : Stato Estero

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mar 11 Gen 2011 - 20:36

anto62 ha scritto:
Grazie Dezeb per questo 'trattao'.
Puoi dirmi qualcosina di piu' circa il Trikatu?
Grazie
Prego, fa sempre bene fornire queste indicazioni e aiutare la conoscenza di questi composti ottimi, io ci ho costruito la salute...*

Il Trikatu è una composizione equamente ripartita in polvere di Pepe nero (piper nigrum) frutti (le bacche), Pepe lungo (piper longum) frutti (bacche) e zenzero radice

si deve prendere aumentando a poco a poco in quanto potrebbe dare un eccesso di tossine in fuoriuscita,
io ne prendo meno di un cucchiaino raso a pasto, si può mischiare nel cibo, oppure diluire in acqua tiepida,
garantita, se non ci sono altre incombenze, la digestione imminente Very Happy
se si ha digestione lenta si avrà un metro di paragone il migliore possibile prendendo il Trikatu,
il Trikatu permette:

- la digestione e l'assorbimento del pasto
- l'eliminazione delle scorie post digestive

se si riesce a trovare le spezie singole come ho detto prima: bacche in polvere di pepe nero, pepe lungo e la radice di zenzero in polvere si possono mischiare uguali quantità di peso e si ha il Trikatu
da notare che le spezie devono essere il più organiche possibile e non trattate con composti sulfurei come in negozi alimentari,

direi che però la migliore cosa è procurarsi il Trikatu già fatto all'inizio,
http://www.virya.com/shop/3-trikatu-miscela-piccante.html
http://www.innerlife.it/articolo/1299/Trikatu-.html

io me lo procuro dall'estero (uk o usa) o su ebayinglese un venditore lo vende circa 10euro 100g ed è di una ditta rinomata: kamadhenuayurveda

*da notare che con aprile 2011 questo come altri rimedi ayurvedici e di med. trad. cinese saranno banditi dall'europa, perchè si dovranno vendere farmaci... argomento di un altro thread... comunque voglio dire che il tempo rimasto per provarli e veramente poco e questa è una cosa molto irritante.
Torna in alto Andare in basso
rosenz

avatar

Maschio Messaggi : 186
Punti : 3652
Data d'iscrizione : 05.03.10
Età : 55
Località : Como

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mer 12 Gen 2011 - 0:51

anto62 ha scritto:
Grazie Dezeb per questo 'trattato'.
Essendo io un pò pigro... Cool al contrario di Dezeb mi limito a indicare un paio di link per approfondire l'argomento
http://www.acidosi.it/download/01_PROIETTI.pdf
http://www.acidosi.it/download/Ricerca%20Applicata_MN_07.09.pdf

Però se vogliamo dare un significato a tanta teoria e scendendo quindi nel concreto il consiglio utile per ognuno è quello di effettuare ciclicamente la misurazione giornaliera del proprio Ph urinario.
Seguendo il grafico riportato nel 2 link possiamo controllare se siamo in una buona condizione oppure no.

E' una metodica semplice per effettuare una concreta prevenzione primaria e metterci al riparo da alcune pericolose sorprese....insomma applichiamo un poco i principi della "medicina del giorno prima".. Wink

Torna in alto Andare in basso
http://www.enzoverga.it
Dezeb

avatar

Maschio Messaggi : 85
Punti : 3409
Data d'iscrizione : 29.11.09
Età : 49
Località : Stato Estero

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mer 12 Gen 2011 - 8:30

scusate ho fatto distrattamente un errore
Dezeb ha scritto:

...
per acidificante si intende l'alimento prima della digestione:
...
sopra dovevo scrivere "per acidificante si intende l'alimento DOPO la digestione"
il inglese usano il termine acid-forming, cioè riferito agli alimenti che "formano acidi"-dopo-la-trasformazione-digestiva...

/comunque il discorso è andato avanti giustamente dopo:
Dezeb ha scritto:

la carne prima della digestione non è acida, dopo la digestione si forma -acido- urico che è appunto (un) acido,
il limone prima della digestione ha un (debole) acido organico, dopo però è alcalinizzante
solo che la correzione sopra è necessaria per evitare confusione a chi è nuovo alla questione
...
x rosenz
anch'io sono pigro, le informazioni che ho messo è perchè le riconsidero da tanto tempo...
metto anch'io un link per verificare,
ne metto uno che un pò inquadra la questione specie per chi sconosce l'argomento alcalinizzazione
il link è di di un sito dove vendono, anche, apparecchi per alcalinizzare, tuttavia le informazioni fornite sono utili, tra cui quello su eccesso di acidi ed alopecia...
http://www.meglioinsalute.com/Patologie/Calvizie-e-Alopecia-uomo-donna.html

adesso non vorrei fare pubblicità ma voglio dire che ci sono diverse polveri alcalinizzanti, le migliori che ho usato sono delle bustine della EnergyBalance (una ditta tedesca) FRH Drink (metto il link per essere indirizzati al prodotto http://www.energybalance.com/index.php?cPath=21 dove però richiedono il bonifico bancario, potete cercare su ebay le stesse bustine per un pagamento meno difficoltoso) ce ne sono zuccherate con fruttosio, con aggiunta di betaglucani o basiche semplicemente senza nulla, queste ultime sono le migliori che ho sperimentato... sono diabetico e l'acidità si fa a volte sentire con cali di energia, prendendo le FRH Drink non dolcificate mezz'ora un'ora prima del pasto si ha come una pulizia, una leggerezza e un benessere psichico... simile, anzi di più che un pasto di soli vegetali.
Torna in alto Andare in basso
rosenz

avatar

Maschio Messaggi : 186
Punti : 3652
Data d'iscrizione : 05.03.10
Età : 55
Località : Como

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mer 12 Gen 2011 - 10:21

Dezeb ha scritto:
....[...]..voglio dire che ci sono diverse polveri alcalinizzanti, le migliori che ho usato sono delle bustine della EnergyBalance (una ditta tedesca)....[....]
Grazie per le informazioni Dezeb....oltre alle sensazioni hai avuto modo di confrontare, con striscette alla mano, il potere alcalinizzante di questo prodotto con per esempio il classico BASENPULVER della Pascoe?

Ciao.
Torna in alto Andare in basso
http://www.enzoverga.it
Dezeb

avatar

Maschio Messaggi : 85
Punti : 3409
Data d'iscrizione : 29.11.09
Età : 49
Località : Stato Estero

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mer 12 Gen 2011 - 10:40

Rosenz prego. Per la tua domanda mi spiace, ma solo a sensazione, come dici, ho potuto confrontare, avendo anche usato appunto il Basenpulver di Pascoe, che l'FHR Drink di EnergyBalance è di un'azione più efficace... limitatamente a sensazione, di benessere corporeo che so essere relativa ad alcalinizzazione, pur avendo le striscette, prò non ne uso tanto preferisco avere il feedback del benessere e allora non sento la necessità di controllare con le strisce...
Posso aggiungere che queste con bustine energy balance ho avuto risultati superiori anche rispetto al prodotto Pegaso, adesso non ricordo come si chiama, ma può anche darsi, chi lo sa, che è perchè Pegaso e Basenpulver li ho usati all'inizio... quindi non sconsiglio di usarli, tuttavia le bustine da ultimo ne ritrovo il beneficio...
Torna in alto Andare in basso
anto62

avatar

Femmina Messaggi : 125
Punti : 3020
Data d'iscrizione : 30.10.10
Età : 56
Località : torino

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mer 12 Gen 2011 - 21:59

Io ho potuto constatare, striscette alla mano, il potere alcalinizzante di 2 bicchieri di centrifugato fresco (fatto in casa) di verdura (cavolo, sedano, broccoli, carote e finocchio) che è anche buono di gusto......
bevuti prima di andare a letto il mattino dopo anche la prima urina è ancora sui 6,5....in me che ho una patologia....
Torna in alto Andare in basso
Dezeb

avatar

Maschio Messaggi : 85
Punti : 3409
Data d'iscrizione : 29.11.09
Età : 49
Località : Stato Estero

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Dom 16 Gen 2011 - 7:33

anto62 ha scritto:
Io ho potuto constatare, striscette alla mano, il potere alcalinizzante di 2 bicchieri di centrifugato fresco (fatto in casa) di verdura (cavolo, sedano, broccoli, carote e finocchio) che è anche buono di gusto......
bevuti prima di andare a letto il mattino dopo anche la prima urina è ancora sui 6,5....in me che ho una patologia....
Anto62 scusi ma ho avuto delle incombenze e non ho potuto rispondere prima.
Ho anche letto un pò della sua pratica integrazione. Anch'io ho preso, in abbondanza, centrifugati (un pò al passato perchè è un impegno farli e non se ne ha sempre il tempo per prepararli) a causa della tendenza acidificante del diabete ne ho avuto un buon feedback, rimettono l'organismo in equilibrio, direi, hanno un potere alcalinizzante oltre alla presenza degli enzimi, sebbene non abbia mai usato cavolo finocchio e broccoli... i broccoli ne compro la forma in polvere da una ditta our4corners negli stati uniti, una libbra(=453grammi) 8euro, ottimi quando non si ha tanto tempo per preparare centrifugati che sono una buona abitudine. Io mi accorgo, a sensazione, dell'alcalinizzazione prodotta, il metabolismo è migliorato, l'aspetto pure e la mente è più libera, questo raffrontato con alcune volte che ho usato anche le strisce per controllo ph.
Torna in alto Andare in basso
rosenz

avatar

Maschio Messaggi : 186
Punti : 3652
Data d'iscrizione : 05.03.10
Età : 55
Località : Como

MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   Mar 18 Gen 2011 - 12:13

Un altro "sistema" per riportare il Ph a valori fisiologici è semplicemente quello di farsi una bella passeggiata nei boschi. Mi pare fosse stata la dottoressa Kousmine a certificare questo fatto con i suoi pazienti, bastavano 30' nella natura per alzare in modo considerevole il valore del Ph.

Aggiungo comunque che la singola misurazione non sempre è significativa delle reali condizioni, a meno che si riesca costantemente a mantenere comportamenti virtuosi.
Importante quindi misurarsi il proprio Ph durante tutto il corso della giornata per almeno 3 giorni consecutivi, in condizioni di "normalità"....

Ricordiamoci che un Ph 5 è 100 volte, ripeto 100 più acido di un Ph 7, ci vuol poco ad immaginare in che condizioni così diverse è costretto a volte ad "operare" il nostro organismo.
Torna in alto Andare in basso
http://www.enzoverga.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: La scala dei valori del pH   

Torna in alto Andare in basso
 
La scala dei valori del pH
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» cerco materiale didattico classe III primaria su riduzione in scala e orientamento (geografia)
» CLASSE III (primaria) GEOGRAFIA :i punti cardinali e la riduzione in scala
» STEVIA
» Le Teleconnessioni (TLC)
» Dosaggi ormonali ❖ Vulvodinia.info

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Forum di Salute Naturale :: Rimedi Naturali per mantenersi in buona salute :: Il nostro meraviglioso organismo-
Vai verso: